Investire in petrolio: Come e dove fare trading?

Investire in petrolio è una buona idea? Sono in molti a chiederselo. Quando si parla di petrolio non si può fare a meno di notare quanto fascino questo combustibile fossile eserciti su ciascuno di noi.

L’importanza di questa materia prima non ha fatto che crescere in questo ultimo secolo e tra la paura che la sua produzione possa calare e che l’era dell’oro nero possa finire, il suo prezzo è andato crescendo enormemente negli ultimi anni.

Ma non sono mancate nemmeno le battute d’arresto ed i crolli nella sua valutazione: tutto questo rende il petrolio la materia prima per eccellenza su cui investire. In parole molto semplici: il petrolio non può mancare in nessun portafoglio di investimento che si rispetti.

Come investire in petrolio? In questa guida analizzeremo:

  • Se conviene
  • Qual è il suo andamento e quali sono le previsioni
  • Quali sono le migliori piattaforme per investire

🔽SUGGERIMENTO INIZIALE🔽

Come vedremo, la soluzione più versatile per investire nel petrolio sono i CFD, i quali consentono di puntare sul rialzo o sul ribasso del prezzo della materia prima.

Questi asset, si trovano sui broker online come eToro, un intermediario che consente di puntare sui mercati finanziari più disparati, utilizzando perfino strumenti di trading automatico, come il Copy Trading, che consente di investire in petrolio (e non solo) copiando le operazioni degli specialisti del trading. Per iniziare, dovrai solo seguire questi step:

  1. Registrati su eToro. 
  2. Effettua il deposito iniziale (su eToro bastano 50 euro).
  3. Cerca l’asset legato al petrolio. 
  4. Apri la posizione, al rialzo o al ribasso. 

Clicca qui per aprire un conto su eToro

🎯 Asset Petrolio
📈 Come investire? CFD
📌 Altre soluzioni Azioni – ETF
🏆 Miglior broker eToro

Come investire in petrolio?

Come accennato, il metodo più semplice per investire in materie prime e fare trading sui prezzi del petrolio è l’utilizzo di contratti per differenza (CFD). I CFD sul petrolio greggio sono disponibili su due prodotti principali, il WTI/Light Crude statunitense come scambiato sul New York Exchange (NYMEX), o il greggio Brent che è scambiato sull’Intercontinental Exchange (ICE).

Grazie ai CFD, sarà possibile investire sul rialzo o sul ribasso del prezzo del petrolio, senza dover necessariamente detenere un titolo (o ancora peggio un barile) della materia prima. 

Per iniziare ad investire con questo strumento, ti basterà un broker di CFD come eToro e realizzare questi semplici passi sulla sua piattaforma:

  1. Apri un conto di trading: Solitamente, questo processo richiede di compilare un modulo online con le informazioni personali richieste.
  2. Effettua un deposito: I broker online offrono solitamente diverse opzioni di deposito, come bonifici bancari o pagamenti con carta di credito.
  3. Scegli il tipo di investimento: Qui dovrai scegliere i CFD come strumento di investimento.
  4. Esegui l’ordine di trading: Dopo aver analizzato il mercato e aver preso una decisione di investimento, puoi eseguire l’ordine di trading.

Clicca qui per investire in petrolio

Oltre ai CFD, esistono altre soluzioni per investire in petrolio, ovvero puntare sulle azioni e gli ETF che hanno a che fare con questa materia prima. Vediamo in che cosa consistono. 

Azioni

Le azioni sono titoli di proprietà che rappresentano una quota di una società. Nello specifico, investire in azioni nel settore petrolifero significa acquistare azioni di società attive nell’estrazione, raffinazione o distribuzione del petrolio. Alcuni esempi di azioni sul petrolio sono:

  • Exxon Mobil Corporation (XOM).
  • Chevron Corporation (CVX).
  • Royal Dutch Shell PLC (RDS.A/RDS.B).

Clicca qui per investire in azioni sul petrolio

ETF

Gli ETF, o Exchange-Traded Fund, sono fondi di investimento che replicano l’andamento di un indice o di un settore specifico. Gli ETF sono negoziati in borsa e offrono agli investitori una forma di esposizione diversificata a un determinato mercato o asset. Per quanto riguarda gli ETF sul petrolio, ci sono diversi esempi che gli investitori potrebbero considerare:

  • United States Oil Fund (USO).
  • ProShares Ultra Bloomberg Crude Oil (UCO).
  • iPath Series B S&P GSCI Crude Oil Total Return Index ETN (OIL).

Clicca qui per investire in ETF sul petrolio

Dove investire in petrolio? Migliori piattaforme

Andiamo ora a vedere quali sono le piattaforme che ti permettono di iniziare subito a fare trading sul petrolio. Prima di vedere i migliori intermediari, ti ricordiamo che per operare dovrai scegliere una piattaforma che abbia dei requisiti ben specifici, tra i quali:

  • Regolamentazione di un’autorità finanziaria affidabile.
  • Piattaforme di trading facili da usare.
  • Ampia gamma di strumenti di investimento legati all’industria petrolifera.
  • Spread competitivi e commissioni basse.
  • Strumenti di ricerca e analisi completi.

Ecco, qui di seguito, alcuni esempi di ottime piattaforme per poter investire in petrolio. 

eToro

A nostro avviso il miglior broker per investire in petrolio se sei un principiante è eToro. Il broker è regolamentato e ha una piattaforma eccellente soprattutto per chi è alle prime armi.

A fronte di un deposito minimo di soli 50$ il broker consente di accedere a una piattaforma con ogni comfort, ricca di asset attraverso le quali diversificare il proprio portafoglio e un’interfaccia userfriendly che dispone di ogni genere di strumento. 

Con eToro, tra l’altro, può investire in petrolio anche chi non ha mai fatto questo genere di operazioni in vita sua. Come? Basta attivare il servizio di Copy Trading, attraverso il quale potrai selezionare i trader di materie prime (e non solo) che storicamente hanno ottenuto buoni risultati, copiare le loro operazioni nel tuo portafoglio e ottenere gli stessi risultati, in proporzione al capitale investito su di loro. Il tutto, alle commissioni più competitive del mercato

Clicca qui per registrarti su Trade.com

Esempio pratico di investimento nel petrolio

Supponiamo che un trader decida di investire nel petrolio utilizzando il contratto per differenza (CFD). Inizialmente, il trader effettua un’analisi fondamentale del mercato petrolifero per comprendere le dinamiche sottostanti e prevedere le possibili fluttuazioni dei prezzi.

Successivamente, il trader apre una posizione CFD sul petrolio utilizzando una piattaforma di trading online come eToro o Trade.com. Il trader decide di investire $1000 sull’aumento dei prezzi del petrolio.

Dopo qualche tempo, il prezzo del petrolio aumenta, portando a un potenziale risultato per il trader. Decidendo di chiudere la posizione, il trader vende i suoi CFD ottenendo un beneficio di $200.

Grafico in tempo reale petrolio

Per investire nelle materie al meglio, è sempre consigliabile dare un’occhiata all’andamento del prezzo in tempo reale, per capire la profittabilità dell’investimento. Per questo, ecco quali sono le quotazioni del petrolio attualmente:

Quali sono i Market Mover del petrolio?

I Market Mover del petrolio possono essere di vario genere, ma si tratta di fattori che influenzano il prezzo e la volatilità del petrolio. Alcuni dei principali Market Mover del petrolio sono:

  • Domanda e offerta: La domanda globale di petrolio, che dipende dalla crescita economica e dalle politiche energetiche dei paesi, può influenzare il prezzo del petrolio. L’offerta di petrolio, determinata principalmente dalla produzione dei paesi produttori, può anche influire sul prezzo.
  • Geopolitica: Ad esempio, le sanzioni imposte a un paese produttore di petrolio possono limitare l’offerta e far aumentare i prezzi.
  • OPEC+: L’Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio (OPEC) e i suoi alleati, noti come OPEC+, hanno il potere di influenzare l’offerta di petrolio regolando la produzione.
  • Fluttuazioni valutarie: Ad esempio, un dollaro statunitense più forte può rendere il petrolio più costoso per i paesi che utilizzano altre valute, riducendo la domanda e abbassando i prezzi. Questo vale per tutte le commodity currencies.

È importante tenere presente che i Market Mover del petrolio possono variare nel tempo in base alle condizioni economiche, politiche e ambientali globali. Per questo, quando si decide di fare trading onlinein generale, è sempre bene valutare a livello macroeconomico ciò che può influire nel prezzo dell’asset di nostro interesse.

Previsioni per investire nel petrolio

Attualmente, non è possibile fare delle vere e proprie previsioni sul petrolio. Quando si fa trading di commodities, infatti, l’unico modo per prevedere l’andamento degli asset su cui si vuole puntare è valutare i market mover di quella materia prima (nel caso del petrolio, i fattori che abbiamo visto nel paragrafo precedente). 

In questo modo, si potrà realizzare un’analisi tecnica e fondamentale del titolo e valutare la bontà dell’investimento. Solo in questo modo è possibile fare delle vere e proprie previsioni e si potrà procedere con il comprare petrolio.

Strategie per investire nel petrolio

Quando si tratta di investire in petrolio, o in generale quando decidi di fare un qualsiasi investimento finanziario, ci sono diverse strategie che puoi adottare. Ecco alcune tecniche importanti da considerare:

  • Analisi fondamentale: Monitorare i dati economici, l’offerta e la domanda globale, i conflitti geopolitici e gli eventi politici può aiutarti a prendere decisioni più informate.
  • Utilizzo degli stop loss: Uno stop loss è un ordine automatico che chiude la tua posizione quando il prezzo raggiunge un determinato livello, riducendo così il rischio di subire grandi perdite.
  • Diversificazione: Considera di investire anche in altri settori o mercati per ridurre il rischio complessivo. Altre materie prime, per esempio, per diversificare il portafoglio possono essere lo zucchero, il cotone e l’argento. 

Ovviamente, questi sono solo alcuni esempi. La realtà è che, se vuoi davvero ottimizzare le tue operazioni sul petrolio, dovrai trovare la tua strategia e affinarla con l’esperienza. 

Perché investire nel petrolio?

Giunti a questo punto è lecito chiedersi se davvero conviene investire in petrolio. Per rispondere a questa domanda, ti consigliamo di fare una valutazione tu stesso, bilanciando quelli che sono i pro e i contro di questo genere di investimento. Vediamoli subito:

PRO

  • Domanda globale: Il petrolio è ancora una delle principali fonti di energia a livello mondiale e la domanda rimane costante, il che può offrire opportunità di generare risultati agli investitori.
  • Diversificazione del portafoglio: Investire nel petrolio può aiutare a diversificare il portafoglio, riducendo il rischio complessivo e bilanciando altri investimenti.

CONTRO

  • Volatilità dei prezzi: Il mercato del petrolio è noto per la sua volatilità, con fluttuazioni dei prezzi che possono essere influenzate da fattori come l’offerta e la domanda globali, eventi geopolitici e altre variabili.
  • Dipendenza da fattori esterni: L’andamento del prezzo del petrolio può essere influenzato da fattori geopolitici, decisioni politiche dei paesi produttori e altri eventi imprevedibili, che possono comportare rischi aggiuntivi per gli investitori.
  • Impatto ambientale: L’industria petrolifera è associata a problematiche ambientali come l’inquinamento, il cambiamento climatico e la dipendenza da combustibili fossili, che possono sollevare preoccupazioni etiche tra gli investitori.
Investire in Petrolio

Conclusioni

Arrivati a questo punto della nostra guida, dovrebbe essere ben chiaro quali sono le migliori soluzioni e come realmente investire in petrolio

Ad ogni modo, e la tua intenzione è quella di entrare in questo mercato, ricordati di farlo affidandoti esclusivamente alle piattaforme sicure e regolamentate di cui ti abbiamo parlato. Per decidere quale sia quella più adatta a te, puoi registrarti gratuitamente con un conto demo e iniziare a testare le tue strategie. 

🔽REGISTRATI PER INIZIARE AD INVESTIRE IN PETROLIO🔽

Piattaforma: Proprietaria
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Conto Remunerato
  • Azioni Frazionate
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma:
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    74.90% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro

    FAQ

    Investire in Petrolio conviene?

    La convenienza dell’investimento in petrolio dipende dal mercato in quel momento. Per questo, bisogna effettuare un’analisi tecnica e fondamentale per stabilirlo.

    Perché investire in petrolio?

    Insieme all’oro, il petrolio è sul trono del mercato delle commodities e rappresenta sempre un investimento da tenere in considerazione, anche semplicemente per diversificare il proprio portafoglio.