Migliori investimenti speculativi del 2024: tutte le opportunità

Gli investimenti speculativi sono quelli che prevedono l’acquisto o la vendita di un bene solo per rivenderlo poco dopo ricavando un utile. Solitamente l’asset in questione sono azioni, obbligazioni, materie prime e strumenti derivati.

Caratteristica che accomuna tutti gli investimenti speculativi è la presenza di una componente di rischio. Ciò va a bilanciare il potenziale di rendimento di questi investimenti e rende necessario soppesare, in anticipo, il rapporto rischi/benefici che ognuno di essi offre.

Per valutare quali siano i migliori investimenti speculativi dobbiamo prendere in considerazione alcuni elementi:

  • condizioni specifiche dell’asset – parliamo quindi di stato di salute della società, della volatilità delle azioni che stiamo osservando in un dato momento storico o della liquidità che riguarda una specifica materia prima (oro, petrolio, …);
  • notizie ed eventi economici – tutte le novità che possono avere un’influenza diretta sulle attività sulle quali vogliamo fare il nostro investimento speculativo;
  • situazione economica generale – perché anche l’andamento dell’economia nazionale e globale influenzano l’andamento del singolo asset, attraverso inflazione, tassi d’interesse, …

Come fare investimenti speculativi? La via più sicura prevede di appoggiarsi ad una piattaforma sicura e regolamentata come eToro. Grazie ad eToro potrai fare investimenti speculativi comodamente da casa tua o dal tuo smartphone, accedendo ai mercati finanziari in maniera rapida e intuitiva. Potrai anche iniziare con un conto demo gratuito e prendere confidenza con gli strumenti presenti.

Clicca qui per aprire un conto demo su eToro

Quali sono i migliori investimenti speculativi? Ecco la nostra scelta:

📈 INVESTIMENTO:💶 CAPITALE MINIMO:
Trading CFD50 €
Copy Trading200 €
ETF200 €
Fondi comuni d’investimento500 €
Hedge Fund100.000 €

Trading CFD

  • Investimento minimo: 50 €

I CFD possono essere considerati lo strumento speculativo per eccellenza, perché la loro struttura permette proprio di speculare sulle differenze di prezzo che si vengono a creare in seguito alle fluttuazioni di un asset.

Un CFD replica l’andamento di un sottostante, ovvero le azioni, la materia prima o coppia di valute prescelte dal trader.

Ciò permette di investire proprio sull’andamento, senza bisogno di acquistare il titolo: questo è il primo grande vantaggio, perché significa che i capitali necessari sono sensibilmente inferiori.

Secondo vantaggio è la possibilità di investire al rialzo e al ribasso:

  1. Se acquisti un CFD di tipo “Long potrai guadagnare per ogni punto di crescita dell’asset. Se per esempio il prezzo cresce del 10% passando da 3 dollari a 3,30 dollari, allora tu hai guadagnato il 10% sul tuo capitale investito.
  2. Se investi su un CFD di tipo “Short allora potrai guadagnare allo stesso modo di prima ma soltanto se il prezzo diminuisce.

Ovviamente anche le perdite sono commisurate e seguono lo stesso meccanismo nel caso in cui il prezzo dovesse andare in direzione opposta al tuo investimento.

I CFD sono prodotti finanziari a zero commissioni, perché l’unico costo associato è quello relativo allo spread (differenza tra valore di acquisto e valore di vendita al momento dell’investimento).

Parliamo inoltre di prodotti a leva, che permettono quindi di usare un moltiplicatore di capitale per amplificare la portata del tuo investimento. Attenzione: la leva finanziaria è uno strumento avanzato, da usare con cautela se sei ancora alle prime armi.

Molti investitori scelgono il trading CFD perché permette di avere un maggiore controllo sulle proprie operazioni e sul rapporto rischio/rendimento, grazie agli strumenti di gestione come stop loss e take profit.

Clicca qui per iniziare a fare trading CFD

Copy Trading

  • Investimento minimo: 200 €

Il Copy Trading è un’interessante modalità di investimento che permette di impiegare il tuo capitale anche in maniera passiva.

Ciò significa che, anche se non hai molta esperienza in termini di investimenti speculativi, potrai comunque operare sui mercati finanziari semplicemente seguendo ciò che fanno altri trader più esperti di te.

Come è facile intuire dal nome stesso, il Copy Trading ti permette di copiare, in scala 1:1, le operazioni degli altri. In questo modo potrai ottenere gli stessi risultati anche di investitori attivi da anni, in misura logicamente proporzionale al capitale investito (potrai quindi scegliere di impiegare capitali inferiori o superiori rispetto ai trader copiati).

Dove fare Copy Trading? Non tutte le piattaforme offrono questo strumento ai propri iscritti: eToro lo fa e il suo Copy Trading è il più efficiente tra quelli che abbiamo avuto modo di provare.

Nella sezione dedicata (chiamata “Traders”) potrai filtrare gli investitori da seguire sulla base di performance, propensione al rischio e asset negoziati.

Ti consigliamo di scegliere almeno 5 trader da seguire, così da avere una diversificazione adeguata dei tuoi investimenti.

Puoi iniziare anche in modalità demo gratuita e senza limiti.

Clicca qui per fare Copy Trading su eToro

Fondi comuni d’investimento

  • Investimento minimo: 500 €

I fondi comuni d’investimento stanno riscuotendo un successo crescente anche in Italia. La motivazione principale va ricercata in un buon bilanciamento tra rischi e rendimenti, che ben si lega con la possibilità di investire in diverse tipologie di asset.

I fondi principali si occupano di investimenti azionari, obbligazionari o in titoli di Stato. A gestire i fondi comuni d’investimento troviamo delle SGR (società di gestione del risparmio), che raccolgono i capitali da più soggetti per investire poi il tutto come un capitale unico. La gestione è quindi uguale per tutti i soggetti coinvolti, così come la suddivisione dei rendimenti (in base alle quote del fondo acquisite).

Tra gli investimenti altamente speculativi, i fondi si posizionano su una linea intermedia per quanto riguarda il rapporto costi/rendimenti: il “costo di accesso” è infatti inferiore rispetto agli hedge fund, a fronte di rendimenti comunque interessanti.

Ciononostante dobbiamo ricordare la presenza di costi fissi, come le commissioni d’entrata, le spese di gestione e le commissioni di performance.

ETF

  • Investimento minimo: da 10 a 200 €

Si tratta di una modalità di investimento passiva: in maniera simile a quanto visto per i CFD, anche gli ETF replicano l’andamento di un asset sottostante. In questo caso però si parla di fondi negoziati di borsa, che includono quindi diversi asset (azioni, obbligazioni o materie prime, ad esempio) all’interno di un unico portafoglio.

Il vantaggio degli ETF rispetto ai fondi comuni d’investimento è che possono essere negoziati durante tutta la giornata, che hanno un buon rapporto rischio/rendimento e che consentono una buona diversificazione. Lo svantaggio è che richiedono capitali più elevati per investire (rispetto al trading CFD) e che spesso sono soggetti a commissioni fisse.

Il successo crescente degli ETF è dovuto alla loro relativa facilità d’uso, unita a rendimenti che potremmo definire discreti. Anche questo strumento è presente sulle migliori piattaforme di trading che abbiamo presentato, disponibile per tutti anche in modalità Demo.

Gli Exchange Trade Fund sono uno degli investimenti speculativi più usati al mondo: puoi scoprire come funzionano iscrivendoti gratuitamente su eToro, per esempio; in caso di difficoltà potrai contare in qualunque momento sull’assistenza dedicata di un account manager, sempre disponibile per qualunque esigenza.

Clicca qui per investire in ETF su eToro

Hedge Fund

  • Investimento minimo: 100.000 €

Quando si parla di hedge fund si fa riferimento ai veri e propri fondi che rientrano tra gli investimenti altamente speculativi. Si tratta di una tipologia di investimento di tipo privato che viene gestito da aziende interamente dedicate a tale scopo (Blackrock, Bridgewater, …).

Con questo tipo di fondi ci si pone l’obiettivo di generare profitti costanti nel tempo, cercando di sfruttare il meccanismo delle correlazioni tra i mercati e facendo investimenti speculativi sempre con un rapporto rischio opportunità medio alto.

Le aziende che gestiscono i fondi lo fanno immettendo investimenti su tantissimi mercati e posizioni differenti riuscendo così a coprirsi dal rischio di perdita in maniera efficace. Si tratta di strategie di gestione del portafoglio di investimento.

Come abbiamo detto gli hedge fund sono una forma di investimento piuttosto elitaria che non è facilmente aperta a tutti. I posti per i piccoli investitori in questo settore sono limitati, anche perché la soglia di investimento minimo è molto elevata.

Inoltre, le pratiche adottate sono in certi casi borderline e per questo a gestire gli hedge fund intervengono enti specializzati che sanno come evitare i problemi con le regolamentazioni.

Ci sono poi da considerare le commissioni, che sono considerevoli. Si paga un fisso annuo e poi ci sono sempre da corrispondere delle commissioni a performance, ovvero sui propri profitti ottenuti nel corso dell’anno.

Riassumendo, siamo davanti a investimenti con rischio medio/alto, nei quali è necessario un capitale di investimento da 100.000 € a salire e che devono sottostare a severe regolamentazioni sul patrimonio.

Investimenti speculativi

Conclusioni

Come hai avuto modo di scoprire nella nostra guida, gli investimenti speculativi non sono impossibili da fare oggi come oggi.

La soluzione più semplice è quella di rivolgersi a degli intermediari finanziari pronti a dare accesso ai mercati in qualsiasi momento a traders che abbiano anche piccoli capitali da investire.

Insomma, speculare è semplice… Se sai come farlo, ma anche dove farlo. Per capire quale possa essere la piattaforma più adatta alla tua filosofia di trading, puoi approfittare della possibilità di iniziare in modalità Demo. In questo modo potrai testare tutto ciò che hanno da offrirti, senza costi e senza rischi.

Clicca qui per aprire un conto demo su eToro

FAQ

Quali sono i migliori investimenti speculativi?

Al giorno d’oggi la scelta migliore ricade sul trading CFD oppure sugli investimenti in ETF.

Quali sono gli investimenti altamente speculativi?

Gli hedge fund rappresentano l’investimento dai maggiori rendimenti, ma richiede anche capitali elevati (nell’ordine delle centinaia di migliaia di euro).

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.