Come investire in Gas Naturale: Guida completa

Investire in Gas Naturale significa puntare su uno dei principali componenti della categoria dei combustibili fossili. Analogamente al carbone, che costituisce un combustibile fossile in forma solida, e al petrolio greggio, un combustibile fossile in forma liquida, il Gas Naturale si presenta come una fonte energetica in forma gassosa. Le sue riserve sono frequentemente localizzate nelle medesime aree di estrazione del petrolio greggio.

Investire in Gas Naturale – Riepilogo:

📍 Dove investire in Gas Naturale: Azioni, ETF, CFD
💸 Commissioni: dipendono dall’intermediario
💶 Capitale minimo: 50 €
✅ Piattaforma: eToro

SUGGERIMENTO: eToro è un Broker conveniente e versatile per investire in Gas Naturale. Senza commissioni, permette di investire in azioni, ETF e CFD. Inoltre, grazie al Copy Trading, si possono replicare i rendimenti di trader selezionati in base ai risultati passati.

Clicca qui e registrati su eToro

Investire in Gas Naturale conviene?

Il Gas Naturale è una risorsa energetica di rilevanza globale, caratterizzata da un’alta efficienza e da un impatto ambientale relativamente ridotto rispetto ad altre fonti di energia convenzionali. La sua crescente popolarità e l’ampia diffusione a livello internazionale lo hanno posizionato come una delle principali fonti di energia in tutto il mondo. Negli Stati Uniti, ad esempio, il Gas Naturale si colloca come il secondo fornitore energetico più significativo dopo il Petrolio greggio. 

Investire in Gas Naturale può essere conveniente se si tiene conto che questa Matera Prima è estremamente versatile.

Viene impiegato per scopi domestici, come il riscaldamento e la cottura dei cibi, nonché per la produzione di energia elettrica. Inoltre, il Gas Naturale è un componente chiave nel settore industriale, trovando applicazione nella produzione di fertilizzanti, plastica e altri prodotti chimici.

La crescente importanza strategica del Gas Naturale in vari ambiti conferisce un valore aggiunto al suo status di investimento strategico. L’ampia disponibilità di questa risorsa a livello mondiale, combinata con la sua relativamente bassa emissione di gas serra rispetto ad altre fonti di energia fossile, lo rende un’opzione attraente per gli investitori interessati a promuovere una transizione verso un futuro più sostenibile.

La domanda di Gas Naturale è destinata a crescere ulteriormente, sia per l’aumento delle esigenze energetiche globali, sia per l’evoluzione delle politiche energetiche che promuovono l’utilizzo di fonti più pulite. Pertanto, investire in Gas Naturale può offrire opportunità di rendimento interessanti nel medio/lungo termine, pur richiedendo un’analisi accurata delle tendenze del mercato e delle dinamiche geopolitiche.

Come investire in Gas Naturale

Investire in Gas Naturale offre diverse opzioni per i potenziali investitori. Di seguito verranno analizzati quattro approcci comuni per investire in questa risorsa energetica: l’acquisto di Gas Naturale fisico, l’acquisto di azioni di società del settore del Gas Naturale, l’acquisto di ETF (Exchange-Traded Fund) legati al combustibile e l’acquisto di CFD (Contract for Difference) basati sulla Materia Prima.

Comprare Gas Naturale fisico

Un modo diretto per investire in Gas Naturale è l’acquisto della materia prima fisica stoccata in serbatoi o infrastrutture di stoccaggio. Tuttavia, questa opzione richiede competenze specifiche nel settore e la capacità di gestire gli aspetti logistici e di stoccaggio.

Comprare azioni Gas Naturale

Un’altra opzione è l’investimento in azioni di società che operano nell’industria del Gas Naturale, come produttori, trasportatori o distributori. Prima di effettuare tale investimento, è consigliabile condurre una ricerca approfondita sulle prestazioni finanziarie e sulla stabilità delle principali società impegnate nell’estrazione e distribuzione di gas, come ad esempio:

Comprare ETF Gas Naturale

Gli ETF legati al Gas Naturale offrono un modo diversificato per investire in questa risorsa. Gli ETF replicano l’andamento di un indice o di un paniere di società del settore. Investendo in un ETF, gli investitori possono ottenere esposizione al mercato del Gas Naturale senza dover selezionare singole azioni o gestire la materia prima fisica. Ecco i principali ETF del settore:

  • United States Natural Gas Fund (UNG)
  • iShares Natural Gas ETF (FCG)
  • First Trust Natural Gas ETF (FCG)
  • ProShares Ultra Bloomberg Natural Gas (BOIL)
  • Direxion Daily Natural Gas Related Bull 3X Shares (GASL)

Comprare CFD Gas Naturale

I CFD consentono agli investitori di speculare sull’andamento del prezzo del Gas Naturale senza possederne fisicamente la materia prima e senza pagare commissioni di trading. Questi derivati si basano su contratti finanziari che seguono l’andamento del prezzo del gas. Gli investitori possono trarre profitto sia dalle variazioni positive che negative dei prezzi, sfruttando anche la leva finanziaria.

Dove investire in Gas Naturale?

Prima di intraprendere qualsiasi tipo di investimento nel Gas Naturale, è fondamentale acquisire una conoscenza approfondita del settore, valutare attentamente i rischi e scegliere un intermediario affidabile, versatile e regolamentato.

Il Broker eToro offre ai suoi investitori una gamma di opzioni flessibili per investire in Gas Naturale, consentendo loro di adattare le strategie alle proprie esigenze senza dover cambiare intermediario.

La piattaforma consente agli investitori di accedere a diverse opzioni, come azioni di aziende legate al settore del Gas Naturale, ETF (Exchange-Traded Fund) e CFD (Contract for Difference). 

  • Le azioni: eToro permette agli investitori di acquistare e vendere azioni di aziende coinvolte nell’estrazione, lavorazione o commercializzazione del Gas Naturale.
  • Gli ETF: eToro offre anche la possibilità di investire in ETF collegati al Gas Naturale. Gli ETF replicano l’andamento di un indice, consentendo agli investitori di ottenere esposizione al prezzo del gas senza possederlo fisicamente.
  • I CFD sono un altro strumento disponibile su eToro per investire in questa Materia Prima. Tramite i CFD, gli investitori possono speculare sulle variazioni del prezzo del Gas Naturale senza possederlo fisicamente. I CFD consentono di aprire posizioni sia al rialzo che al ribasso, offrendo la possibilità di trarre profitto sia dai movimenti dei prezzi in aumento che da quelli in diminuzione. 

Oltre a queste opzioni, eToro è famoso per il suo brevetto innovativo chiamato Copy Trading. Questo sistema consente agli investitori di copiare le operazioni eseguite da altri trader selezionati sulla piattaforma, replicando così i loro rendimenti. Attraverso un semplice clic, gli investitori possono seguire strategie di successo di altri trader, sfruttando la conoscenza e l’esperienza di professionisti del settore.

Clicca qui e registrati su eToro

Dove viene usato il Gas Naturale?

Il Gas Naturale si posiziona come una fonte di energia vitale ed ecologicamente sostenibile, con un ruolo chiave nella transizione energetica globale. La sua crescente importanza strategica e le molteplici applicazioni in vari settori lo rendono un potenziale investimento attraente per coloro che cercano opportunità di rendimento solide e allo stesso tempo desiderano contribuire alla sostenibilità ambientale. Questa Materia Prima è molto versatile, infatti può essere usata a scopi industriali, residenziali, commerciali, veicolari e per produrre energia.

Usi industriali del Gas Naturale

Il Gas Naturale trova ampio impiego nel settore industriale grazie alle sue caratteristiche di combustione a temperatura costante e alla sua natura pulita. Questo lo rende un combustibile ideale per alimentare altiforni utilizzati nella fusione dei metalli e nella loro successiva lavorazione. Inoltre, le caldaie industriali che richiedono un’elevata efficienza energetica trovano nel Gas Naturale una soluzione efficiente e affidabile.

Oltre a queste applicazioni, il gas viene utilizzato in molteplici industrie, come quella dei fertilizzanti, del trattamento dei rifiuti e nella lavorazione degli alimenti. La crescente domanda di Gas Naturale in questi settori rende l’investimento in questa risorsa molto interessante, con prospettive di flusso di cassa stabile e continuo nel lungo termine.

Usi residenziali del Gas Naturale

Il Gas Naturale è ampiamente utilizzato nel settore residenziale per diverse finalità. Nel contesto delle cucine, circa il 30% delle cucine a livello mondiale utilizza questo gas come fonte di energia per la cottura. Questo indica una domanda stabile e in crescita nel consumo residenziale.

Inoltre, il Gas Naturale viene utilizzato per alimentare una vasta gamma di elettrodomestici, in particolare per il riscaldamento degli ambienti durante l’inverno. Investire in Gas Naturale in relazione all’uso residenziale può beneficiare delle tendenze stagionali, come il picco di domanda in inverno, quando il mondo cerca di acquistare riserve di gas per il riscaldamento domestico.

Usi commerciali del Gas Naturale

Il Gas Naturale viene utilizzato anche nel settore commerciale come alternativa al gasolio per alimentare i generatori in caso di interruzioni di corrente. Poiché il gas è più economico del diesel, molti esercizi commerciali come centri commerciali, teatri e ospedali adottano questa soluzione per garantire un’energia affidabile durante le interruzioni di corrente. Si prevede che il consumo di Gas Naturale nel settore commerciale aumenterà significativamente con l’aumento della diffusione di questi generatori.

Uso veicolare del Gas Naturale

Il Gas Naturale Compresso (CNG) è una fonte di carburante estremamente pulita per veicoli e la tecnologia per utilizzare il gas come carburante è diventata sempre più comune. Il costo unitario di questo gas è molto inferiore rispetto ad altre fonti di carburante come la benzina e il diesel, e i veicoli alimentati a Gas Naturale sono considerati più rispettosi dell’ambiente.

Tuttavia, la disponibilità di distributori di CNG e le limitazioni della capacità dei serbatoi dei veicoli rimangono ancora ostacoli per una più ampia adozione di questa tecnologia. Nonostante ciò, le grandi case automobilistiche come Ford e Honda hanno mostrato ottimismo riguardo alla tecnologia CNG, indicando che tali problematiche saranno superate e che il Gas Naturale potrebbe diventare una delle principali fonti di carburante preferite nel prossimo futuro.

Produzione di energia col Gas Naturale

Il Gas Naturale svolge un ruolo significativo nella produzione di energia a livello globale, soprattutto in paesi che affrontano una crisi energetica. Poiché altre fonti di energia sono spesso costose, questo gas rappresenta un’alternativa economica. Di conseguenza, sempre più paesi stanno costruendo centrali elettriche che utilizzano il Gas Naturale come combustibile per generare elettricità.

Con l’accento posto sullo sviluppo di fonti di energia più pulite, si prevede che l’uso di questo gas aumenterà notevolmente nel prossimo futuro, consentendo agli investitori di beneficiare di un settore in crescita e di opportunità di flusso di cassa stabile e continuo.

Investire in Gas Naturale: Quotazione in tempo reale

Clicca qui per la quotazione del Gas Naturale in tempo reale

Trading Gas Naturale

Il trading del Gas Naturale si riferisce all’attività di compravendita di contratti legati al Gas Naturale sui mercati finanziari. In sostanza, gli operatori cercano di trarre profitto dalle variazioni dei prezzi di questa Materia Prima, speculando sul suo aumento o sulla sua diminuzione.

Questi contratti sono negoziati su specifiche borse valori o mercati finanziari, dove gli investitori possono prendere posizioni al rialzo (quando si prevede un aumento del prezzo) o al ribasso (quando si prevede una diminuzione del prezzo). Il trading , così come investire in Gas Naturale, richiede una conoscenza approfondita del mercato energetico, delle dinamiche di offerta e domanda, dell’analisi tecnica e fondamentale, nonché una gestione adeguata del rischio.

Gli investitori possono utilizzare diverse strategie di trading, tra cui il day trading (operazioni a breve termine che si aprono e chiudono nella stessa giornata), lo swing trading (operazioni che durano alcuni giorni o settimane) o il trading a lungo termine, in base alle loro preferenze e obiettivi di investimento.

Altri investimenti in Materie Prime

investire in Gas Naturale

Conclusioni

Investire in Gas Naturale può offrire interessanti opportunità agli investitori. Grazie alla sua ampia gamma di applicazioni e alla crescente domanda mondiale, questo gas si posiziona come una fonte di energia vitale nel panorama energetico globale. Gli investimenti in questo settore possono fornire flussi di cassa stabili e ininterrotti nel lungo termine, offrendo potenziali rendimenti interessanti. Tuttavia, è importante valutare attentamente i rischi associati all’investimento nel Gas Naturale, compresa la volatilità dei prezzi e le dinamiche geopolitiche che possono influenzare il mercato.

Prima di prendere decisioni di investimento, è consigliabile copiare l’operatività degli esperti del settore e replicare i loro rendimenti con il Copy Trading, un brevetto del Broker eToro.

Clicca qui e prova il Copy Trading

FAQ

Come investire sul Gas Naturale?

L’investimento sul Gas Naturale può essere effettuato attraverso diverse modalità, come l’acquisto di azioni di società energetiche specializzate nel settore, l’acquisto di CFD o opzioni legate al prezzo del gas, o l’investimento in fondi negoziati in borsa (ETF) che seguono l’andamento del mercato del Gas Naturale.

Come comprare gas nel mercato finanziario?

L’acquisto di gas nel mercato finanziario può avvenire attraverso l’acquisto di contratti futures sul gas naturale, che consentono di stabilire un prezzo e una data di consegna futura. I contratti futures sono negoziati su apposite borse valori o mercati finanziari.

Come funziona il trading del gas?

Il trading del gas avviene attraverso l’acquisto e la vendita di contratti futures o opzioni sul Gas Naturale. I trader cercano di trarre profitto dalle variazioni dei prezzi del gas, speculando sul suo aumento o sulla sua diminuzione.

Su quale materia prima conviene investire?

La scelta della materia prima su cui investire dipende da molteplici fattori, tra cui l’andamento del mercato, l’analisi dei fondamentali dell’industria, la tolleranza al rischio e gli obiettivi di investimento. Prima di prendere una decisione è consigliabile effettuare una ricerca accurata e valutare attentamente tutti gli aspetti legati alla materia prima prescelta.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.