Paul Tudor Jones

Paul Tudor Jones più che un trader, è un’autentica leggenda della finanza. Neanche il trader più kamikaze del mondo si sognerebbe di fare il 100% annuo. Lui ci riesce, ed è, a dispetto di quello che molti potrebbero pensare, un trader che gioca più sulla difensiva che sull’offensiva.

 Il 19 Ottobre 1987 Wall Street piangeva, era crollata. Paul Tudor Jones, sorrideva, quel mese il suo fondo d’investimento sarebbe cresciuto del 62%.

Cerchiamo di conoscere meglio quello che può essere considerato a tutti gli effetti uno dei padri della moderna finanza, ripercorrendo le fasi salienti della sua vita e imparando i suoi più celebri consigli per tutti gli aspiranti trader.

Per quando il mondo della finanza sia sempre in continuo movimento e sempre cangiante, le sue dritte saranno di fondamentale importanza anche per tutti i trader che operano nel settore del trading online, magari utilizzando un broker innovativo come eToro (clicca qui).

Infine, a proposito di cambiamenti, vediamo oggi quali sono i modi più vantaggiosi per investire e quali sono i migliori broker, come eToro, IQ Option e Investous, con cui mettere in pratica queste preziose dritte.

Paul Tudor Jones: una vita di successi

Paul Tudor Jones II (nato il 28 settembre 1954 a Menphis, Tennesee), è il fondatore della Tudor Investment Corporation, una società di gestione del risparmio e di fondi privati.

I primi anni di vita mostrarono già quanto Paul potesse vantare una personalità molto forte e votata al successo. Si diplomò alla Presbyterian Day School, per poi iscriversi al college preparatorio di Memphis e infine all’Università della Virginia.

Nel mentre non mancò di svolgere svariate attività secondarie, tra cui spicca quella del pugilato, che lo vide anche campione nella categoria dei Welther.

Inoltre, Paul Tudor Jones non mancò di svolgere con impegno la carica di presidente della storica confraternita Sigma Alpha Epsilon e di scrivere sul giornale dei genitori, così da pagarsi gli studi.

Paul Tudor Jones
Paul Tudor Jones oggi

L’anno della svolta sarà il 1976, quando il neo-laureato Paul Tudor Jones chiede di essere introdotto al mondo del trading dall’illustre William “Billy” Dunavant Jr., grosso industriale specializzato nel mercato del cotone.

Sarà proprio questo l’asset prediletto del giovane Paul che, sotto la benevola ala protettiva di Dunavant Jr. riuscì in pochi anni ad imporsi in un mondo complicato come solo quello del trading sa essere.

Ancora più importante sarà, poi, l’incontro con uno dei più grandi trader di cotone al mondo, Eli Tullis, a cui, come spesso Paul sostiene nelle sue dichiarazioni ufficiali, deve la maggior parte delle conoscenze. Conoscenze che, come vedremo, saranno più che degnamente onorate.

Paul Tudor Jones: Tudor Investment Corporation e il lunedì nero

Al di là della modestia, Paul impara subito i segreti del mestiere e senza perdere tempo, nel 1980 fonda l’azienda Tudor Investment Corporation, che avrà come principali clienti, ovviamente, Dunavant Jr. e Eli Tullis.

Di certo oggi imparare a fare trading non necessita di grosse conoscenze nel mondo della finanza, ma basta utilizzare un broker come Investous che offre una grande quantità di guide e segnali trading.

Il Gruppo Tudor, composto da Tudor Investment Corporation e le sue affiliate, è coinvolto nel commercio, nel trading, negli investimenti e nella ricerca in attività che spaziano dal reddito fisso, valute, azioni e materie prime, classi di attività e relativi derivati e altri strumenti nei mercati globali, il tutto è rivolto ad una clientela internazionale e davvero molto vasta.

Il più grande successo dell’azienda si può forse considerare una delle manovre più ben riuscite e clamorose della storia della finanza.

Il 19 ottobre 1987, il famoso lunedì nero, le borse mondiali registrarono un crollo vertiginoso di spaventosa entità, che fece temere al mondo intero una seconda grande depressione in arrivo, poi scongiurata dai vari governi attraverso una puntala strategia di economia espansiva.

Ebbene proprio in quella giornata la Tudor Investment Corporation triplicò il suo valore grazie a due manovre short che passarono alla storia.

Fu quello il giorno in cui un abilissimo investitore passò col diventare uno dei più grandi trader della storia. I risultati oggi sono sotto gli occhi di tutti, ponendo Paul Tudor Jones di diritto tra gli uomini più ricchi della terra.

Sono proprio questi eventi che permettono di comprendere il valore di una delle caratteristiche principali di un buon trader: il fiuto per le opportunità. Una caratteristica che accomuna tanto Paul Tudor Jones quanto Warren Buffett e George Soros.

A partire dal marzo 2014, è stato stimato che questa azienda ha un patrimonio netto di 4,3 miliardi di dollari, secondo la rivista Forbes, e si è classificato come il 108° più ricco americano e il 345 esimo più ricco del mondo. Grazie a questo successo finanziario, ha fondato la Robin Hood Foundation.

Leggi anche: Psicologia del Trading Online.

Lo stile di Trading e i consigli per tutti i trader di Paul Tudor Jones

Lo stile di trading di Paul Tudor Jones è molto conosciuto tra tutti gli esperti di finanza ed investimenti. Vediamo dunque i suoi più celebri mantra e come poterli utilizzare per fare trading su piattaforme affidabili come IQ Option.

Paul preferisce non comprare o vendere nei punti “pivot”, a malapena li considera.

Continua a provare una posizione singola fino a che non cambia idea, supportato da un solo punto di vista fondamentale. Altrimenti, continua a tagliare la dimensione della sua posizione. Fa trading con il quantitativo minore nel caso in cui la trade non dovesse andare bene.

Questo si può considerare a tutti gli effetti una delle prime strategie di gestione del rischio, oggi molto in voga, soprattutto per chi fa trading online su piattaforme come eToro.

Paul Tudor Jones, si considera come un opportunista del mercato. Quando sviluppa un’idea, ci fa profitti sopra con un rischio molto basso. Una strategia di investimento che riesce a conciliare le caratteristiche vincenti delle operazioni di grandi trader come Nassim Taleb e di grandi cassettisti come il già citato Warren Buffett.

E’ uno swing trader, il suo mantra è che i soldi migliori si fanno quando il mercato si gira.

Esce dalle posizioni che non gli piacciono. Niente è meglio di una nuova partenza, senza andare in panico e tenendo sempre il pieno controllo della situazione. La chiave è avere una grande difesa, e non un grande attacco.

Maestro degli Stop Loss, se il titolo tocca quel determinato numero, esce dalla posizione.  Tuttavia non usa soltanto degli stop di prezzo, ma anche di tempo.

Non essere un eroe, non avere un ego. Non sentirti mai bravo. Nel momento in cui ti senti bravo, ti esponi ai rischi maggiori.

Questi tra i più celebri consigli portati in dote dal celebre investitore. Nonostante siano passati molti anni, queste dritte ben si adattano anche alle vicissitudini dei famosi trader moderni, nonostante la loro attività sia spiccatamente online.

Trading online oggi: i migliori broker per investire

Certo, nuovi problemi si sono posti, come scegliere un broker valido ed affidabile per operare nel miglior modo possibile.

Tuttavia, ogni problema ha la sua soluzione, per questo presenteremo alcuni tra i migliori broker in circolazione, quali eToro, Investous e IQ Option.

eToro: come investire in criptovalute

il primo broker che andremo a presentare è eToro (visita il sito ufficiale), piattaforma resasi famose per alcune caratteristiche molto peculiari, che la pongono senz’altro sopra la media offerta dal mercato.

Tra queste non si può non citare la celeberrima Area Social, il che rende la piattaforma molto simile ad un moderno social network.

Questa funzione permette uno strumento tra i più amati dalla community dei trader, il Copy Trading. Con questo strumento sarà possibile replicare in maniera automatica ogni investimento compiuto da un trader più esperto.

Prova ora il Copy Trading di eToro ed iscriviti subito sulla piattaforma!

Il vantaggio è, però, per ambo le parti. Se il primo beneficerà nel replicare gli investimenti compiuti da un professionista del trading, quest’ultimo otterrà dei premi in base ai follower ottenuti.

Altra caratteristica di fondamentale importanza, è la possibilità di acquistare criptovalute e di conservarle nel proprio eWallet.

eToro risulta per questi motivi una delle piattaforme più apprezzate sia da trader professionisti che da aspiranti investitori.

Iscriviti su eToro per comprare Bitocoin in maniera sicura ed affidabile!

Investous: trading come formazione

Per tutti i trader che privilegiano l’aspetto formativo del trading. Investous (visita il sito ufficiale) può essere la scelta giusta.

Questo broker fornirà in maniera del tutto gratuita un manuale di trading online in formato e-book, redatto anche grazie alla collaborazione con importanti analisti esterni.

L’aspetto formativo è forse uno dei più importanti quando parliamo di trading. Nessuno può pensare di affrontare degnamente questo complesso mondo, senza una buona base di studio e con una seria volontà di imparare.

Impara subito a fare trading gratuitamente con il manuale di trading di Investous!

Non mancano poi, sempre gratuitamente, continui segnali di trading, che terranno l’utente sempre aggiornato sulle manovre più convenienti del momento.

Investous è perfetto per tutti coloro vogliono imparare il trading online in ogni suo aspetto. Inoltre l’interfaccia studiata per la piattaforma risulta molto intuitiva, in modo da non disorientare i trader alle prime armi.

Sfrutta ora i migliori segnali di trading ed investi grazie ad Investous!

IQ Option: investire con piccole somme

Tra i motivi per cui il cittadino medio rimane ancora ben distante dagli investimenti, ci sono sicuramente i costi eccessivi per avviare questa attività.

IQ Option (visita il sito ufficiale) è intervenuta proprio su questo aspetto, rendendo la sua piattaforma fruibile davvero per chiunque, il deposito minimo è di soli 10 euro, cifra con la quale si potrà accedere a tutti gli asset presenti nel catalogo del broker.

Fai trading a basso costo ed Iscriviti su IQ Option con soli 10 euro!

Una caratteristica molto apprezzata, è la possibilità di investire attraverso le opzioni FX, che consentono di sfruttare anche i periodi negativi del mercato, come crisi economiche o sconvolgimenti geo-politici.

Inoltre, il conto demo, totalmente gratuito, consentirà di esperire il trading online, senza però impiegare somme reali, così da poter imparare senza affanni.

Questi, dunque, sono tra i migliori broker scelti da utenti ed esperti. Ricordiamo di fare molta attenzione nella scelta dei broker, a causa delle molte truffe telematiche presenti in rete.

Impara tutto sui mercati finanziari in maniera gratuita con il conto demo di IQ Option!

Il modo migliore di evitare ogni sorta di rischio è di affidarsi solo a broker certificati da importanti autorità di vigilanza finanziaria, come può essere la nostrana CONSOB o l’europea ESMA, esattamente come i broker precedentemente analizzati.

Il mondo del trading online può essere molto complesso e anche rischioso se si procede navigando a vista. Tuttavia, come ci mostra l’incredibile vita di Paul Tudor Jones Jr., se approcciato con le giuste conoscenze, può offrire grandi soddisfazioni.

Paul_Tudor_Jones

Che cosa possiamo imparare dal trader Paul Tudor Jones: in conclusione

Già soltanto la lista che abbiamo appena scritto, potrebbe essere un’occasione per tutti quei trader che vogliono imparare dai migliori, per elevarsi ad un livello superiore o semplicemente per migliorare le proprie performance nel trading online, magari utilizzando un broker affidabile come eToro, Investous o IQ Option.

Ma sarà il suo essere controcorrente nei momenti decisi a rimanere nella storia di questo settore. Inoltre Paul Tudor Jones ha dimostrato quanto possa essere importante la determinazione di un uomo, che anche nei momenti più oscuri riesce comunque a trovare una via di fuga.

Chi è Paul Tudor Jones?

Uno dei più grandi trader della storia, capace di ottenere profitti anche del 100% mensili.

Qual è il successo simbolo di Paul Tudor Jones?

Aver guadagnato moltissimo il 19 Ottobre 1987, il famoso lunedì nero in cui Wall Street crollò.

Qual è la strategia di Paul Tudor Jones ?

Paul Tudor Jones è un’opportunista che quando ha un’idea riesce a ottenere sempre il massimo profitto con il minimo rischio.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]