Poloniex: recensione, opinioni e alternative più convenienti per il trading di criptovalute

Sul nostro sito abbiamo spesso il piacere di recensire i più noti exchange di criptovalute e, oggi, è la volta di Poloniex.

Il motivo è semplice: anche se il mercato criptovalutario è sempre più ricco di diversi exchange per Bitcoin e altre criptovalute, Poloniex rimane pur sempre una delle scelte preferite dai trader di tutto il mondo.

Ma siamo sicuri che convenga usarlo? Non sarebbe forse meglio utilizzare un broker CFD come eToro, Investous o IQ Option, e sfruttare i loro evidenti vantaggi?

In questo nostro approfondimento cercheremo di comprendere quali siano le caratteristiche di Poloniex e perché – lo premettiamo fin da subito – riteniamo molto più conveniente usare uno dei broker di cui sopra.

Chi è Poloniex: la nostra recensione

Poloniex è un exchange (una “borsa” di criptovalute) lanciato nel 2014 a Wilmington, nel Delaware, negli Stati Uniti.

Non troppo tempo fa l’operatore è stato acquisito da Circle, una importante società che annovera tra i suoi finanziatori anche Goldman-Sachs. Con Circle quale nuova proprietà, Poloniex ambisce a diventare la prima borsa criptovalutaria regolamentata negli USA, registrandosi presso la SEC e la FINRA come broker / dealer. Ha altresì in programma di espandere i propri servizi nel mercato asiatico.

Poloniex
Il sito internet di Poloniex, oggetto della nostra odierna recensione

Poloniex conviene?

Poloniex dispone di decine di diverse coppie di trading criptovalutario. Attenzione, però: mentre alcune piattaforme consentono di scambiare criptovaluta con valute fiat e viceversa, questo non è il caso di Poloniex! L’exchange tratta infatti esclusivamente in criptovaluta.

Si tratta di una bella seccatura. Se infatti vuoi comprare criptovalute con Poloniex, quel che devi fare è:

  • usare un altro exchange per convertire valuta fiat in una criptovaluta supportata da Poloniex;
  • trasferire le criptovalute presso Poloniex e, a quel punto, effettuare l’operazione di trading criptovalutario.

Considera che ogni operazione ha dei costi e dei tempi da rispettare. Insomma, non certo la strada più conveniente per chi vuole trovare il profitto con le valute digitali.

Ti ricordiamo invece che usando un broker regolamentato questi passaggi non esistono. Sarai infatti in grado di fare subito trading di criptovalute: per poterne sapere di più, abbiamo parlato di eToro, uno dei migliori broker, e del suo trading di criptovalute, in questa nostra guida.

Leggi anche: Trading di criptovalute

Chi può usare Poloniex?

Chiunque può evidentemente usare Poloniex, considerato che la procedura di registrazione è aperta a tutti, esperti e meno esperti.

Tuttavia, chi è nuovo nel mondo della criptovaluta e desidera acquistare il primo Bitcoin o il primo Ether con Poloniex, forse potrebbe trovarsi un po’ in difficoltà.

Come abbiamo già detto qualche riga fa, infatti, l’operatore si occupa solo di criptovalute, e quindi non è possibile effettuare il primo acquisto di criptovaluta tramite questa piattaforma. Inoltre, il layout e le caratteristiche che lo scambio include sono maggiormente orientate ai trader esperti, rispetto ai nuovi trader. Come se non bastasse, non c’è una buona applicazione mobile… il che rende Poloniex un po’ difficile da usare in movimento.

Poloniex si può usare in Italia?

La piattaforma per Poloniex ha sede negli Stati Uniti, ma chiunque può utilizzarla, a patto che sia abilitata per il proprio Paese.

Naturalmente, tutti i trader italiani possono utilizzare Poloniex. L’exchange si può anche utilizzare in buona parte del resto del mondo. D’altronde, questo operatore utilizza solo criptovalute, senza alcuna valuta fiat, e dunque non è necessario che soddisfi i regolamenti monetari delle singole nazioni.

Quali sono le criptovalute accettate da Poloniex?

La maggior parte degli utenti è attratta da Poloniex a causa del suo elevato numero di criptovalute e delle tante combinazioni utilizzabili. Sono oltre 100 le coppie di trading che è possibile acquistare e vendere, rendendo quindi molto probabile che Poloniex abbia ciò che si cerca.

Tuttavia, ti ricordiamo che:

  • anche i principali broker dispongono di tutte le principali possibilità di trading criptovalutario e di un buon ventaglio di valute digitali da comprare e vendere, come Investous (sito ufficiale);
  • con Poloniex dovrai purtroppo effettuare i tuoi depositi direttamente in criptovaluta, perché non c’è l’opzione di una carta di credito o di un bonifico bancario tramite i quali usare valuta fiat. Con i migliori broker questo passaggio non c’è.

Depositi Poloniex

Per compensare in parte lo svantaggio di cui sopra, però, è pur vero che puoi effettuare il deposito di quanto vuoi investire in USDT, Tether, una criptovaluta il cui valore è direttamente legato al dollaro. Insomma, 1 USDT dovrebbe essere sempre l’equivalente di circa 1 dollaro!

Questa caratteristica dovrebbe fornire un po’ più di tranquillità ai trader che hanno preoccupazioni sulla volatilità del mercato della criptovaluta. Ma, evidentemente, non cancella gli svantaggi che Poloniex ha rispetto ai broker.

Poloniex
La piattaforma di exchange di Poloniex

Registrazione Poloniex: come si crea un conto?

Per quanto concerne la registrazione a Poloniex, notiamo che la creazione di un conto è relativamente simile a quella di altri operatori exchange.

Inoltre, considerato che Poloniex utilizza solo criptovalute e nessuna valuta fiat, non deve sottostare ai regolamenti più severi cui devono sottostare broker e altri operatori.

Ciò non significa che il processo di iscrizione sia più semplice e meno invasivo. Anzi, la nostra esperienza di registrazione di un conto su Poloniex ci ha fatto imbattere in un iter abbastanza  complesso, che potrebbe scoraggiare una parte dei suoi potenziali clienti.

I livelli di verifica del conto Poloniex

A quanto sopra aggiungiamo anche il fatto che Poloniex dispone di due diversi livelli di verifica del proprio conto.

Al primo livello di verifica, non si possono prelevare più di 2.000 dollari al giorno. Questo potrebbe essere un ostacolo a seconda del volume che i ha l’abitudine di scambiare regolarmente. Tale livello di verifica richiede però solo l’inserimento del nome, dell’email e del Paese di residenza, oltre che di poche altre informazioni.

La verifica a due livelli richiede invece qualche informazione e prova in più ma – di contro – è possibile una volta approvate le credenziali, i limiti per i prelievi e per i depositi saranno portati in crescita a 25.000 dollari.

C’è un livello di verifica più alto disponibile per coloro che hanno bisogno di un limite ancora più alto, ma è necessario contattare direttamente il supporto.

Come fare trading su Poloniex?

Per fare trading su Poloniex, dopo aver regolarmente aperto un account, è sufficiente effettuare un deposito di fondi sufficienti sul proprio conto. Per alcune criptovalute è richiesto un deposito minimo, che si può comunque controllare dalla stessa piattaforma. Una volta decisa l’operazione di trading da effettuare, basterà selezionare la relativa scheda nella schermata ei mercati e, quindi, scegliere la coppia di criptovalute da negoziare.

Da lì si può scegliere di acquistare o vendere inserendo il prezzo desiderato nella criptovaluta di riferimento. Si può scegliere se inserire manualmente un importo, selezionando il prezzo richiesto più basso o scegliendo un ordine dal book. Quindi, premendo il tasto “Acquista”, il sistema cercherà automaticamente una controparte con la quale realizzare l’operazione.

Poloniex è sicuro? È una truffa?

Chiariamolo subito: Poloniex non è una truffa. Si tratta infatti di un exchange autorizzato, tra i più noti operatori del suo settore.

Naturalmente, questo non significa che sia la scelta più sicura per chi vuole fare trading di criptovalute.

Ricordiamo infatti che, come purtroppo la cronaca spesso ci ricorda, gli exchange non sono certamente la scelta più sicura per chi vuole fare trading di criptovalute, considerato l’elevato numero di attacchi hacker che questi operatori hanno subito.

Pertanto, nonostante:

  • gli investimenti effettuati nella sicurezza;
  • i programmi di auditing in corso, che funzionano costantemente, 24 ore su 24;

niente può assicurarti che Poloniex sia sicuro o meno.

Peraltro, c’è stata una nota violazione della sicurezza che ha attaccato i fondi di alcuni clienti. In seguito a ciò è pur vero che Poloniex ha rimborsato gli utenti interessati, ma questo non toglie il fatto che gli exchange siano spesso – purtroppo – oggetto di visite di malintenzionati.

In tal senso, a nulla rileva che Poloniex – come molti altri exchange – abbia sposato un’autenticazione a due fattori.

Si tratta di un sistema di sicurezza che sicuramente può ridurre il rischio che gli hacker accedano al tuo conto.  Tuttavia, non ci sono garanzie al 100% che i tuoi soldi su Poloniex siano al sicuro. Meglio dirottarli presso un wallet scollegato alla rete, soprattutto se hai l’abitudine di detenere in criptovalute ampi importi.

Leggi anche: Guadagnare con i Bitcoin

Commissioni Poloniex

Arriviamo a un altro punto di svantaggio di Poloniex.

L’operatore, come qualsiasi altro exchange, deve addebitare alcune commissioni ai propri clienti.

Anche se non si tratta di un livello di commissioni “record” per onerosità nel proprio settore, gli oneri che Poloniex addebita alla propria clientela non possono che essere tenuti in debita considerazione nel momento in cui l’investitore cerca di calcolare il margine effettivo del proprio investimento.

Ricordiamo invece che il trading di criptovalute con i broker come eToro o Investous viene effettuato senza addebito di commissioni. Potrai dunque aprire o chiudere una posizione senza dover pagare nemmeno un centesimo per tale operatività!

Assistenza clienti Poloniex

Una delle aree in cui Poloniex ha una reputazione peggiore è il servizio clienti.

Probabilmente online potrai trovare tantissime storie, testimonianze e opinioni che sottolineano tempi di attesa estremamente lunghi per poter ottenere una risposta ai propri problemi.

Si tratta di un aspetto che non ci piace. Quando c’è un problema è infatti fondamentale ricevere prontamente una risposta soddisfacente.

La lentezza dei tempi di supporto di Poloniex è parzialmente compensata dal fatto che c’è davvero molta documentazione sul suo sito web. E forse una lettura delle FAQ o del materiale a disposizione del Centro di supporto può permettere di trovare una soluzione autonoma ai propri problemi, soprattutto se riguardano:

  • nozioni di base,
  • guida al trading,
  • tariffe,
  • criptovalute disponibili,
  • API,
  • autenticazione a due fattori,
  • depositi,
  • prelievi,
  • supporto.

Tuttavia, è evidente che questo non basta. Chi ha un problema più specifico non può infatti che ricorrere all’assistenza clienti, e se questa non è puntuale, rapida ed efficiente, il rischio di dover dare un’opinione negativa su Poloniex diventa altissimo.

Opinioni Poloniex

Come per ogni exchange, le opinioni di Poloniex sono generalmente miste. La lenta risposta dell’assistenza clienti si traduce in recensioni spesso molto basse, e alcuni trader citano problemi di liquidità e di prelievo di fondi tra gli altri punti di principale svantaggio.

Ci sono infatti tante segnalazioni che sollevano la necessità di dover attendere tanto per il processo di una richiesta di prelievo, senza che ci sia alcuna indicazione temporale precisa. Ai trader non piace anche l’impossibilità di prelevare in valuta fiat.

Leggi anche: Migliori piattaforme per criptovalute

Conclusioni

Coloro che vogliono necessariamente fare trading di criptovalute con un exchange, potrebbero effettivamente trovare il proprio appagamento con Poloniex.

Tuttavia, è indubbio che ci sono due problemi.

Il primo è che Poloniex ha diversi punti che proprio non ci piacciono, come:

  • assistenza clienti non soddisfacente;
  • possibilità di depositare e prelevare denaro utilizzando solo le criptovalute e non la valuta fiat.

In secondo luogo, è anche evidente che al giorno d’oggi il modo più convenente per poter fare trading di criptovalute sia quello di usare un broker regolamentato che, a commissioni zero, possa permetterti di acquistare e vendere decine di diverse valute digitali senza costi.

Un altro vantaggio piuttosto importante che potrai ottenere usando un broker come eToro è quello di poter fare trading in entrambe le direzioni. Non è infatti necessario che il mercato criptovalutario cresca: potrai guadagnare anche con un mercato calante, a patto di prevedere correttamente la direzione del trend.

Ancora, ti ricordiamo che puoi investire in criptovalute con i broker usando l’effetto leva. La leva finanziaria ti permetterà infatti di amplificare i tuoi profitti, immobilizzando meno capitale. Se vuoi saperne di più, ti consigliamo di dare uno sguardo alle guide che abbiamo realizzato sui migliori broker, come eToro, IQ Option e Investous, dove parliamo (anche) del meccanismo della leva finanziaria.

Sperando che questi brevi spunti possano esserti utili, ti invitiamo a dirci la tua usando lo spazio dei commenti.

Sarà la giusta occasione per poterci confrontare su questo tema e capire in che modo sia possibile migliorare le proprie opportunità di trovare un profitto con le criptovalute.

Hai mai usato Poloniex? Come ti sei trovato? Che broker usi per fare investimenti in Bitcoin & co.? Facci sapere che cosa ne pensi!

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.