BIKI: recensione exchange di criptovalute e guida alle alternative più convenienti!

Negli ultimi mesi tanti lettori ci hanno domandato maggiori informazioni su BIKI, un exchange di criptovalute che è salito alla ribalta per alcune caratteristiche apparentemente molto interessanti. Ma è davvero così? Conviene usare BIKI per investire nelle criptovalute? O è meglio puntare sui broker CFD più importanti del mondo, come eToro (sito ufficiale), ForexTB (sito ufficiale) e Trade.come (sito ufficiale)?

Cerchiamo di scoprirlo nei prossimi paragrafi, illustrando le caratteristiche di questo exchange di criptovalute, passando poi a occuparci dei broker al top sul mercato!

BIKI recensione: chi è?

Con sede a Singapore, BIKI è un exchange di criptovalute che spesso troviamo presente nella Top 20 delle borse più liquide su CoinMarketCap, uno dei siti internet di riferimento nel mondo criptovalutario. Ma cosa fa BIKI?

In sintesi, come molti altri exchange, BIKI fornisce ai propri clienti una piattaforma di asset digitali per il trading di oltre 280 valute criptate. Secondo le informazioni che sono oggi disponibili sul web attraverso vari siti internet specializzati in questo settore, dall’apertura ufficiale della piattaforma nell’agosto 2018, ad oggi, BIKI è diventata una delle piattaforme in più rapida crescita nel mondo.

Alla data dell’ultimo aggiornamento di questa recensione (novembre 2019), per esempio, BIKI ha accumulato già oltre 2 milioni di utenti registrati in tutto il mono, con oltre 130.000 utenti attivi al giorno. Si tratta di numeri particolarmente importanti, che vanno ad aggiungersi al fatto che BIKI continua a ricevere investimenti privati: tra i nomi noti che hanno impiegato parte dei loro fondi in questo operatore, ricordiamo brevemente quelli di Du Jun personal, Genesis Capital Zhu Huaiyang, FBG Capital, ChainUP, per un totale di circa 10 milioni di dollari.

Non è questo, comunque, l’unico motivo per cui BIKI è diventato famoso. L’operatore è infatti piuttosto impegnato nel supportare progetti per la crescita e per la gestione della comunità criptovalutaria mediante il coinvolgimento di alcuni noti influencer cinesi, che hanno milioni di seguaci che sono trader attivi nel panorama criptovalutario. Insomma, BIKI è una sorta di “ambasciatore” della criptovaluta in Cina, un mercato non certo facilissimo per le valute digitali.

Ricordiamo inoltre, ancora una volta, che BIKI dispone attualmente di un elevatissimo numero di criptovalute supportate (281): una caratteristica che colloca questo exchange tra le prime 20 borse al mondo quando si tratta di criptovalute supportate.

Ancora, tra i suoi principali vantaggi citati dal sito internet  stesso, BIKI menziona web che utilizza uno standard di sicurezza globale particolarmente innovativo, e che dispone di un team di esperti internazionali a pronto supporto.

Ma è davvero così?

In realtà, molti utenti sono particolarmente scettici, sottolineando peraltro che:

  • un elevatissimo numero di criptovalute negoziabili all’interno della sua piattaforma non è certamente garanzia di convenienza, considerato che comunque la maggior parte degli scambi si concentra sempre sulle consuete 3-4 criptovalute principali;
  • diversi utenti sottolineano delle difficoltà nell’utilizzo della piattaforma, e alcuni lamentano anche una scarsa assistenza;
  • gli exchange asiatici non sono certo nuovi ad attacchi hacker e a falle di sicurezza, generando così un po’ di di scetticismo sulle effettive caratteristiche di protezione di questo operatore.

BIKI trading mobile

Un crescente numero di persone sta abbandonando il trading sul desktop, preferendo quello su dispositivi mobili. Insomma, sia perché è più comodo, sia perché passiamo sempre più tempo al di fuori dei contesti domestici, c’è una sempre più ampia fetta di trader che preferisce fare i propri investimenti in criptovaluta via smartphone.

Se anche tu sei una di queste persone, sarai allora lieto di sapere che BIKI è disponibile anche come applicazione mobile, e che è possibile scaricarlo sia da AppStore che da Google Play.

Piattaforma di trading BIKI

Ogni exchange dispone, evidentemente, di diverse piattaforme di trading. Il servizio proposto da BIKI non ci sembra brillare per semplicità e per praticità di fruizione, ma in parte dipende evidentemente dai propri gusti.

Scarsamente personalizzabile, ti permette di poter fare investimenti tenendo sotto controllo il book degli ordini o una parte del book degli ordini, un grafico dei prezzi della criptovaluta scelta (ad esempio, il Bitcoin) e la cronologia degli ordini. Vedrai anche dei box di acquisto e di vendita, e alcuni pulsante che ti permetteranno di effettuare le operazioni preferite.

Commissioni BIKI

Uno dei punti di svantaggio principali degli exchange come BIKI è legato all’aspetto commissionale. Gli operatori appartenenti a questa categoria, infatti, ti addebitano una commissione fissa o variabile per ogni operazione di acquisto o di vendita di criptovaluta che avrai modo di fare, contrariamente a quello che fanno i broker CFD, per il cui compimento delle transazioni non sono previsti costi esplicit.

Il modello a pagamento di BIKI è invece un modello a tariffa fissa. Ovvero, sia gli acquirenti che i venditori pagano lo stesso livello di commissioni. Per questo exchange, il livello di commissioni è mediamente rappresentato dallo 0,15%, una proporzione che è leggermente inferiore alla media del settore (intorno allo 0,25%), in grado di dunque di rappresentare un vantaggio competitivo per questa piattaforma, rispetto ai suoi concorrenti.

Tuttavia, questa commissione presta comunque il fianco a quel che fanno i migliori broker CFD che, come già ti abbiamo ricordato qualche riga fa, non percepiscono alcuna commissione per le operazioni di apertura e di chiusura di posizioni in criptovaluta, divenendo così la scelta più conveniente per tutti coloro che vogliono entrare in grande stile nel mondo delle valute digitali come Bitcoin!

In aggiunta a quanto sopra, ti ricordiamo che questo operatore ha a lungo addebitato 0,001 BTC come spese di prelievo nel momento in cui si effettua una simile operazione. La commissione la scorsa estate è poi stata portata a 0,005 BTC, che è evidentemente una commissione di prelievo molto elevata per i trasferimenti di Bitcoin, essendo più di sei volte superiore alla media mondiale del settore, che è di circa 0,0008 BTC. Si tratta insomma di una commissione di prelievo estremamente cara, che dovrebbe dunque far pensare molto bene alla possibilità di aprire un conto presso questo operatore!

Depositi e prelievi BIKI

Gli svantaggi non sono finiti qui. Questo operatore, infatti, non accetta nessun altro metodo di deposito che le criptovalute. Ma che cosa comporta tutto ciò per i nuovi investitori in criptovaluta?

È abbastanza semplice: se sei un nuovo investitore in criptovalute e vuoi iniziare a fare trading in questa borsa, dovrai prima di tutto acquistare Bitcoin o altre valute digitali da un’altra borsa, e solo dopo questa operazione preliminare, come secondo passo, procedere al deposito su questa piattaforma.

Insomma, le cose si complicano. Se infatti vuoi fare del trading con questo operatore, devi prima di tutto sceglierti un exchange entry-level come Coinbase, in cui effettuare l’operazione di conversione tra valuta fiat e valuta digitale, e solamente dopo trasferire i tuoi soldi digitali in BIKI.

Evidentemente, si tratta di complicazioni che non avrai ricorrendo al trading in criptovalute con i migliori broker che abbiamo selezionato per te e che presto condivideremo insieme.

BIKI è sicuro?

BIKI promuove se stesso – e non potrebbe essere altrimenti! – come un exchange estremamente sicuro. Anche se è vero che molti utenti si dichiarano soddisfatti della trasparenza ottenuta, in realtà sono tantissimi coloro che non si fidano delle informazioni ricevute, e temono che alcune indiscrezioni sull’instabilità della piattaforma di trading possano essere vere.

Ricordiamo inoltre che stiamo pur sempre parlando di un operatore che non è sottostante alle regole di trasparenza e di sicurezza che devono avere tutti gli operatori che hanno sede in Europa, e che ti consigliamo di seguire in maniera prioritaria.

Detto ciò, dovresti avere tutte le informazioni necessarie per capire che non conviene fare trading in criptovalute usando BIKI, visto che è costoso, scomodo da usare, non particolarmente rassicurante sotto il profilo della sicurezza. Insomma, possiamo situare BIKI poco sopra le truffe vere e proprie come Bitcoin Code.

Ma allora come puoi fare investimenti in criptovaluta? La risposta è semplice: ti consigliamo di usare i migliori broker oggi in circolazione, come quelli che ora condivideremo con te.

Investire in criptovalute con eToro

etoro

Il nostro elenco dei migliori broker del momento non può che partire con eToro, un broker davvero all’apice delle nostre preferenze per la semplicità della sua piattaforma e per il livello di intuitività dei suoi servizi.

Insomma, eToro è veramente il numero 1 per quanto concerne la piattaforma da utilizzare se sei un neofita. Ma attenzione: anche i professionisti potranno infatti trovare la loro piena soddisfazione utilizzando le numerose funzionalità di questo operatore.

Non possiamo inoltre non ricordare che eToro è altresì il leader mondiale del copytrading, un sistema di investimento finanziario che ti permetterà di poter cercare il guadagno con le criptovalute semplicemente copiando quel che fanno gli investitori più famosi della community di eToro.

Per far ciò non dovrai far altro che aprire qui gratis un conto di trading con eToro, effettuare un primo versamento con il tuo sistema di trasferimento fondi preferito, accedere alla sezione Persone e individuare i trader che vuoi copiare. Stanzia un capitale per questo scopo e conferma al broker tale operazione: a quel punto eToro inizierà a replicare nel tuo portafoglio tutte le operazioni che i trader “guru” compiranno nei propri!

Apri qui un conto di trading GRATIS con eToro!

Fare trading di criptovalute con ForexTB

ForexTB

Un altro broker che ti consigliamo assolutamente di provare, considerato anche che ti permette di testare la propria piattaforma per quanto tempo vuoi grazie all’apertura di un conto demo, è ForexTB.

ForexTB ci ha convinto per numerosissime ragioni, e da diversi anni lo utilizziamo come broker di riferimento per le nostre operazioni.

Oltre alle tante funzionalità dedicate agli investitori che hanno già un po’ di esperienza nel mercato delle criptovalute, riteniamo che ForexTB sia davvero l’ideale per gli investitori alle prime armi grazie a due tasselli che vanno a completare il mosaico dei propri vantaggi:

  • corso di trading: il broker ti permette di scaricare gratis qui un interessante manuale per il trading online, un ebook che passo dopo passo ti permetterà di saperne di più sulla piattaforma di trading di ForexTB e sul modo in cui puoi fare i tuoi investimenti in modo più consapevole;
  • segnali di trading: si tratta di una serie di spunti operativi che ogni giorno un partner del broker ti invierà via e-mail, lasciandoti poi libero o meno di applicarle. Indicazioni utili per non perdere nemmeno un’opportunità di investimento, di cui beneficiamo da diverso tempo con un buon livello di affidabilità. Clicca qui per usare gratis questo servizio!
Apri qui un conto di trading GRATIS con ForexTB!

Fare trading di criptovalute con Trade.com

Trade.com

Concludiamo infine con Trade.com, una delle più piacevoli presenze tra i migliori broker online in Europea.

Sebbene sia parzialmente meno noto rispetto alle prime due alternative che oggi ti abbiamo proposto, Trade.com è davvero un operatore di primissimo piano in tutto il mercato delle criptovalute e, più in generale, degli strumenti finanziari.

La sua piattaforma di investimento è solida ed efficace, gli asset su cui investire sono centinaia, gli strumenti informativi e formativi non temono alcun confronto. Naturalmente, potrai testare tutte le sue qualità, toccando con mano i numerosi vantaggi, anche aprendo un conto di trading demo.

Apri qui un conto di trading GRATIS con Trade.com!

Siamo così arrivati alla fine del nostro approfondimento su BIKI, un operatore che abbiamo voluto recensire in maniera trasparente, sottolineando in particolar modo per quali motivi non riteniamo BIKI un buon modo per investire in criptovalute.

Come hai avuto modo di comprendere leggendo fino in fondo il nostro focus di oggi, esistono delle alternative molto più utili e convincenti per poter fare degli investimenti finanziari sulle criptovalute, e i broker che sopra abbiamo avuto il piacere di presentarti sono sicuramente il percorso che dovresti intraprendere per poterti avvantaggiare di tutti i benefici del trading su Bitcoin & co., nella speranza che tu possa arrivare al profitto tanto desiderato.

Se vuoi saperne di più, o vuoi confrontarti con noi e con la nostra community, non ti rimane che scriverci: saremo lieti di parlarne con te e con tutti i nostri lettori!

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.