Trading Online Bancoposta

Trading Online Bancoposta è il servizio di negoziazioni finanziarie distribuito dall’azienda postale nostrana, ovvero Poste Italiane.

Di questi tempi molte persone si chiedono se il servizio di trading delle Poste possa essere realmente conveniente. Dopotutto si tratta di un’azienda nota e che di sicuro offre importanti margini di sicurezza per coloro che la scelgono per gli investimenti. Bisogna però fare alcuni confronto e considerazioni prima di poter dire che si tratti della scelta migliore.

Il trading delle poste non è molto diverso dal trading bancario, anzi si tratta quasi della stessa cosa perché le poste sono ormai diventate a tutti gli effetti anche una banca in grado di promuovere prodotti finanziari. Come banca le Poste hanno sicuramente gli stessi pregi e difetti delle altre banche in circolazione quando si parla di trading.

Andiamo a scoprire quali problematiche e punti di forza presenta il trading online Bancoposta con questa guida. La nostra analisi si fonderà anche sul confronto con altre realtà che offrono il trading online in Italia, parliamo di broker come eToro (clicca qui per visitare il sito ufficiale) che offrono sicuramente una soluzione conveniente. Non perdere dunque i prossimi paragrafi.

Trading online Bancoposta: come funziona?

Per cominciare a fare trading online con Bancoposta il prerequisito necessario è quello di essere correntisti. Sebbene i conti corrente postali siano piuttosto diffusi questo aspetto resta abbastanza problematico perché chi è interessato a fare trading, magari non ha alcun interesse ad aprire un conto corrente postale. Questa potrebbe essere solo una scocciatura, ma non solo perché il conto corrente ha un costo minimo di 48€ l’anno. Pur non essendo una cifra esorbitante, resta comunque un costo da sostenere.

Per cominciare a fare trading oltre a essere correntisti bisogna creare un account sul sito di Poste Italiane. Una volta fatto anche questo passaggio all’interno del sito bisogna andare nella sezione prodotti e scegliere la pagina dedicata al trading online. Da qui è sufficiente cliccare sul pulsante che riporta la scritta “Accedi al TOL”.

Il passo successivo consiste nell’inserire le proprie credenziali che possono essere le stesse del conto personale, altrimenti se si rappresenta un’azienda si può avere il conto aziendale per fare trading. Il sito permette di accreditarsi anche utilizzando l’identità digitale di Poste Italiane. A questo punto gli utenti possono avere due tipologie di conti:

  • Profilo di base gratuito
  • Profilo a pagamento

Il profilo avanzato prevede un costo di 2 euro al mese e questo è un costo che va ad aggiungersi a quello per il conto corrente e alle commissioni di negoziazione di cui parleremo in seguito.

All’interno della piattaforma del broker postale si può accedere ad alcune informazioni e schede sui principali mercati e sono presenti anche news sugli asset che si possono negoziare in piattaforma. Questi strumenti possono essere molto utili per fare investimenti con successo.

Quali sono le caratteristiche migliori del broker?

  1. Schede prodotto, news specializzate, analisi tecnica e fondamentale e guide;
  2. Formazione multimediale per una facile comprensione dei mercati e dei prodotti di investimento;
  3. Benefici di servizi esclusivi, sviluppati in collaborazione con i principali operatori del mercato;
  4. Piattaforma dinamica e personalizzabile con un click;

Costi e commissioni del Trading Bancoposta

L’aspetto meno conveniente del trading online con Bancoposta sono sicuramente gli alti costi di commissione. Come spesso accade nel classico trading bancario offerto anche da Poste Italiane, sebbene il servizio di per sé non sia male, il problema principale restano sempre i costi da sostenere.

Questo rappresenta uno svantaggio non da poco perché come qualsiasi trader può confermare, risparmiare sui costi operativi è fondamentale per fare investimenti profittevoli, anzi molto spesso questa è la prima inderogabile norma. Ma a quanto ammontano i costi in questione?

Ecco un elenco delle commissioni da pagare così come riportato dallo stesso dito di Poste Italiane:

  • Commissioni variabili: se si sceglie questa opzione i costi arrivano a un massimo di 18 euro per eseguito.
  • Commissioni fisse: costo massimo di 10 euro, ma opzione disponibile soltanto per chi ha il profilo avanzato.

Ecco tutti gli altri costi da sostenere con il trading online di Poste Italiane:

  • Conto corrente: 48 euro l’anno minimo
  • Canone fisso: 2 euro al mese
  • Imposta di bollo: 34,20 euro

Insomma a conti fatti si tratta di spese che non vanno sottovalutate perché annualmente si arriva oltre i 100 euro. Inoltre pagare da un minimo di 10 a un massimo di 18 euro per ogni singola operazione significa dover far fronte a spese importanti anche su base giornaliera.

Ad esempio se dovessi scegliere una strategia su base quotidiana che prevede anche 10 operazioni al giorno, il costo totale per aprire e chiudere ognuna di queste posizioni oscillerebbe tra 100 e 180 euro al giorno, somme davvero importanti che soltanto i clienti più facoltosi possono permettersi.

Come fare trading gratis?

A questo punto la domanda sorge spontanea: come si può fare trading gratuitamente? Come avevamo anticipato avremmo fatto un confronto con il broker di trading online eToro (clicca qui per leggere la recensione) per capire quale dei due conti fosse il più conveniente. In effetti se guardiamo soltanto all’aspetto dei costi senza considerare nient’altro eToro è sicuramente una piattaforma che fa risparmiare moltissimo rispetto al trading online Bancoposta.

Ecco un elenco dei costi assenti in eToro:

  • Non ci sono costi di commissione
  • Non ci sono canoni fissi
  • Non bisogna aprire conto corrente
  • Non è presente imposta di bollo

Insomma il trading con eToro è praticamente gratuito per tutti i suoi clienti. Come guadagna, dunque, il broker. L’unico costo per il cliente è quello di Spread, ovvero non esistono commissioni fisse, ma all’apertura di una posizione si paga la differenza di prezzo tra acquisto e vendita di un bene, il che può ammontare anche a solo pochi centesimi di euro.

Per di più eToro offre le stesse garanzie del trading Bancoposta perché si tratta di una piattaforma riconosciuta e certificata da tutti i principali enti di controllo europei e internazionali come la Consob e la CySEC, quindi dal punto di vista della sicurezza non c’è nulla da temere.

Trading online Bancoposta: mercati e strumenti

Altro aspetto da valutare per chi sta pensando di scegliere questo broker sono i mercati e gli strumenti finanziari che mette a disposizione. Sulla piattaforma di Bancoposta sono disponibili molti asset negoziabili. I principali sono quelli del mercato azionario italiano perfetti per chi intende investire in borsa da privato, ma non solo. Oltre alle azioni presenti a Piazza Affari è possibile fare operazioni anche sulle società quotate in EuroTLX, denominate in euro.

Xome strumenti finanziari disponibili ci sono anche le obbligazioni con tutto il loro comparto. Le obbligazioni sono sia del mercato italiano sia di quello estero e le emittenti sono su Borsa Italiana ed anche su EuroTLX denominati i euro e in altre valute. Ecco una lista degli altri strumenti disponibili:

  • ETF
  • ETC
  • ETN

Quali, dunque, le differenze tra conto base e conto avanzato? Le opzioni disponibili sul conto base sono davvero buone perché chi lo sceglie può comunque accedere a tutti gli strumenti finanziari sin qui menzionati. Si dispone inoltre di grafici di prezzo, strumento fondamentale per chi deve investire in borsa e in più sono presenti le news e il calendario economico.

Il profilo avanzato permette di accedere a diversi servizi aggiuntivi tra i quali uno sconto importante sulle commissioni, ma anche il book a 5 livelli in tempo reale, insieme ad altri strumenti di analisi tecnica e analisi fondamentale, da tenere in considerazione soprattutto per quei traders che intendono fare sul serio.

È possibile investire in criptovalute?

Abbiamo visto che le opzioni in fatto di asset negoziabili non mancano di certo sulla piattaforma di Bancoposta, tuttavia a moltissimi traders potrebbe sorgere la domanda: le criptovalute sono disponibili? In effetti questo asset è ormai tra i preferiti di numerosi investitori grazie al fatto che le forti oscillazioni che le monete virtuali fanno registrare ogni giorno, rappresentano un fattore di successo importante per fare profitti.

Purtroppo dobbiamo dire che il trading online Bancoposta non permette di investire in criptovalute. Semplicemente questo asset non è stato ancora incluso e nulla fa pensare che lo sarà a breve. Questo aspetto si traduce, quindi, in un piccolo svantaggio per coloro che scelgono di investire con Poste Italiane. Le criptovalute in futuro potrebbero conoscere grande diffusione e potrebbero salire di prezzo rivelandosi un grande affare, ma chi investe con Bancoposta potrebbe perdersi questa opportunità.

Dove investire in criptovalute?

Se non vuoi perderti l’occasione di fare trading di criptovalute allora devi proprio scegliere un broker alternativo. Per fortuna non mancano altri intermediari che da tempo hanno incluso le criptovalute nei portafogli di investimento dei clienti. Uno di questi broker è proprio eToro, broker che ci accompagna nel confronto con il trading Bancoposta, dopotutto non lo abbiamo scelto a caso.

Etoro sulla sua fantastica piattaforma offre il trading su numerose criptovalute altamente selezionate. Le scelte di eToro (visita il sito ufficiale qui) in fatto di monete virtuali non sono state fatte a caso, infatti il broker ha selezionato quelle a più alto rendimento, ma soprattutto sono presenti soltanto monete virtuali con progetti seri, non destinati a scomparire nell’oblio nel giro di pochi mesi.

Ecco un elenco delle criptovalute su cui è possibile negoziare:

  • Bitcoin
  • Ethereum
  • Litecoin
  • Ethereum classic
  • Dash
  • Ripple
  • Bitcoin Cash
  • Stellar
  • NEO

Come è possibile vedere eToro ha selezionato le migliori criptovalute in circolazione. Non a caso è uno dei broker che vanta la più lunga esperienza nel settore crypto. La possibilità di negoziare Bitcoin sulla sua piattaforma ad esempio è nota ormai da più di 5 anni.

Trading online Bancoposta: quali le alternative?

Ora che hai compreso qual è il livello di servizio offerto dal trading online di Bancoposta, abbiamo deciso di fornire qui tutte le migliori alternative presenti in Italia. Abbiamo selezionato alcuni broker oltre a eToro che rappresentano scelte altrettanto sicure e vantaggiose per fare trading online con successo. Andiamo quindi a presentarle.

Il Trading con eToro

Di eToro abbiamo già parlato abbastanza e quindi andremo ad aggiungere solo poche cose. Fino ad ora, infatti, non abbiamo menzionato la possibilità di fare trading su eToro con alcuni vantaggi unici di cui godono tutti i suoi clienti. Ecco di cosa stiamo parlando:

  1. Fare social trading: eToro è la prima e unica piattaforma al mondo che offre il Social Trading, ovvero la possibilità di fare trading in rete con altri investitori. Tutti i clienti dispongono di una bacheca dove possono postare materiale relativo al trading e dove ci si scambia consigli e novità.
  2. Copy Trading: andando sulle bacheche di altri utenti e guardando il loro profilo è possibile cominciare a copiare le operazioni che fanno questi utenti, in maniera del tutto legale, autorizzata e gratuita. Si possono scegliere anche i migliori professionisti e si possono copiare gratis.
Inizia ora a fare Copy trading con eToro, iscriviti qui.

Fare trading 24option

Alternativa valida al trading con Bancoposta è anche il broker 24option. Si tratta di un intermediario di assoluta qualità che offre il trading in Italia da parecchi anni. La sua convenienza è testimoniata dal fatto che ci sono davvero molte opportunità di crescita e apprendimento offerte gratuitamente per imparare a fare trading in autonomia. Ecco due esempi su tutti:

  1. Segnali di trading: con i segnali di trading di 24option mentre sei sulla piattaforma puoi ricevere notifiche che una volta aperte mostrano consigli di investimento validi perché basati su calcoli statistici. In più le notifiche contengono le indicazioni che spiegano come operare. Clicca qui per approfittarne subito.
  2. Ebook di trading: in più è possibile anche scaricare i libri digitali che insegnano come fare trading. 24option offre gratuitamente la possibilità di ottenere questi libri perché desidera che i traders che scelgono i suoi servizi siano preparati e pronti a investire con successo. Clicca qui e scarica subito l'eBook di 24option.

Fare trading con Plus500

Per finire in questo elenco non poteva assolutamente mancare Plus500. Anche questo è un broker di grande esperienza che offre il trading gratuito e senza commissioni a differenza di quello offerto da Bancoposta.

La società di Plus500 è molto importante e affidabile, non a caso si tratta dell’unico broker quotato presso la borsa di Londra, ma non solo perché Plus500 è così importante da essere lo sponsor principale dell’Atletico Madrid. Ecco due esempi di servizi imperdibili offerti da Plus500:

  • Conto demo: Plus500 offre a tutti i suoi clienti la possibilità di usare gratis il suo conto demo. Qui si possono fare simulazioni di trading e imparare tutto quello che c’è da sapere sulla sua piattaforma.
  • Piattaforma mobile: sebbene anche gli altri broker qui menzionati abbiano versioni mobile delle loro piattaforme, quella di Plus500 si fa notare per qualità e funzioni. Da provare assolutamente.
Clicca qui per iscriverti a Plus500 gratis.

Trading online Bancoposta: conclusioni

Nel corso di questa guida hai avuto modo di conoscere i servizi di trading offerti da Bancoposta. Secondo la nostra opinione sebbene il servizio di questo broker non sia scadente, esso pecca delle caratteristiche negative tipiche dei broker bancari, ciò significa alte commissioni e piattaforma poco smart e poco moderna.

Per chi desidera fare trading con broker altrettanto importanti e sicuri abbiamo anche discusso delle possibili alternative. Soprattutto se sei un trader principiante noi ti consigliamo di scegliere uno dei 3 broker da noi consigliati ovvero: 24option, Plus500 oppure eToro.

Questi sono sicuramente l’ideale per chi sta cercando di entrare ora nel fantastico mondo dei mercati finanziari.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.