Opzioni Forex

Investire in opzioni forex? Rispetto ad altre tipologie di mercati finanziari, il Forex Market è un’opzione che attrae, specialmente i trader alle prime armi.

Si tratta del principale mercato finanziario, caratterizzato da volumi di scambio superiori a quelli degli altri mercati. Il Forex Market è, sotto un certo punto di vista, il re di tutti i mercati finanziari. Vi vengono, infatti, scambiati i carburanti di tutto l’apparato economico mondiale: le valute monetarie.

In questo approfondimento si esploreranno le nuove opzioni Forex, da poco nuovamente accessibili sul mercato europeo.

Si tratta di opzioni che non ricadono sotto il divieto dell’ESMA del 2 Luglio 2018 ma che presentano fondamentali differenze da queste ultime. Si rendono,dunque, accessibili a tutti gli utenti europei interessati a variare sul tema e trovare nuovi e promettenti sbocchi per i propri investimenti.

Opzioni Forex: cosa sono?

Le opzioni Forex sono un nuovo strumento di investimento che si incentra sul trading, ne ricalca il funzionamento pur presentando modalità di investimento diverse.

Tecnicamente si tratta di uno strumento finanziario simile ai contratti futures ma con alcune fondamentali differenze. Decidendo di investire con le Opzioni FX, infatti, si andrà ad esercitare il diritto di acquistare o vendere un preciso lotto di una determinata coppia di valute ad un prezzo e in una data che sono determinate dall’investitore.

Diversamente dai futures, dunque, non si tratta di un obbligo di acquisto. Detto altrimenti, si può decidere di rescindere il contratto prima della scadenza prefissata, ovviamente onorando le condizioni al momento della chiusura dell’Opzione FX selezionata.

Un esempio pratico aiuterà a far chiarezza. Al momento IQ Option (visita il sito ufficiale) è la sola piattaforma che permette di operare sulle Opzioni FX, quindi prenderemo in considerazione il suo grafico:

Opzioni FX

Come si può vedere, si tratta di un contratto di vendita (Giù) o di acquisto (Su) di una coppia di valute in una data ben determinata. Nel caso particolare il contratto scade dopo 18 minuti e 11 secondi. Un contratto di vendita o acquisto, dunque, del quale si può determinare il tasso di cambio con il quale si intende realizzare il contratto.

Se il tasso di cambio corrente della coppia EUR/USD, dunque, è di 1,101120, il trader può decidere di impostare un tasso di cambio più elevato (nell’esempio 1,10130) o più basso. La transazione stabilita dal contratto sarà poi effettuata con la cifra indicata.

Opzioni e Futures: le differenze

Il contratto sancito da una Opzione FX, come si è detto, può essere sia di vendita che di acquisto. Come per i contratti futures, infatti, il profitto si ottiene se, scaduto il termine, il tasso di cambio è superiore al valore concordato nel caso di un’opzione di acquisto (o call), o inferiore nel caso di un contratto di vendita (o put).

Le previsioni di profitto che IQ Option mostra a fianco permettono di farsi un’idea precisa del risultato dell’operazione e mettono l’investitore in grado di esercitare il proprio diritto di terminare il contratto dell’Opzione FX prima del tempo nel caso lo desiderasse, sia per riscuotere i potenziali profitti, sia per pagare la perdita.

Al contrario i futures prevedono l’obbligo di adempiere agli estremi del contratto. L’utente non può decidere quando e se arrestare l’investimento al di là dei termini di contratto.

Le Opzioni FX, dunque, presentano una maggiore flessibilità, risultando decisamente più indicate al trading online.

Come funzionano le Opzioni FX?

Stando a quanto si è detto, dunque, le dinamiche sottostanti le Opzioni FX, quelle dinamiche invisibili racchiuse nella pressione dell’opzione Call Put, sono le seguenti:

  • Decisione della somma da investire: a questa somma corrisponde un lotto dell’asset corrispondente che, in base all’opzione selezionata, viene acquistato immediatamente oppure “preso in prestito” e immediatamente venduto, similmente a quanto avviene per le operazioni short (vendita allo scoperto);
  • Impostazione di uno strike price, ovvero del tasso di cambio previsto per il futuro, sia esso superiore o inferiore al tasso di cambio al momento del contratto;
  • Selezione dell’opzione e del tempo necessario a completare il contratto;

Profitti e perdite: come si ottengono?

Ebbene, cosa accade allo scadere del tempo indicato? Da dove proviene il profitto o l’eventuale perdita?

Allo scadere del tempo indicato vi sono due possibilità in base all’opzione scelta:

  • Contratto Call: allo scadere del tempo IQ Option procede a vendere il lotto acquistato al momento della stipulazione del contratto e versa la differenza tra il prezzo di acquisto e di vendita del tasso di cambio. Se la previsione è risultata essere corretta, allora la differenza sarà positiva, altrimenti negativa;
  • Contratto Put: allo scadere del tempo IQ Option procede a riacquistare il lotto che è stato “preso in prestito” e venduto con la stipulazione del contratto. Profitti o perdite derivano dalla differenza tra il prezzo di vendita e quello di acquisto. Se effettivamente i tassi di cambio sono scesi, allora la differenza tra il prezzo di vendita e quello di acquisto sarà positiva, e da qui un profitto per il trader;

Come si può constatare, si tratta di uno strumento derivato che necessita delle medesime riflessioni dei normali investimenti.

L’analisi che va condotta sulla coppia di valute è la stessa che solitamente viene condotta prima di realizzare un investimento con i CFD. La possibilità di impostare i termini di scadenza del contratto e di vendere l’Opzione FX prima della scadenza impostata rendono questo strumento un investimento come gli altri, solo con modalità diverse.

Approfondisci: Il Significato di Trading.

Opzioni FX: i rischi e i vantaggi

Trattandosi di uno strumento che obbedisce alle restrizioni dell’ESMA, le Opzioni FX non permettono di perdere cifre superiori a quelle selezionate per l’operazione. Se si decide di investire 10€, ad esempio, un’Opzione FX non può portare a perdite superiori a 10€.

Stando alle condizioni di IQ Option, unico broker che per ora le rende disponibili, gli investimenti con le Opzioni FX prevedono una cifra minima di 1€ e, rispettando la negative balance protection, non permettono di investire cifre superiori a quella che si ha sul conto.

I profitti, d’altro canto, sono potenzialmente illimitati. La previsione dei possibili profitti, ovviamente dipende dal tipo di investimento che si è andato a realizzare. Investire con le Opzioni FX, ci teniamo a ribadirlo, necessita della medesima attenzione e del medesimo studio di un titolo richiesto da un investimento.

La principale motivazione per cui le opzioni binarie furono bandite dall’ESMA era che queste mascheravano la percezione del reale rischio delle operazioni che permettevano di eseguire. Le Opzioni FX vanno prese sul serio e lo scenario, prima di investire, va analizzato con tutti gli strumenti tecnici che IQ Option mette a disposizione ai suoi utenti.

Leggi anche: Social trading.

Operare con le Opzioni Forex: suggerimenti pratici

Operare con le Opzioni FX, si è detto, necessita di alcuni accorgimenti particolari. Non si pensi minimamente di aprire operazioni a casaccio né, tanto meno, di prendere alla leggera le possibilità che le Opzioni FX paiono rendere disponibili.

Per questo motivo di seguito sono esposte alcune osservazioni sulle Opzioni FX che possono rivelarsi molto utili per muovere i primi passi con questo nuovo strumento:

1 – Strike Price high e Put?

Si tratta di una importante constatazione da fare. Dopo aver eseguito qualche operazione sul conto demo di IQ Option (clicca qui), infatti, anche l’utente più disattento si accorge di un dato fondamentale.

Andando ad aprire una posizione di Call su uno Strike Price maggiore rispetto a quello in atto, i tassi di profitto sono negativi anche se il titolo raggiunge quella quota. Come mai?

Aprendo una posizione sul Forex con i CFD, tra le info è riportato il valore dello Spread variabile. Il grafico, infatti, posiziona l’asticella del profitto al di sopra del prezzo di ingresso del numero di pips corrispondenti allo Spread di ingresso.

Questo avviene perché, nonostante non vi sia alcuna commissione di acquisto sull’Opzione FX, essa comunque presenta un costo, come puoi vedere nell’immagine.

Costi Opzioni FX

Per questo motivo, impostare un Strike Price di molto inferiore al prezzo attuale e poi selezionare l’opzione Call, infatti, non muta la situazione. Allo stesso modo non ha alcun effetto impostare lo Strike Price alto e selezionare l’opzione Put.

Sta di fatto che i valori estremi del titolo sono presenti per permettere previsioni particolarmente rilevanti per scadenze di Opzioni FX lunghe. Se si riesce a cavalcare un trend dominante con le Opzioni FX, i profitti che si possono ottenere sono decisamente notevoli.

2 – Investire in trend laterale?

Si tratta di una soluzione che sconsigliamo caldamente. Se una coppia di valute entra in un trend laterale, di contrazione dei prezzi, è necessario evitare di investire con le Opzioni FX.

La volatilità di un titolo nelle fasi di contrazione, infatti, è troppo bassa. I minimi e i massimi che la coppia di valute può raggiungere sono insufficienti a rendere conveniente il ricorso alle Opzioni FX. Questo in particolar modo se si tiene conto della caratteristica evidenziata in precedenza.

Ad essere onesti, sconsigliamo qualsiasi tipo di operazione su titoli in trend laterale.

3 – Gestione del capitale con le Opzioni FX

La gestione del capitale è essenziale con le Opzioni FX. A tal proposito è sconsigliato investire più del 5% del proprio capitale in ciascuna operazione. In questo modo si riescono comunque  ottenere profitti interessanti a fronte di un rapporto di rischio/rendimento controllato.

Le Opzioni FX, inoltre, specialmente se si parte da capitali dell’ordine di qualche centinaio di euro a salire, permettono una buona gestione dell’investimento. Infatti, nel caso in cui la previsione che hai realizzato inizia a realizzarsi, puoi ripartire il tuo investimento in più segmenti.

Similmente a come avviene per gli investimenti in CFD, anche le operazioni con le Opzioni FX possono essere chiuse poi in progressione non appena i tassi di profitto sono positivi.

In questo modo ci si andrà ad assicurare una solida base di ritorni ancor prima della scadenza del tempo indicato per le operazioni. Questa tecnica è anche molto utile per limitare le perdite.

Ti abbiamo detto che si può perdere al massimo il 100% del capitale investito?

Ebbene, se il contratto non riesce a raggiungere gli obiettivi per valori che non comportano perdite del 100%, è possibile vendere l’operazione prima che la situazione possa peggiorare. Ovviamente la chiusura anticipata presenta anch’essa un costo, quindi è necessario fare bene i propri calcoli.

4 – Dati i costi, conviene investire in Opzioni FX?

Domanda legittima, questa, che non ha altra risposta se non: dipende.

Durante le fasi di trend dominante una Opzione FX può portare a profitti considerevoli che, di fatto, rendono i costi del servizio totalmente insignificanti.

Quest’immagine ritrae un’operazione condotta in occasione di un rialzo degno di nota della coppia USD/CAD impiegando il conto demo di IQ Option: come si può vedere, ottenere profitti con le Opzioni FX non è difficile impiegando i giusti mezzi.

Ovviamente un simile risultato può essere ottenuto e migliorato esclusivamente durante fasi di trend dominante. Come abbiamo già detto, le fasi di trend laterali sono da evitare, specialmente se si è alle prime armi.

I costi delle Opzioni FX, inoltre, rendono quasi impossibile trarre profitti decenti in periodi caratterizzati da una bassa volatilità.

Approfondisci: Vivere di trading.

5 – Su quante Opzioni FX si può investire?

Attualmente le Opzioni FX rese disponibili da IQ Option sono 21 e comprendono coppie di valute disponibili su vari mercati. Sono tutte coppie di valute principali, motivo per cui non è difficile reperire materiali e guide agli investimenti che possano aiutare anche gli utenti inesperti.

In particolar modo consigliamo di far riferimento a guide e materiali che spighino quali indicatori andare ad applicare al grafico e, ovviamente, come leggerli.

IQ Option ha, tuttavia, annunciato che ha intenzione di estendere le Opzioni FX anche a titoli appartenenti ad altri mercati finanziari. In particolare nel mirino del broker vi sono azioni, ETF e materie prime. In questo modo la piattaforma potrebbe sfruttare al massimo la vasta scelta di asset che già rende disponibili agli investimenti con i CFDs.

Su IQ Option, infatti, si può operare su circa 168 titoli azionari e 5 materie prime. Non nascondiamo la nostra curiosità dinanzi alla possibilità di investire in oro o petrolio con questi nuovi strumenti.

Opzioni FX: considerazioni finali

In conclusione le Opzioni FX rappresentano un nuovo modo alternativo per operare sul Forex. Le possibilità offerte da questi nuovi strumenti sono decisamente interessanti ma richiedono particolare attenzione.

Consigliamo di passare sufficiente tempo sull’account demo, illimitato e gratuito di IQ Option, prima di passare al conto reale: sebbene questo presenti un deposito minimo di 10€ operare con uno strumento con cui non si ha dimestichezza è sempre una pessima scelta.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]