Trading commodities: Cosa sono e come fare trading?

Fare trading commodities significa investire nelle materie prime come i minerali, i combustibili fossili, i metalli preziosi ma anche il cotone e il bestiame, lo sapevate?

Tutte le materie prime, quello che si estrae, ciò che è coltivabile e allevabile di solito è anche negoziabile.

Questa tipologia di investimenti attrae un enorme numero di investitori. Come per ogni asset, anche nel caso del trading commodities ci vuole esperienza, competenza e una strategia efficace per ottenere profitti costanti. 

Proprio per questo, anche la scelta di un’ottima piattaforma di trading è cruciale per fare trading di commodities. La soluzione migliore è quella di optare per piattaforme che siano regolamentate, sicure e che offrano servizi all’avanguardia, come copiare le operazioni di altri trader.

eToro, a tal proposito, calza proprio a pennello, anche grazie alla presenza del Copy Trading, che consente di replicare operazioni e rendimenti dei trader di materie prime (e non solo) più performanti della piattaforma. Otterrete i loro stessi risultati, in proporzione al capitale investito. Per questi motivi, viene considerata una delle migliori piattaforme per il trading di commodities e, per iniziare, basta solo un deposito di 50 euro

Clicca qui per iscriverti su eToro

Trading Commodities – Riepilogo

❓ Cosa significa: Comprare e vendere materie prime per speculare
🎯 Perché farlo: Differenziazione del portafoglio
💰 Come farlo: Trading CFD
📍 Dove farlo: eToro / Trade.com 
💶 Capitale per iniziare: 50 €

Cos’è una commodity?

Una commodity è un prodotto di base che viene scambiato sul mercato, generalmente senza differenze significative tra i diversi produttori. Questi prodotti possono essere suddivisi in diverse categorie, come ad esempio metalli, energia, agricoltura o beni alimentari. 

Il trading di commodities è proprio l’attività di acquisto e vendita di queste materie prime sui mercati finanziari, negoziando futures, opzioni o contratti a termine basati sul prezzo delle commodities di riferimento. Questo tipo di investimento in materie prime offre opportunità per speculare sui movimenti dei prezzi, coprire i rischi associati alle fluttuazioni dei prezzi delle materie prime o semplicemente diversificare un portafoglio di investimenti.

Come fare trading commodities?

Esistono diversi modi per fare trading di commodities e tra i principali rientrano: 

  • Azioni: Puoi acquistare azioni di società che operano nel settore delle commodities o potenziali azioni green.
  • ETF (Exchange Traded Fund): Gli ETF sono fondi negoziati in borsa che seguono un indice specifico o un paniere di attivi.
  • Futures: I futures sono contratti standardizzati che stabiliscono l’obbligo di acquistare o vendere un’attività sottostante (ad esempio, una commodity) in una data futura a un prezzo predeterminato. 

Tra tutti i metodi per fare trading di commodities, però, il migliore è quello di utilizzare i CFD (Contratti per Differenza), per speculare sul prezzo delle materie prime senza dover possedere fisicamente l’attivo sottostante. I CFD consentono agli investitori di trarre profitto dalle fluttuazioni dei prezzi delle commodities, sia al rialzo che al ribasso.

I CFD sono strumenti finanziari derivati che permettono agli investitori di negoziare la differenza tra il prezzo di apertura e il prezzo di chiusura di un contratto, senza possedere effettivamente l’asset sottostante.

Per fare trading di commodities con i CFD, ecco alcuni passaggi che puoi seguire:

  1. Scegliere un broker: Trova un broker affidabile che offra la possibilità di fare trading di commodities con i CFD. Il migliore tra tutti è eToro.
  2. Aprire un conto di trading: Potrebbe essere necessario fornire alcune informazioni personali e completare il processo di verifica dell’identità.
  3. Fare una ricerca sulle commodities: Studia le diverse commodities disponibili per il trading e comprendi i fattori che influenzano i loro prezzi. 
  4. Aprire una posizione: Puoi fare trading al rialzo (posizione long) se pensi che il prezzo aumenterà, o al ribasso (posizione short) se pensi che il prezzo diminuirà.

Clicca qui per iniziare a fare trading commodities con i CFD

Dove fare trading comodities?

Abbiamo scelto i CFD perché sono intuitivi ma bisogna valutare con attenzione l’intermediario che li offre. Innanzitutto dev’essere regolamentato da un ente di controllo come la CONSOB o la CySEC, così si evitano le truffe, dopodiché bisogna valutare la piattaforma e i servizi offerti per non avere brutte sorprese.

Dai nostri confronti e dai nostri test sui principali Broker online sul mercato abbiamo selezionato quelli che a nostro giudizio offrono sicurezza, affidabilità, convenienza e servizi ad alto livello e li abbiamo descritti brevemente qui sotto:

eToro

eToro è considerato il Broker online più diffuso sul pianeta e i suoi oltre 20 milioni di utenti ne sono una prova inoppugnabile.

La piattaforma di trading è sicuramente molto intuitiva e offre un’ampia scelta di commodities con oltre 30 materie prime negoziabili. Ma eToro offre molto di più di una piattaforma di trading, perché permette perfino di copiare le operazioni a mercato dei migliori trader della community. Come? Grazie al Copy Trading.

Un brevetto rivoluzionario che replica sul vostro conto le operazioni e i rendimenti (in proporzione al capitale investito) dei trader che avete selezionato. Il tutto gratis e in modo automatico, così da ottimizzare al meglio le proprie operazioni sulle commodities. Per attivarlo, basterà semplicemente:

  1. Registrarvi su eToro
  2. Accedere al conto Demo o a quello reale (depositando almeno 50 euro).
  3. Aprire la piattaforma di trading e selezionare i trader da copiare.
  4. Cliccate su “copia”
  5. Verificate che le operazioni siano state copiate nel vostro portafoglio

Clicca qui e scegli quali trader copiare

Trade.com

Trade.com è un Broker autorizzato dalla CONSOB che si è concentrato sul facilitare gli investimenti anche per chi dispone di piccoli capitali.

Per operare, i trader possono scegliere se investire con:

  • La rinomata Metatrader, perfetta per i trader più sofisticati e ricca di strumenti grafici e tecnici all’avanguardia.
  • La piattaforma proprietaria, altamente intuitiva e fruibile attraverso molteplici device.

La piattaforma, inoltre, è fornita di un’ottimo Corso di Trading sulle materie prime che permette di imparare le tecniche alla base dello studio dei grafici e si concentra sul settaggio degli indicatori e sulla padronanza degli strumenti forniti con le piattaforme di investimento.

Come scaricarlo? Potrete ottenerlo in modo completamente gratuito, semplicemente cliccando sul seguente link:  

Clicca qui per accedere al corso GRATUITO di Trade.com

Cos’è il commodity spread trading?

Prima di proseguire, vediamo nel dettaglio una delle strategie di trading di commodities più popolari: il commodity spread trading. Si tratta di una tecnica che coinvolge l’acquisto e la vendita simultanea di due o più contratti futures su differenti commodities, basandosi sulla differenza di prezzo tra i contratti e cercando di sfruttare i movimenti relativi dei prezzi delle commodities.

ESEMPIO: un trader potrebbe acquistare un contratto futures sul petrolio greggio e contemporaneamente vendere un contratto futures sul gas naturale, scommettendo sulla differenza di prezzo tra i due.

Questo tipo di trading può offrire diversi vantaggi, come la possibilità di ridurre il rischio attraverso la diversificazione del portafoglio e la possibilità di trarre profitto anche in condizioni di mercato volatile. Tuttavia, espone anche a numerosi rischi, tipici di ogni genere di investimento. 

trading commodities

Le commodities più scambiate

Vediamo adesso alcune delle commodities più scambiate sui mercati così che possiate analizzarle una per una e valutare se possono rappresentare, anche per voi, un’opportunità di investimento.

Petrolio

Il petrolio è una materia prima di origine naturale che ha un’enorme varietà di funzioni e prodotti derivati come i carburanti, la plastica i lubrificanti, ecc. Il prezzo del petrolio greggio è fortemente influenzato dalla domanda e dall’offerta e rappresenta la materia prima più scambiata sui mercati di tutto il mondo. Effettivamente comprare petrolio è una delle attività speculative sulle materie prime più diffuse.

Oro

L’oro è un metallo prezioso che viene utilizzato per scopi decorativi, industriali e come riserva di valore. Nel trading di questa commodity, le caratteristiche principali includono la sua elevata liquidità, la volatilità dei prezzi e la sua tendenza ad essere considerata un’assicurazione contro l’inflazione e l’incertezza economica.

Argento

L’argento è un metallo prezioso che viene utilizzato in vari settori, tra cui gioielleria, industria elettronica e produzione di monete. Nel trading, l’argento è considerato una commodity molto volatile a causa della sua sensibilità alle fluttuazioni economiche e alla domanda globale. Tra i metodi di investimento su questa materia prima più comuni rientrano i contratti futures, ETF o, in molti, optando per l’acquisto fisico dell’argento.

Gas Naturale

Il gas naturale è un combustibile fossile composto principalmente da metano. È una risorsa energetica versatile utilizzata per riscaldamento, produzione di energia e come materia prima per la produzione di prodotti chimici. Le caratteristiche principali del trading di questa materia prima includono l’elevata volatilità dei prezzi a causa di fattori come la domanda stagionale, nonché l’importanza dei fattori geopolitici nella determinazione dell’offerta e della domanda.

Platino

Nel settore finanziario il platino ha una storia molto recente, è enormemente più raro dell’oro e questo lo rende potenzialmente un investimento fra i più redditizi. Attualmente il suo prezzo e significativamente più alto di quello dell’oro ma non è considerato un bene rifugio come il cugino giallo.

Zucchero

Lo zucchero è una materia prima molto negoziata sui mercati, il suo utilizzo nell’industria alimentare lo rende un alimento di cui non si può fare a meno e viene commercializzato da millenni. Anche se attualmente spesso viene sostituito da altri dolcificanti il suo valore come materia prima è intatto e rappresenta un investimento da non sottovalutare.

Cotone

Probabilmente non ci rendiamo conto dell’importanza del cotone nell’industria tessile ma questa materia prima è usata da migliaia di anni ed è difficilmente sostituibile. Questo la rende anche un ottimo investimento anche se bisogna considerare che il maggior produttore mondiale è la Cina ed è certamente un fattore macroeconomico da tenere in considerazione prima di investire.

Rame

Il rame è un metallo che fa della sua versatilità la sua forza. Viene impiegato in molti settori ed è un conduttore difficilmente rimpiazzabile se non con metalli più preziosi come argento e oro. Il suo utilizzo nell’elettronica di consumo ne fa aumentare la domanda e, se la situazione rimarrà questa nel futuro, potrebbe fare crescere anche il suo prezzo.

Soia

Il mercato della soia può essere estremamente volatile, ma allo stesso tempo può essere uno dei mercati più liquidi nel trading commodities. Viene coltivata da migliaia di anni e i principali produttori sono la Cina, l’India, l’Argentina e gli USA. Ma il primato per il consumo spetta decisamente alla Cina.

Cosa influenza il prezzo delle commodities?

Il prezzo delle commodities è influenzato da diversi fattori, tutti da tenere sotto controllo quando si fa trading di materie prime. Ecco alcuni dei principali:

  • Offerta e domanda: Se la domanda supera l’offerta, il prezzo tende ad aumentare, mentre se l’offerta supera la domanda, il prezzo tende a diminuire.
  • Fattori macroeconomici: Le condizioni economiche globali, come la crescita economica, l’inflazione, i tassi di cambio e la politica monetaria, possono influenzare il prezzo delle commodities. 
  • Eventi geopolitici: Questi eventi possono influenzare l’offerta, creando incertezza sul mercato e portando a fluttuazioni dei prezzi.
  • Condizioni climatiche: I fenomeni meteorologici estremi, come siccità, alluvioni o tempeste, possono influenzare la produzione agricola o energetica e quindi i prezzi delle commodities correlate. 
  • Tecnologia e innovazione: Nuove tecnologie di estrazione o produzione possono aumentare l’offerta di una determinata commodity e quindi abbassarne il prezzo.

Questi sono solo alcuni dei fattori che possono influenzare il prezzo delle commodities. Ad ogni modo, è sempre bene tenere a mente che tutti questi fattori possono essere modificati lungo il corso del tempo e, per questo, è sempre bene analizzare attentamente il mercato grazie ad un’analisi tecnica e fondamentale per capire cosa può influire realmente sul prezzo della commodity. 

Pro e contro di fare trading commodities

Fare trading di commodities, come qualsiasi altra forma di investimento, ha vantaggi e svantaggi che bisogna saper bilanciare per valutare la convenienza dell’investimento. Ecco alcuni pro e contro emblematici delle materie prime. 

PRO

  • Diversificazione del portafoglio: Poiché il prezzo delle commodities è spesso influenzato da fattori diversi rispetto al mercato azionario, possono fornire una copertura contro le fluttuazioni del mercato.
  • Protezione contro l’inflazione: Alcune commodities, come l’oro e l’argento o il palladio, sono considerate come “valori rifugio” che tendono a mantenere o addirittura aumentare il proprio valore durante periodi di inflazione.
  • Potenziale per profitto: Se si riesce a prevedere correttamente l’andamento dei prezzi delle commodities, si potrebbe ottenere un buon ritorno sugli investimenti.

CONTRO

  • Volatilità dei prezzi: Le commodities sono spesso soggette a forti oscillazioni dei prezzi. Ciò può rendere gli investimenti in commodities rischiosi, specialmente per gli investitori meno esperti. 
  • Costi di gestione: Investire in commodities può comportare costi aggiuntivi come commissioni di intermediazione, spese di gestione dei fondi o costi di conservazione fisica delle commodities stesse. 

Trading commodities: Tutorial

Conclusioni

Il trading commodities ha ottenuto molto successo tra gli operatori, soprattutto tra i principianti

A questo punto, per fare pratica con il trading commodities, non resta che aprire un conto su una della piattaforme consigliate (che sia un conto demo o reale), e iniziare ad investire sulle materie prime, così da sfruttare ogni opportunità offerta da questo mercato. 

🔽REGISTRATI PER INIZIARE A FARE TRADING DI COMMODITIES🔽

Piattaforma: Proprietaria
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Conto Remunerato
  • Azioni Frazionate
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma:
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    74.90% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

    FAQ

    Qual è un esempio di trading di commodities?

    Un esempio di commercio di materie prime potrebbe essere la negoziazione di petrolio, metalli, minerali e prodotti agricoli come il grano o il caffè sulla piattaforma di scambio svizzera.

    Come funziona il trading di commodities?

    Il trading di materie prime coinvolge l’acquisto e la vendita di prodotti fisici come petrolio, oro, grano o zucchero. Nel trading di commodities, gli operatori cercano di trarre profitto dalla speculazione sui movimenti dei prezzi delle materie prime.

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.