IWBank

Il trading con IWBank è legale e funziona? Ad oggi se lo chiedono in molti perché questa piattaforma di negoziazione ha avuto modo di suscitare molte attenzioni negli ultimi anni. Precisiamo subito che si tratta di un intermediario finanziario autorizzato dalla CONSOB e quindi in grado di offrire legalmente i suoi servizi in Italia.

Il nome completo del broker è IWBank Private Investments. In realtà, oltre ad essere un intermediario di mercato IWBank è soprattutto una banca e precisamente una banca del gruppo UBI Banca tra le più solide dello scenario italiano ed europeo. I servizi offerti sono incentrati sulla consulenza agli investimenti e sulla pianificazione finanziaria di singoli e famiglie.

Nonostante si tratti di una banca conosciuta e facente capo a un gruppo, negli ultimi anni si sono susseguite alcune notizie preoccupanti che l’hanno riguardata. Questo ha generato dei dubbi sulla sua affidabilità sia da parte di risparmiatori sia da parte di traders che la usano come piattaforma di investimento.

Nel corso di questa guida facciamo un riassunto del servizio di IWBank per capire soprattutto come ha organizzato il trading nella sua piattaforma e se è realmente conveniente. Inoltre, avremo modo di dimostrare che si tratta di un broker legale i cui servizi sono stati autorizzati dalle autorità competenti.

Per finire faremo un confronto tra l’offerta di mercato di IWBank e quella di altri broker di trading online non legati alle banche e al sistema bancario. Uno di questi è ad esempio 24option (visita il sito ufficiale qui), broker regolamentato che si pone in perfetta scia concorrenziale con IWBank grazie a un’offerta di servizi di negoziazione praticamente gratuiti.

Chi è IWBank

IWBank ha cominciato ad operare con lo scopo di diventare una sorta di “Casa degli Investimenti” per i propri clienti. Possiede una rete professionale di consulenti che operano anche fuori sede nella proposizione commerciale del trading offerto dal broker.

Come banca IWBank Private Investments ha ottenuto un buon rating relativo al suo tasso di solidità con un Capital Ration di 18,67% e CET1 di 16,87%. Inoltre opera con l’appoggio di UBI Banca, ovvero il quarto Gruppo Bancario Commerciale in Italia per capitalizzazione di Borsa.

Questi numeri e dati la dicono lunga su quanto sia sicura IWBank e quanto siano affidabili i suoi servizi. Un provider che fa parte di un gruppo importante come quello di UBI Banca non è certo votato alla truffa dei suoi clienti, anche perché si tratta di servizi strettamente controllati dalle autorità.

Era il 25 maggio 2015 quando nacque l’unione tra IWBank e UBI Banca Private Investment. Ecco perché oggi la banca porta il nome di IWBank Private Investment. Come banca quest’ultima opera 100% online svolgendo la sua attività quasi interamente senza l’ausilio di sedi fisiche sul territorio.

Il trading di IWBank

IWBank ha creato un’offerta riservata agli specialisti del trading, ma che può essere sfruttata facilmente anche da chi vuole diventarlo. Il servizio prende il nome di IW Conto Trading. Aprendo un conto presso IWBank è possibile usufruire dell’uso della dello stesso senza pagare alcun canone, compreso di tutta l’offerta di trading del broker.

Grande è anche la varietà di mercati dove è possibile negoziare con il broker. Eccone una quadro completo:

MERCATI AZIONARI
Si può operare online o telefonicamente su 35 mercati azionari mondiali, tra cui:

  • Borsa Italiana
  • Nasdaq-Amex-Nyse
  • Euronext
  • Xetra e LSE
  • IBEX

STRUMENTI DERIVATI
Centinaia di Futures e Opzioni quotati su 10 mercati regolamentati mondiali, per 7 asset class disponibili:

  • Azioni e Indici Azionari
  • Obbligazioni
  • Dividendi
  • Cambi e Tassi di interesse
  • Commodities (materie prime)

MERCATI OBBLIGAZIONARI
5 mercati a tua disposizione per negoziare Titoli di Stato e Obbligazioni:

  • MOT
  • EuroMOT e ExtraMOT
  • EuroTLX®
  • Hi-MTF
  • Bloomberg MTF e OTC

Commissioni di IWBank

A fronte di una buona piattaforma di trading e di un buon numero di mercato disponibili, il servizio di IWBank si distingue in senso negativo per il discorso commissioni di trading. Come spesso accade per i broker di trading bancario purtroppo questi tendono a caricare costi eccessivi sulle spalle dei traders con possibili conseguenze sul loro potenziale di negoziazione.

Soprattutto operatori non molto facoltosi soffrono la presenza di commissioni salate perché queste rischiano di andare a smorzare il potenziale di investimento a mercato. Ci si trova nella condizione di non poter cogliere tutte le occasioni di trading che si presentano perché magari non si hanno abbastanza fondi per poter aprire eseguiti a mercato.

Facciamo un quadro delle commissioni di IWBank per capire quanto costano. Si può scegliere tra due profili di negoziazione:

  1. Profilo Fisso/Variabile: impone una spesa dello 0,19% per ogni operazione di mercato a partire da un minimo di 2,5€ per finire a un massimo di 18 euro. Questo profilo si può utilizzare sul mercato azionario telematico, sul mercato SEDEX MTF, sull’obbligazionario telematico (MOT – EUROMOT – ExtraMOT), sul mercato EuroTLX e sul Hi – MTF.
  2. Profilo Adattivo: qui si hanno commissioni fisse adattive che si adeguano al livello di operatività del trader e prevedono l’attribuzione di un livello di commissione in funzione all’importo di commissioni generate nel mese precedente. Il minimo che si può pagare con questo sistema sono 1,95€ per seguito.

Il broker pubblicizza come convenienti ambedue i profili, ma si dimentica di menzionare che sono convenienti soltanto per i traders con grossi capitali di negoziazione. Il sistema di commissioni di IWBank è stato ideato per premiare i traders con un sistema progressivo: quelli che hanno pagato di più nel mese precedente pagano meno nel mese successivo.

Tuttavia, è chiaro che non tutti i traders possono permettersi di pagare più di 2000€ di commissioni in un mese per pagarne 1500 il mese successivo. A nostro parere fino a quando le condizioni di negoziazione di IWBank resteranno su questi livelli sarà difficile che il suo trading finanziario possa essere aperto anche ai principianti del settore.

Trading a commissioni Zero: come farlo?

Per fortuna nel settore del trading online non mancano le opportunità per fare trading senza dover pagare commissioni. Ci sono alcuni broker non legati al discorso bancario e che quindi vivono liberi dalle sue logiche.

Internet oggi offre molte libertà e una di queste è anche quella di operare sui mercati finanziari senza doversi fare carico di commissioni importanti. I broker non bancari sono autorizzati e sicuri tanto quanto quelli guidati dalle banche con la differenza che hanno un servizio quasi privo di costi e che offrono molta più libertà di negoziazione.

Facciamo ora due esempi di eccellenti broker di trading online che si basano su sistemi completamente diversi da quello bancario dando ai traders la possibilità di risparmiare sui costi di negoziazione e di operare in base alla massima libertà di scelta.

Stiamo parlando di:

  • eToro (visita il sito ufficiale, clicca qui)
  • 24option (visita il sito ufficiale, clicca qui)

Commissioni zero con 24option

24option è uno dei diversi providers di servizi finanziari oggi disponibili in rete. Ma in realtà non è uno qualsiasi. Si tratta di uno dei migliori broker in circolazione e la sua fama in questo periodo ha toccato livelli davvero considerevoli.

Grazie a un servizio completamente basato sulla rete internet, 24option è broker fruibile del tutto online, qui è presente anche la sua piattaforma di negoziazione dotata di tutto quello che serve a un trader per affrontare nel migliore dei modi le intemperie dei mercati finanziari.

Da qualche tempo 24option è anche diventato sponsor della più importante squadra di calcio italiana. Stiamo parlando della Juventus F.C. che ha trovato un accordo di partnership della durata di diversi anni proprio con 24option.

Questo broker si distingue da molti altri per un aspetto in particolare: ha scelto di rendere il suo servizio quasi completamente a costo zero. L’unico costo previsto dalla sua piattaforma di trading è quello relativo allo Spread, ovvero la differenza di tra prezzo di acquisto e vendita di un bene sul mercato.

In sostanza, si pagano solo bassissime percentuali del capitale investito per operazione. Parliamo comunque di cifre nettamente inferiori rispetto a quelle imposte da broker come IWBank che sono costretti ad alzare i prezzi a causa degli alti costi di gestione.

24option include nella sua offerta per i nuovi clienti alcuni servizi esclusivi come:

  1. Trading criptovalute: Bitcoin e tutte le sue sorelle sono valute sulle quali oggi come oggi conviene molto investire e per questo 24option le ha inserite come possibile asset di investimento nella sua piattaforma, cosa che IWBank non ha fatto. Clicca qui e scopri il trading Bitcoin con 24option.
  2. Corso di trading: nell’intento di permettere ai suoi clienti di migliorare le performance di negoziazione 24option ha ideato un corso di trading completo, disponibile gratuitamente per tutti i suoi clienti. Il corso consta di un eBook con molti trucchi e segreti per leggere e interpretare nel migliore dei modi i mercati finanziari. Clicca qui per ottenere il corso di 24option ora.

Trading per risparmiare con eToro

Allo stesso modo una buona soluzione alternativa a IWBank può essere il trading con eToro. Parliamo di un intermediario che offre le stesse garanzie di qualità e sicurezza di un broker bancario, ma che ha basato i suoi servizi su una logica praticamente a costo zero.

Etoro non impone commissioni di negoziazione e non fa pagare i suoi clienti nemmeno per usare la piattaforma, aprire il conto di trading o per prelevare e depositare fondi sul conto. I suoi creatori oltre 10 anni fa, hanno ideato questa piattaforma allo scopo di includere chiunque lo desiderasse nel settore del trading online.

Per raggiungere questo obiettivo sapevano che la chiave sarebbe stata di non imporre costi proibitivi per negoziare. Ecco perché oggi ben 4,5 milioni di persone usano la piattaforma di eToro e sembrano essere ben contenti di farlo.

Ma quali sono i servizi esclusivi di eToro? Possiamo elencarne 3:

  1. Conto demo: la piattaforma di eToro rende disponibile un favoloso conto demo gratuito. Con questa tipologia di conto si può disporre di una somma in saldo virtuale attraverso la quale è possibile fare negoziazioni al riparo da rischi. Clicca qui e apri il tuo conto demo con eToro.
  2. Popular Investors: attraverso il programma Popular Investors di eToro ogni utente della piattaforma può diventare una guida per altri investitori. In pratica con questo servizio i traders possono diventare dei guru e farsi copiare da altri utenti. La parte più interessante è che eToro paga i Popular Investors per essere copiati. Scopri il servizio andando sul sito di eToro. Clicca qui.
  3. Copy Trading: se esistono i Popular Investors è perché eToro ha introdotto anche il sistema di Copy Trading. Si tratta della possibilità di copiare automaticamente le operazioni che fanno i guru di eToro, ovvero traders professionisti che si rendono disponibili per fare copiare le loro operazioni ad altri utenti fin dal momento in cui entrano a mercato. Inizia a fare Copy Trading anche tu, clicca qui.

IWBank: problemi e notizie negative

Oltre alla questione commissioni, ci sono anche altre motivazioni che spingono i traders a non preferire i servizi di IWBank. Ad esempio è noto che negli anni questo broker sembra aver avuto alcuni problemi di tipo giudiziario, non direttamente legati al trading.

Questo non significa che i clienti di IW Bank siano stati frodati in qualche modo come accade con i servizi di finti broker come Wisebanc o simili. Tuttavia, nell’ottica di fare una recensione del servizio di IWBank è giusto riportare anche le problematiche che ha vissuto questo intermediario.

Sono note alcune vicende giudiziarie, soprattutto quelle risalenti al 2015. Ma prima di farsi idee sbagliate occorre ricordare che tutti gli imputati nel processo sono stati assolti. La Guardia di Finanza su ordine della magistratura ebbe ordine di fare una perquisizione presso la sede della banca.

Riportiamo la notizia solo per chiarire il perché alcuni utenti ad oggi sollevano ancora dubbi sul conto di IWBank. Ma anche per chiarire che qui su DiventareTrader parliamo soltanto di piattaforme di trading sicure e regolamentate e prima di parlarne facciamo tutte le dovute verifica.

Ad ogni modo, broker come 24option (visita il sito ufficiale qui) non hanno mai avuto di questi problemi e non sono mai stati indagati in alcun modo. Lo stesso dicasi per eToro (visita il sito ufficiale qui) broker che, anzi, è stato tra i primi in Europa ad ottenere senza alcun tipo di problema la licenza da parte di Consob e CySEC.

IWBank e trading: conclusioni

Come abbiamo avuto modo di sottolineare IWBank nonostante alcuni piccoli problemi a tutt’oggi è uno dei servizi di trading bancario più importanti e famosi in Italia.

Diciamo che tra i principali problemi della piattaforma ci sono le commissioni troppo pesanti e anche la mancanza di un conto demo come quello di eToro, di cui abbiamo parlato in precedenza.

Soprattutto per i traders meno esperti e senza grossi capitali di negoziazione, noi consigliamo di provare piattaforme di trading non bancario come eToro o 24option, per i vantaggi considerati in precedenza. 

Clicca qui per approfondire i servizi di 24option.
Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.