Plus500 è una truffa?

Plus500 è una truffa o no? Farsi questa domanda, considerando l’importanza del broker, è più che naturale al giorno d’oggi. Se ti è capitato spesso di porti questo dilemma, oggi siamo qui per darti qualche informazione in merito. Nelle prossime righe, infatti, parleremo del broker in questione e daremo qualche consiglio per utilizzarlo al meglio. Capiremo assieme del perché è sicuro e, soprattutto, del motivo per cui sono diffuse numerose opinioni negative su una piattaforma che, chiariamo subito, è tutto tranne che una truffa.

Plus500 denuncia: ecco cosa sapere

Perché così tante persone pensano che Plus500 (clicca qui per visitare il sito) è una truffa? Molti tra gli utenti che scrivono recensioni piccate online si esprimono sulla scia della chiusura di diversi conti, avvenuta nel maggio 2016. Cosa ha portato il broker a prendere questo provvedimento? Semplici questioni di correttezza formale. I conti chiusi, infatti, erano caratterizzati dall’assenza di alcuni documenti obbligatori per finalizzare l’iscrizione.

Questa decisione non rappresenta un motivo di preoccupazione, ma anzi un segnale della serietà del broker. Purtroppo, è stata presa in maniera negativa da diversi trader poco esperti, che si sono scagliati online contro la piattaforma. Di recensioni negative su Plus500 ce ne sono molte altre.

Alla base, però, ci sono motivi diversi. Quando si parla di Plus500 truffa, infatti, è necessario ricordare che, nel corso degli anni, molti trader alle prime armi si sono approcciati alla piattaforma senza avere alle spalle un’adeguata formazione.

Dopo aver perso cifre notevoli, si sono sfogati online denigrando Plus500 e altre piattaforme. Il broker, invece, è tutto tranne che poco serio. Marchio registrato e disponibile dal 2008, Plus500 è gratuito (non applica commissioni in quanto l’unico onere previsto è lo spread, ossia la differenza tra bid e ask) ed è legato a diverse consociate quotate sulla Borsa di Londra. Questa è solo una garanzia di sicurezza per gli utenti, i cui fondi, una volta depositati, vengono conservati su conti fiduciari a parte. In questo modo, gli iscritti non devono temere nulla anche in caso di eventuale liquidazione della società.

Clicca qui per aprire un conto di trading demo con Plus500 >>

Plus500 opinioni

Fatta eccezione per il caso appena ricordato e per altri dei quali parleremo poi, le opinioni su Plus500 son molto positive. Per capire il motivo basta aprire la schermata principale del broker. Sulla home (ma anche su altre pagine), è possibile trovare il pulsante “Inizia a fare trading adesso”, grazie al quale si ha modo di scegliere tra conto demo e conto con denaro reale. Per dare il via alla procedura, è sufficiente inserire i propri dati e attendere l’invio della mail per la conferma del conto.

Gli asset disponibili sono diversi. Tra questi, è possibile comprendere le criptovalute, le azioni e gli ETF, giusto per citarne alcuni. A prescindere da quello che si sceglie, in ogni caso è possibile operare con i CFD. I Contract for Difference sono strumenti derivati, grazie ai quali è possibile replicare l’andamento dei vari asset senza bisogno di acquistarli. Diffusi da una ventina d’anni, hanno acquisito popolarità solo quando il trading online è diventato appannaggio di tutti. Scegliendoli, è possibile tutelarsi dalla volatilità che caratterizza la maggior parte degli asset (criptovalute e azioni in primis), risparmiare tempo e denaro e gestire le operazioni di trading online in maniera molto semplice.

Con i CFD, infatti, quello che conta è aprire la posizione giusta tra long e short, indovinando l’andamento dell’asset. Strumenti facili da gestire anche se non si ha esperienza nel trading online, sono contraddistinti dallo spread, ossia la differenza tra bid e ask, come unico onere da considerare.

Quando si opera con i CFD, è fondamentale prendere in considerazione anche un forte rischio legato alla leva finanziaria. Ogni volta che la si nomina, si inquadra un moltiplicatore grazie al quale è possibile esporsi sul mercato con una cifra più alta rispetto a quella del deposito iniziale.

Per capire meglio come funziona il tutto, facciamo un esempio molto semplice. Immaginiamo il caso della leva 1:10. In questo caso, chi inizia con un deposito di 100 euro, può muoversi sul mercato come se ne avesse 1000. Dove sta il rischio? Nel fatto che sia i guadagni, sia le perdite, vengono calcolati sulla seconda cifra. Per questo motivo, è necessario gestire bene i meccanismi di stop loss, indicando al broker i limiti oltre i quali non andare in caso di operazioni che non vanno a buon fine.

Per rimanere in argomento e completare il quadro, ricordiamo anche la presenza del take profit. Di cosa si tratta? Del meccanismo opposto rispetto allo stop loss. Il trader, in questo caso, deve indicare al broker un limite oltre al quale non andare con i guadagni. Perché vale la pena fissarlo? Per il semplice fatto che tutti i trend, prima o poi, hanno una fine e dopo una crescita forte arriva sempre un assestamento verso il basso.

Clicca qui per aprire un conto di trading demo con Plus500 >>

Plus500 è affidabile?

La risposta è affermativa! Non solo Plus500 non è una truffa, ma è anche estremamente affidabile. Basta poco per capirlo. Già dall’immediatezza della home è chiaro che si tratta di una piattaforma adatta anche a chi è alle prime prime armi nel mondo del trading e ha intenzione di operare su un broker sicuro.

Come già detto, dalla home è possibile accedere alla schermata dedicata alla scelta tra conto demo e conto con denaro reale. Il primo è gratuito e illimitato. Una volta aperto, ci si trova davanti a una pagina che presenta, nella parte centrale, informazioni sull’andamento dei principali asset con la possibilità, ovviamente a livello virtuale, di vendere e comprare.

plus500 è affidabile
Plus500 è un broker di qualità fin dal conto demo

Sempre dalla suddetta schermata, è possibile avere il controllo in merito alla panoramica generale del conto, con informazioni sulle posizioni aperte, su quelle chiuse e sulla leva finanziaria. Dal conto demo, si riesce ad entrare nella sezione dedicata all’iscrizione con denaro reale. Per completare il tutto, basta effettuare un deposito minimo di 100 euro.

Plus500 informazioni: gli asset disponibili

Già da questi paragrafi è chiaro che Plus500 non è una truffa. Si tratta di un broker serio che consente di operare su diversi asset. Tra questi è possibile ricordare le criptovalute, le azioni, gli ETF, le materie prime. Per quanto riguarda il primo asset, ricordiamo che è possibile operare su

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Bitcoin Cash
  • NEO
  • Ripple
  • Iota

Chi, invece, vuole operare con le azioni, può scegliere tra i titoli di società come Apple, OVS, Unicredit, Spotify. Ovviamente, la strada migliore per operare è quella dei CFD. Plus500 permette anche di fare trading Forex. Gli utenti, in questo caso, possono operare con le maggiori valute mondiali.

Per completare le informazioni su questo broker, è il caso di fare il punto della situazione anche su tutto quello che riguarda i prelievi. La prima cosa da ricordare al proposito è che sono estremamente sicuri e che possono essere gestiti al meglio dalla sezione “Storia Monetaria”. Per l’elaborazione, siamo attorno a tempistiche medie pari a una giornata lavorativa. La situazione specifica può cambiare a seconda del metodo scelto. Giusto per fare un esempio ricordiamo che, in caso di prelievo con i portafogli Paypal e Skriller, si ha a che fare con tempistiche legate alle regole dei vari e-wallet. In caso di bonifico, invece, i tempi di riferimento sono connessi a quelli del singolo istituto di credito. Lo stesso discorso va fatto per quel che concerne i prelievi con la carta di credito.

Plus500 recensioni 2018: ecco cosa sapere

Come già detto, Plus500 è uno dei broker più famosi del mondo. Sicuro, semplice da utilizzare e disponibile anche in mobilità, ha conquistato riconoscimenti internazionali ed è sponsor di uno dei maggiori club calcistici, ossia l’Atlético Madrid.

Questo, ripetiamo, rappresenta una vera garanzia e il segno che la piattaforma non è affatto una truffa. Purtroppo – e lo abbiamo già ricordato – sul web capita di leggere recensioni che fanno pensare il contrario. Questo capita a tutti i broker e, con una buona esperienza nel trading online, è possibile tutelarsi da questi contenuti fuorvianti. Se, come accennato poco fa, molte volte alla base c’è la frustrazione di qualche trader che ha perso tutto per l’avventatezza e la scarsa esperienza, altre, invece, si ha a che fare con vere e proprie truffe.

I promotori di siti come Ripple Code, Bitcoin Code e molti altri sistemi di questo tipo, denigrano i broker seri come Plus500 cercando di portare utenti verso i propri siti. Basterebbero solo le informazioni date nei paragrafi precedenti per capire con chiarezza dove è meglio orientare l’attenzione ma, per aiutarti davvero a destreggiarti nel mondo del trading online, completiamo il tutto ricordando che:

  • Quando un portale non riporta informazioni in merito alla licenza CySEC, è il caso di cliccare in alto a destra e di riprendere a cercare il broker migliore per le proprie esigenze.
  • I broker seri, come appunto Plus500, sono molto chiari per quanto riguarda il rischio che, ribadiamo ancora una volta, caratterizza sempre il trading online, a prescindere dall’asset e dall’esperienza di chi opera. Bisogna diffidare fortemente quando un sito di trading mette in primo piano recensioni di utenti che, da un giorno all’altro, hanno cambiato vita.

Davvero basta affinare l’intuito per capire che Plus500 non è una truffa, ma anzi un broker molto serio che permette, partendo da un conto demo molto semplice da utilizzare, di fare trading con sicurezza su diversi asset.

Clicca qui per aprire un conto di trading demo con Plus500 >>