Quanto guadagna un trader (professionista e principiante)

Quanto guadagna un trader? E’ una domanda che molti aspiranti trader si pongono. Dopo tutto nell’immaginario collettivo il trader è una persona che vive nel lusso più sfrenato, magari passando il suo tempo su una bella spiaggia caraibica, circondato da belle donne…

Qui dobbiamo fermare la fantasia. Perché i trader, anche quelli bravi, per prima cosa ci mettono veramente tanto, tanto impegno. Anche se ci sono tanti milionari tra i trader (pensiamo ai trader famosi), non passano certo il loro tempo in vacanza. E poi non tutti i trader sono milionari! Ma andiamo con ordine.

In questo articolo spiegheremo quanto guadagna un trader professionista e quanto uno alle prime armi. Spiegheremo anche come fare per migliorare velocemente il proprio livello. Per completezza, parleremo anche delle migliori piattaforme per fare trading online come eToro e OBRinvest.

Per fortuna oggi esistono numerose piattaforme di trading sicure e affidabili, abbiamo scelto queste perché sono le più semplici da utilizzare, anche per chi è veramente alle prime armi!

Trading online si guadagna davvero?

La prima domanda che molti trader principianti si chiedono è se si guadagna davvero con il trading. Ed è anche una domanda ben posta: il fatto è che non tutti riescono a guadagnare con il trading. Ci sono anche persone che perdono soldi (molti soldi in alcuni casi).

Come mai alcune persone guadagnano tanto e altre perdono soldi? Ci sono vari fattori che possono fare la differenza.

Uno dei primi fattori è la preparazione di base. Il trading online non è difficile ma è necessario conoscere alcuni principi fondamentali e sapere come si applicano nella pratica. Molti aspiranti trader iniziano ad operare senza un’adeguata preparazione e finiscono quindi per perdere soldi.

Chi vuole diventare trader dovrebbe, per prima cosa, dedicare del tempo allo studio. Purtroppo molti corsi di trading sono a pagamento e costano anche molto. Inoltre, spesso i corsi sono infarciti di teoria e non fanno alcun tipo di esempio pratico. Infine, la maggior parte dei corsi sono scritti in un linguaggio tecnico estremamente complesso da seguire.

Tutti questi fattori scoraggiano gli aspiranti trader: dopo tutto spendere soldi per un corso completamente inutile non è una bella esperienza. E purtroppo ci sono trader che hanno comprato diversi corsi e non ci hanno mai ottenuto niente di buono. Questo succede perché la maggior parte dei venditori di corsi di trading sono esperti di marketing, non di trading.

La soluzione? Uno dei migliori corsi attualmente in circolazione è completamente gratuito, orientato alla pratica e senza paroloni tecnici incomprensibili. Non è un caso che questo ebook ha avuto centinaia di migliaia di download in pochi mesi. Puoi scaricarlo (completamente gratis) cliccando qui.

Le migliori piattaforme di trading

Senza una preparazione di base è impossibile guadagnare con il trading ma c’è anche un altro elemento che di solito rovina i trader principianti: le truffe.

Il fatto che con il trading online si possa guadagnare così tanto ha spinto molti truffatori a creare sistemi per derubare gli aspiranti trader: si va dagli schemi per guadagnare soldi facili con il trading automatico fino alle piattaforme di trading non autorizzate.

In generale, è bene sapere che i soldi facili non esistono e chiunque li promette è un truffatore. Inoltre, solo le piattaforme di trading autorizzate e regolamentate offrono un livello di sicurezza adeguato.

Queste piattaforme, infatti, operano rispettando la rigorosa normativa europea che punta a proteggere il denaro degli investitori e sono vigilate costantemente dalle autorità competenti. In Italia è la CONSOB che si occupa di vegliare sulla correttezza delle piattaforme di trading.

Detto in altre parole, le piattaforme di trading autorizzate e regolamentate non possono truffare i loro clienti nemmeno volendolo.

Quali sono le migliori piattaforme di trading? Per fortuna oggi ce ne sono parecchie che sono sicure e affidabili. Abbiamo deciso di selezionare alcune delle migliori piattaforme destinate a chi muove i primi passi nel mondo del trading: sono piattaforme completamente gratuite, che consentono di cominciare con un capitale veramente piccolo (compreso tra i 10 e i 250 euro) e soprattutto sono veramente facili da usare, anche per un principiante.

Abbiamo scelto esclusivamente piattaforme senza commissioni di trading, visto che le commissioni sono molto sconvenienti per chi comincia con piccole somme.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Ecco le recensioni complete.

    eToro

    eToro è considerata una delle piattaforme più semplici e intuitive da utilizzare per fare trading online. Il bello di eToro è che consente di copiare, in modo completamente automatico, quello che fanno gli altri trader.

    Il software brevettato Copytrader, infatti, consente di trovare i trader che hanno ottenuto nel passato i risultati migliori, cioè i guadagni più elevati con il rischio basso. E’ facile selezionare questi trader: sarà il software a replicare automaticamente tutte le loro operazioni.

    I trader principianti ottengono due vantaggi: possono cominciare da subito a ottenere risultati spettacolari e possono anche imparare a fare trading online osservando quello che fanno i migliori.

    Puoi iscriverti gratis su eToro cliccando qui.

    OBRinvest

    OBRinvest è l’altra grande alternativa per coloro che desiderano cominciare con il trading online. Si tratta di una delle migliori piattaforme di trading italiane (anzi, possiamo dire che è leader in Europa) perché è molto semplice da utilizzare.

    Tutti gli iscritti ricevono assistenza telefonica gratuita da un vero esperto di trading che fornisce indicazioni precise.

    Chi vuole, può anche scaricare un’ottima guida al trading online, completamente orientata alla pratica e senza termini tecnici complessi. Puoi cliccare qui per scaricarla gratis.

    OBRinvest mette a disposizione anche un conto demo gratuito illimitato e senza vincoli che consente di sperimentare senza rischi. Effettivamente molti principianti studiano la guida gratuita e applicano i concetti studiati in modalità demo per accumulare esperienza e andare poi a colpo sicuro quando iniziano ad operare con denaro reale.

    Puoi iscriverti gratis su OBRinvest cliccando qui.

    Iq Option

    Iq Option è una piattaforma di trading particolarmente apprezzata dai principianti. Tra i suoi vantaggi principali dobbiamo ricordare il fatto che sia molto semplice e intuitiva. In effetti, molti principianti lavorano su Iq Option perché è possibile cominciare con un capitale iniziale di appena 10 euro, mentre le altre piattaforme richiedono di solito un capitale compreso tra i 100 e i 250 euro (per essere precisi, anche le altre piattaforme richiedono comunque un capitale alla portata di tutti).

    Iq Option offre anche un’ottima sezione didattica con centinaia di video-corsi gratuiti che spiegano il trading veramente passo a passo, partendo dalle basi fino alle strategie più complesse.

    Anche Iq Option offre un eccezionale conto demo gratuito, aperto a tutti, senza obblighi, vincoli o limitazioni.

    Puoi iscriverti gratis su Iq Option cliccando qui.

    Quanto guadagna un trader: considerazioni

    Non basta seguire un semplice corso per diventare ricchi in breve tempo. Condizione basilare per avere successo è l’adozione di una serie di strategie ed aver fissato degli obiettivi a medio e lungo termine, in modo da portare a termine un percorso che risulti graduale nel tempo.

    L’obiettivo del trading online è in generale di vendere un bene ad un prezzo superiore rispetto a quello di acquisto. Si punta pertanto a conseguire il più alto profitto possibile. Non sempre ci si riesce e pertanto per il trader professionista acquista molta importanza il controllo costante dell’andamento del mercato.

    Per guadagnare con il trading è altrettanto importante un impegno assiduo, il corretto utilizzo degli strumenti e delle piattaforme online e la conoscenza dei fondamentali.

    Quanto guadagna un trader professionista

    Il sogno di tutti i trader principianti è quello di arrivare un giorno a diventare trader professionista, vivere di trading e magari diventare anche ricco, sempre con il trading online.

    Ma quanto guadagna veramente un trader professionista? Dipende. Il più ricco trader e investitore al mondo, Warren Buffett, è riuscito ad accumulare una fortuna immensa, decine e decine di miliardi di dollari. In pratica, è diventato il terzo uomo più ricco del mondo partendo da zero e solo con il trading in borsa. E ha comunque donato molti miliardi di dollari in beneficenza.

    In generale, possiamo definire trader professionista colui che ottiene la maggior parte delle sue entrate dal trading. Esistono trader professionisti che accumulano fortune miliardarie e altri che riescono a guadagnare qualche migliaio di euro al mese.

    Di solito si consiglia agli aspiranti trader professionisti di non lasciare un eventuale lavoro dipendente prima di aver raggiunto un livello di profitti mensili pari ad almeno 5 volte lo stipendio.

    Quanto guadagna un trader principiante

    Se sei un principiante a vuoi iniziare a guadagnare con il trading online, stai attento a tutti coloro che ti promettono guadagni facili e sicuri. Se qualcuno ti dice che puoi diventare ricco in pochi giorni, poche settimane o anche pochi mesi, allora sta cercando di truffarti.

    I guadagni di un trader principiante non sono mai alti: primo perché non ha ancora un’esperienza approfondita e secondo perché, di solito, il capitale investito nel trading è molto basso (ed è giusto che sia così).

    Chi inizia con una buona preparazione di base (studiare questo ebook gratuito è un'ottima idea) e utilizzando piattaforme di trading serie e affidabili ha la possibilità di iniziare a ottenere piccoli guadagni da subito.

    I guadagni crescono gradualmente via via che si accumula maggiore esperienza e conoscenza. Anche Warren Buffett, un giorno, è stato un trader principiante che aveva a disposizione solo somme molto piccole. Eppure oggi è diventato uno degli uomini più ricchi del mondo. Tra l’altro Buffett non ha usato tecniche di trading complicate: anzi, la sua tecnica di investimento è chiara e cristallina, accessibile a tutti. 

    Come diventare trader

    Il trader può agire sul mercato delle azioni, delle opzioni, delle valute, delle obbligazioni o delle materie prime. Per diventare trader è necessario innanzitutto essere preparati e bravi nell’interpretazione delle tendenze e nell’analizzare correttamente i mercati. Il bravo professionista è infatti capace di trarre il massimo profitto dalle molteplici opportunità che gli eventi economici quotidianamente gli offrono.

    Per trasformarsi in un trader di successo occorre anche disporre di alcune peculiarità, tra cui la conoscenza dettagliata del funzionamento dei mercati finanziari e borsistici, la gestione ottimale delle proprie emozioni e la capacità di anticipare i segnali sui mercati.

    Per i neofiti che desiderano diventare trader, il primo passo utile può essere ricorrere alla tante piattaforme demo che i broker mettono a disposizione della clientela, per imparare le basi del mestiere senza rischiare soldi del proprio portafogli.

    Quanto guadagna un trader forex

    Il primo passo da cui partire per guadagnare con il trading nel forex è il capitale investito. Da questo valore dipenderà la dimensione dei profitti. È piuttosto ovvio che non è possibile pretendere di partire con un capitale di 100 euro ed incrementarlo facilmente ed in modo veloce fino a 10.000 euro.Non sarà infatti plausibile, con un capitale così esiguo, fare trading su posizioni di elevate dimensioni, in quanto il margine disponibile risulterà piuttosto risicato.

    Una volta deciso di operare nel Forex, il primo fondamentale punto da rispettare è pertanto proteggere il proprio capitale. Tutto ciò è possibile soltanto se i rischi legati ad ogni transazione vengono gestiti in modo corretto e non vanno ad oltrepassare una prefissata percentuale.

    In linea generale per ogni trade non si dovrebbe mai superare il 2% del saldo del proprio account. Per generare correttamente alti profitti, un trader esperto e capace, dovrebbe disporre di capitali elevati. Pensare di poter operare con bassi importi di capitale e rischiare tutto per conseguire elevati profitti è il primo passo che porta all’azzeramento del proprio saldo. Tutto deve essere rapportato, ecco perché è impossibile rispondere a priori alla domanda di quanto guadagna un trader forex. La risposta esatta sarebbe “dipende”, da tutta una serie di fattori.

    Con questo non vogliamo dire che coloro che hanno un piccolo account non possono conseguire interessanti profitti. È infatti possibile guadagnare bene e togliersi anche delle soddisfazioni, ma di certo sarà praticamente impossibile diventare ricchi in poco tempo.È evidente che è soprattutto il capitale investito la base da cui partire per stabilire quanto è possibile guadagnare nel Forex.

    Quanto guadagna un trader

    Percentuale di trader che guadagnano

    Qual è la reale percentuale dei trader che guadagnano? Alcune volte si leggono avvisi di rischio (diffusi dai broker in base alla normativa vigente) che affermano, ad esempio, che il 70% dei trader perde soldi.

    Quindi, apparentemente, solo il 30 % dei trader guadagnano veramente. E’ così? Se prendiamo i dati grezzi, la risposta è sì.

    Il problema di questi dati è che sono, appunto, grezzi. In pratica contano come trader chiunque abbia aperto un conto, con qualunque cifra.

    Il 90% di chi si iscrive ai broker non è un vero trader (nemmeno principiante). Di solito sono persone che scoprono l’opportunità di fare trading da qualche amico o parente o perché leggono qualche articolo su internet.

    A questo punto pensano di fare soldi velocemente e aprono un conto su un broker qualsiasi, magari senza nemmeno aver letto una recensione e soprattutto (cosa più grave) senza nemmeno sapere cos’è il trading online.

    Risultato? Ovviamente nel 90% dei casi perdono soldi e quindi peggiorano in modo significativo le statistiche.

    I trader principianti che operano in modo intelligente, dedicando un minimo di tempo allo studio e all’esperienza con le demo possono avere risultati decisamente migliori. Non è raro il caso di trader principianti che iniziano da zero e riescono a raggiungere risultati spettacolari in tempi ragionevoli.

    In conclusione

    Non possiamo dare una risposta univoca alla domanda Quanto Guadagna un trader. Dobbiamo sicuramente fare una distinzione tra trader principianti e trader esperti. I trader più esperti possono arrivare a guadagnare somme molto elevate, basti pensare a Warren Buffett che partendo da zero è diventato uno degli uomini più ricchi del mondo.

    I trader principianti devono, per prima cosa, studiare. E’ impossibile pensare di cominciare a fare trading senza nemmeno sapere che cosa sia il trading online (purtroppo succede). Per chi vuole imparare, segnaliamo il miglior corso gratuito di trading online (clicca per scaricare).

    In secondo luogo dovrebbero selezionare piattaforme di trading autorizzate e regolamentate, semplici da utilizzare e che consentono di cominciare con un capitale basso.

    Attenzione: diventare ricchi velocemente è impossibile, per imparare il trading ci vuole tempo ed esperienza. Chiunque prometta guadagni veloci è un truffatore.

    Quanto guadagna un trader principiante?

    Dipende dal capitale iniziale, dalla piattaforma che usa (deve essere sicura e facile da usare), dal tempo che dedica a studio e pratica.

    Qual è la percentuale dei trader che guadagnano veramente?

    Decisamente più alta di quanto riportato nelle statistiche ufficiali che includono i tantissimi che fanno trading senza nemmeno sapere quello che stanno facendo.

    Qual è la migliore piattaforma per chi inizia il trading?

    Probabilmente eToro che, tra le altre cose, consente anche di copiare automaticamente quello che fanno i migliori trader del mondo.

    Quanto guadagna un trader di banca?

    Di solito questi trader muovono un capitale altissimo e vengono retribuiti con percentuali sui profitti. Possono quindi guadagnare milioni di euro. E’ comunque molto complesso diventare trader di banca