Migliori exchange criptovalute: top 10 piattaforme del 2023

Pubblicato: 26 Gennaio 2023 di roberto

Gli exchange di criptovalute sono specifiche piattaforme online sulle quali è possibile scambiare una valuta digitale con un’altra valuta digitale o con una valuta fiat, sulla base del valore di mercato che la stessa piattaforma contribuirà a stabilire.

In pochi istanti è effettivamente possibile portare a termine l’intero processo di acquisto, di vendita e di trading di valute digitali, utilizzando come appoggio i wallet di valuta digitale (ovvero i portafogli dove andrai a conservare le criptovalute acquistate).

Da Coinbase a Binance passando per molte altre piattaforme, il mondo degli exchange di criptovalute più popolari si è fatto rapidamente più ricco e diversificato. 

Come scegliere il migliore exchange di criptovalute? Ecco un breve elenco dei fattori da valutare in fase di scelta:

  • sicurezza – la regolamentazione è un criterio imprescindibile, perché fornisce una forma di tutela nei confronti dei fondi e dei dati dell’utente;
  • criptovalute disponibili – è importante assicurarsi che l’exchange supporti la criptovaluta desiderata;
  • reputazione – è molto utile controllare recensioni e opinioni rilasciate dai siti di settore e dagli utenti che hanno avuto esperienza con quello specifico exchange;
  • funzionalità – ad esempio API accessibili, margine di trading, servizio di leva finanziaria ed eventuali altri vantaggi che possono aumentare la produttività degli utenti:
  • costi e commissioni associati all’exchange – vanno valutati in sede preliminare, per capire quanto incideranno sulla tua attività di trading.

Incrociando tutti questi elementi, eToro è risultato essere il vincitore della nostra classifica. Sicuro e regolamentato, permette di investire in criptovalute con un deposito minimo di soli 50 €, mettendo a disposizione diversi strumenti di altissimo livello.

Acquisto diretto, trading CFD, Copy Trading: qualunque sia il tuo livello di esperienza, troverai lo strumento più adatto a te.

Clicca qui per registrarti su eToro

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non è regolamentato in alcuni paesi della UE. Nessuna tutela del consumatore. Possono essere applicate tasse sui profitti.

Ecco l’elenco completo dei migliori 10 exchange di criptovalute del 2023:

💻 Exchange:📊 Valutazione:
eToro9.7
Coinbase9.5
Binance9.2
Kraken9
Bittrex9
Poloniex8.7
Coinmama8.5
Gemini8
TheRock trading7.5
MXC7.2

eToro

eToro occupa il vertice della nostra classifica dei migliori exchange.

Parliamo di una piattaforma che è oramai sinonimo di professionalità in tutto il mondo e che ti consentirà di effettuare investimenti in modo sicuro, semplice e personalizzabile, grazie a tantissimi strumenti che lo hanno reso un vero e proprio must per tutti coloro che vogliono entrare nel mondo delle criptovalute dalla porta principale.

Tra i suoi principali vantaggi troviamo la possibilità di:

  • acquistare criptovalute in maniera diretta
  • fare trading con i derivati (CFD) 
  • usare il Copy Trading per copiare le operazioni di altri investitori in crypto

Come se non bastasse, eToro ti propone una piattaforma di trading tra le più semplici attualmente in circolazione, dotata però di tutto ciò che ti serve per provare a guadagnare con Bitcoin e con le altre criptovalute.

Il fatto che si tratti di un software davvero intuitivo e alla portata di tutti gli investitori, anche dei neofiti, non sta certamente a significare che sia un programma privo di completezza e professionalità (anzi!).

La lista delle criptovalute disponibili è veramente ampia e include non solo i nomi principali del mercato (Bitcoin, Ethereum, XRP, …) ma anche numerose altcoin in rampa di lancio, aggiornate periodicamente.

Il deposito minimo è di soli 50 € ed è presente anche un conto demo gratuito, perfetto per prendere confidenza con tutti gli strumenti disponibili.

Clicca qui e scopri le criptovalute che puoi comprare su eToro

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non è regolamentato in alcuni paesi della UE. Nessuna tutela del consumatore. Possono essere applicate tasse sui profitti.

Coinbase

Coinbase è di uno degli operatori più noti del settore, nonché di una delle prime scelte di chi non ha molta esperienza sul mercato delle criptovalute.

Il motivo è molto semplice: Coinbase supporta metodi di pagamento molto diffusi, come carte di debito e di credito, bonifici bancari e PayPal.

Potremmo definire la piattaforma come un ibrido tra un exchange tradizionale e un broker, che opera nel rispetto della normativa prevista per i Money Service Business.

Sicuramente si tratta di una società che cerca di tutelare in ogni modo i propri utenti e che ambisce a espandere sempre più i propri orizzonti, come dimostrato dall’ingresso in Borsa.

Coinbase offre ai propri utenti:

  • Un’interfaccia intuitiva con una dashboard di gestione.
  • Supporto per molti tipi di criptovaluta, tra cui Bitcoin, Ethereum, Litecoin e altre ancora.
  • Funzionalità come l’acquisto con carta di credito/debito e bonifico bancario.
  • Un portafoglio sicuro in cui archiviare le tue criptovalute.
  • La possibilità di effettuare scambi marginati per prendere posizioni a rischio maggiorato.
  • Leva finanziaria disponibile su alcuni asset intelligenti o token di deflazione (come USDC).
  • La possibilità di impostare trade automatiche con l’API accessibile.

I problemi subentrano nel momento in cui parliamo di sicurezza, dal momento che Coinbase è stata al centro delle attenzioni di molti attacchi hacker nel corso degli anni.

Inoltre non possiamo trascurare nemmeno l’aspetto commissioni, che vanno a pesare in maniera notevole sui trader meno capitalizzati e rappresentano quindi un costo di cui bisogna tener conto.

Binance

Binance è un exchange tanto noto quanto “discusso”. Si distingue per un ampio catalogo di asset disponibili che gli hanno permesso, con il passare degli anni, di ottenere un successo crescente.

Nato in Cina e spostatosi successivamente a Malta, Binance ha preso il via nel 2017 grazie ai fondi raccolti con una ICO (Initial Coin Offering).

Il suo punto di forza principale è l’elevata velocità nelle transazioni, stimata in 1,4 milioni al secondo, che consente anche di mantenere le commissioni piuttosto basse rispetto alla concorrenza.

Sulla sua piattaforma troviamo:

Binance ha inoltre creato un proprio token (BNB, Binance Coin) che occupa attualmente l’undicesima posizione di mercato per capitalizzazione.

Purtroppo la piattaforma ha dovuto fare i conti con un pesante attacco hacker nel 2019, che ne ha minato la stabilità e la reputazione.

Kraken

Nelle intenzioni del suo fondatore, Kraken nasce con l’obiettivo di prendere la struttura di Mt. Gox (quello che in passato è stato uno dei più grandi exchange) e migliorarla sensibilmente dal punto di vista della sicurezza.

La piattaforma è cresciuta a tal punto da diventare la prima, per quanto riguarda il settore criptovalute, ad essere quotata sul Bloomberg Terminal.

Ad oggi Kraken è uno dei principali exchange europei, e offre una buona varietà di coppie fiat/Bitcoin come JPY, EUR, GBP e USD.

Buona parte dei volumi viene realizzata con gli scambi in Yen, cosa che rende Kraken uno dei punti di riferimento nella regione asiatica. Si tratta inoltre di uno dei pochi exchange che offre la possibilità di fare trading a margine.

Anche qui però dobbiamo riportare numerosi tentativi di attacchi informatici. Allo stato attuale i sistemi di sicurezza dell’exchange hanno retto ma ovviamente non possiamo sbilanciarci su quanto avverrà in futuro.

Aggiungiamo poi alternative di investimento limitate e commissioni meno competitive di altri exchange: se vuoi investire su Kraken, insomma, sii consapevole di ciò che ti aspetta.

Bittrex

Bittrex è una delle piattaforme di trading criptovaluta più sicure e affidabili disponibili sul mercato. Dispone di un’interfaccia intuitiva che facilita l’accesso a un portafoglio personalizzato e all’acquisto e vendita di criptovalute.

Bittrex include funzionalità di base come brokeraggio, stop loss, ordini limitati, charting avanzato sul prezzo della criptovaluta, notizie in tempo reale sull’industria e altro ancora.

Offre anche un programma per incentivare gli utenti fedeli, con sconti e vantaggi speciali rivolti a coloro che fanno trading frequentemente sulla piattaforma.

Tra i vantaggi di Bittrex troviamo:

  • Interfaccia user friendly
  • Sicuro
  • Brokeraggio, stop loss, ordini limitati e altre funzioni avanzate
  • Programma in cui gli utenti fedeli possono ottenere sconti e vantaggi speciali
  • Notizie in tempo reale sull’industria

I principali svantaggi di Bittrex, invece, sono che l’exchange non offre un servizio di wallet personalizzato e richiede commissioni elevate per alcune transazioni.

Le criptovalute più scambiate su Bittrex sono:

  • Bitcoin (BTC)
  • Ethereum (ETH)
  • XRP (XRP)
  • Tether (USDT)
  • Litecoin (LTC)
  • Chainlink (LINK)
  • Binance Coin (BNB)
  • CleanNetwork Token (CRN)

Poloniex

Poloniex è una delle principali piattaforme di scambio di criptovaluta, che supporta numerose valute digitali oltre ai classici Bitcoin ed Ethereum.

L’exchange offre un margine di trading con liquidità, leva finanziaria e funzioni di copia commerciale, con oltre 20 strumenti per analizzare il mercato in tempo reale (come candele, linee, modelli e indicatori tecnici).

Dal punto di vista della struttura, utilizza una tecnologia avanzata per proteggere i fondi degli utenti da hacker e attacchi DDoS.

Cosa offre Poloniex ai propri utenti?

  • Trading in tempo reale su 55 coppie di valute crittografiche diverse.
  • Rimborso per il maker fino al 0,15% per gli utenti vip che effettuano ordini limitati sulla piattaforma.
  • Piattaforma mobile disponibile sia per iOS che per Android.
  • Supporto clienti chat 24 ore su 24, 7 giorni su 7 in diversi linguaggi come inglese, francese ed arabo.

Tra i vantaggi troviamo una piattaforma user friendly con un’interfaccia intuitiva, elevata liquidità e limitazioni ridotte per le coppie di negoziazione.

D’altra parte, però, le tariffe della piattaforma sono leggermente superiori a quelle della maggior parte degli scambi decentralizzati e non è presente alcuna funzionalità di trading automatico o API.

Coinmama

Coinmama è un exchange israeliano (anche se la sede attuale è in Slovacchia) nato nel 2013 e operativo in quasi 190 paesi in tutto il mondo.

Al di là di un catalogo interessante, però, Coinmama deve fare i conti con l’assenza di una licenza rilasciata dai principali organi di vigilanza. Ciò si traduce in una minore tutela per gli utenti, i quali devono anche guardarsi le spalle da potenziali attacchi informatici.

Dal punto di vista dei pro, troviamo un’interfaccia semplice e molte opzioni di pagamento disponibili. A fare da contraltare, però, oltre ai problemi relativi alla sicurezza troviamo l’assenza di una garanzia sui depositi e commissioni piuttosto elevate.

Gemini

Gemini è uno dei pochi exchange con sede negli Stati Uniti, territorio storicamente poco fertile per la presenza di normative stringenti che molte società preferiscono evitare. Di proprietà dei gemelli Winklevloss, Gemini è stato il primo exchange a consentire le transazioni sulle licenze Ethereum nel 2016.

Un aspetto molto interessante è la presenza di una versione sandbox del sito, una sorta di modalità Demo che permette di fare pratica con le funzionalità dell’exchange.

Le commissioni qui sono particolarmente salate e influenzano in maniera sensibile i profitti degli utenti. Un altro punto a sfavore è rappresentato dal servizio clienti: numerose recensioni negative fanno leva proprio su questo aspetto, lamentandosi di come sia fondamentalmente impossibile arrivare ad una risoluzione dei problemi passando per i canali istituzionali.

The Rock Trading

Inseriamo The Rock Trading in questa lista perché si tratta del principale exchange italiano di criptovalute.

Rispetto ad altre piattaforme che abbiamo testato nel corso degli anni, The Rock si distingue per una certa trasparenza di fondo che la rende tutto sommato affidabile. Anche la licenza CONSOB in suo possesso è un punto a favore, che le permette di distinguersi dalla concorrenza.

Attenzione però: nonostante l’exchange sia italiano e quindi l’assistenza disponibile in lingua, il sistema per accedere al supporto clienti non è molto pratico. Di conseguenza, in caso di problemi tecnici oppure operativi potresti avere più di qualche difficoltà a risolverli.

Nonostante un catalogo di criptovalute veramente interessante, però, dobbiamo fare i conti con un piano di commissioni tutt’altro che conveniente.

Si parte con delle commissioni base che vanno dallo 0,02% allo 0,2% a seconda della criptovaluta tradata, dopodichè si pagano delle commissioni per gli ordini a mercato che partono dallo 0,30%.

Inoltre se si utilizzano dei servizi particolari come la Fastlane o i Piani di accumulo, le commissioni salgono rispettivamente al 1,39% e al 1,49%.

MXC

MXC ha sede a Singapore ed è molto apprezzato perché è uno degli exchange più importanti a permettere sia lo scambio di criptovalute, sia l’acquisto diretto tramite valuta FIAT.

Il fatto che la sede sia all’estero pone qualche dubbio sull’affidabilità (molti exchange hanno la propria sede in paesi dove la regolamentazione è meno rigida), anche se ad oggi non sono stati registrati particolari problemi con la piattaforma da questo punto di vista.

I punti di forza di MXC sono l’elevata velocità delle transazioni, i grandi volumi mossi dall’exchange e i sistemi di protezione avanzata promossi dalla piattaforma. 

Dal punto di vista delle commissioni, MXC richiede alla propria clientela una commissione forfettaria dello 0,20% per operazione.

Un altro limite è quello di avere come unico metodo di deposito il bonifico bancario, impedendo ad esempio di versare fondi attraverso le carte di credito.

Exchange criptovalute

Conclusioni

In questa classifica abbiamo analizzato i migliori exchange attualmente in circolazione.

Sul mercato esistono diverse piattaforme che si distinguono per qualità dell’offerta, costi e strumenti accessori.

Nella nostra top 10 abbiamo incluso solamente piattaforme che rispettano i basilari concetti di sicurezza, tutelando l’utente e offrendogli un ecosistema intuitivo entro il quale operare.

Non è un caso se eToro sia uscito vincitore: la sua piattaforma è infatti la più apprezzata sia da chi vuole investire in crypto in maniera tradizionale, sia da chi vuole fare semplicemente trading, così come dai principianti che possono usare il Copy Trading per muovere i propri primi passi in questo settore.

Clicca qui per registrarti su eToro

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non è regolamentato in alcuni paesi della UE. Nessuna tutela del consumatore. Possono essere applicate tasse sui profitti.

FAQ

Cosa sono gli exchange di criptovalute?

Sono piattaforme online sulle quali è possibile scambiare una criptovaluta con un’altra o con una valuta fiat, sulla base del valore di mercato che la stessa piattaforma contribuirà a stabilire.

Come funzionano gli exchange di criptovalute?

In linea generale è sufficiente aprire un conto, depositare la valuta fiat necessaria per le transazioni ed effettuare gli acquisti. Discorso diverso per alcune criptovalute minori, per le quali è necessario prima comprare una valuta di riferimento e poi convertirla.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.