Comprare Cardano: Guida Completa al Trading

Comprare Cardano è una scelta conveniente? Se sei qui, significa che ti sei fatto diverse volte questa domanda. Perfetto! La guida che puoi vedere qui sotto è dedicata proprio a questo argomento e contiene informazioni su eToro (clicca qui per visitare la pagina dedicata al Cardano), un broker fondamentale per fare trading su questa criptovaluta e non solo.

Cardano criptovaluta: cos’è

Comprare Cardano eToro

Comprare Cardano eToro

Cardano (ADA) è una criptovaluta sul mercato da settembre 2017. Il progetto è stato supportato da una ICO risalente al 2015, che ha visto più del 90% di acquirenti giapponesi. In poco tempo, per quanto riguarda la capitalizzazione, è riuscita a superare Monero, piazzandosi subito dopo Bitcoin Cash. Cardano è una blockchain che ha come principale caratteristica la decentralizzazione e dalla quale viene emesso il token ADA.

Il progetto si propone di raccogliere le principali caratteristiche delle blockchain di Bitcoin, Ethereum e Litecoin. Non a caso, nel board dei fondatori di Cardano, c’è anche uno dei cofondatori di Ethereum in veste di CEO della società Input Output HK. Si tratta di Charles Hoskinson che, ormai da diverso tempo, ha ufficializzato una visione diversa da quella di Ethereum. Per questo motivo, ha iniziato a lavorare con la Fondazione Cardano, di cui parleremo meglio nelle prossime righe.

Quando si parla di Cardano, come sarà chiaro già da queste righe, si inquadra un vero e proprio lavoro accademico; per capirne la portata, basta aver presente il fatto che il progetto della blockchain è stato sottoposto a un processo di peer review da parte di esperti indipendenti. La peer review è una procedura che trova applicazione nel mondo accademico e che certifica la qualità di un contenuto scientifico prima che questo sia reso pubblico.

Tra Ie caratteristiche di Cardano, è il caso di ricordare anche l’utilizzo dell’algoritmo Proof of Stake, contraddistinto da un impatto ambientale più basso rispetto al Proof of Work e funzionante senza bisogno del mining. Per fare un veloce confronto, facciamo presente che, per generare una transazione con Bitcoin, è necessario un dispendio di energia pari al fabbisogno di quasi 4 famiglie.

L’algoritmo Proof of Stake ha anche un altro aspetto positivo, ossia il fatto di essere il primo a essere stato accettato dalla community di Crypto 2017. Inoltre, si tratta del primo algoritmo PoS considerato scientificamente sicuro.

Come altre criptovalute, anche Cardano ha vissuto una crescita molto interessante. Ρer comprenderne la portata facciamo qualche riferimento specifico. Iniziamo dal 26 novembre 2017. Quel giorno, il prezzo di Cardano era pari a 0,03 dollari. In pochi giorni, è ha visto un aumento del 333%, toccando un valore pari a 0,13 dollari. Facendo un confronto con Bitcoin, abbiamo a che fare con una crescita corrispondente al 600% nei mesi iniziali.

Vantaggi di Cardano

Abbiamo citato solo uno dei vantaggi di Cardano, una criptovaluta che ha alle spalle un percorso di natura accademica. Tra le altre caratteristiche da ricordare, troviamo la scalabilità, che non implica necessariamente un alto numero di transazioni al secondo. Quando si discute di scalabilità in ambito Cardano, è il caso di citare vari fattori, che vanno dalla rete al ridimensionamento dei dati

Giusto per fare un confronto, ricordiamo che con Bitcoin le transazioni elaborabili al secondo sono 7. Con Ethereum, invece, si ha a che fare con 10/12 transazioni al secondo. Si tratta di una scenario che non è accettabile nel caso dei sistemi finanziari.
Il progetto di Cardano si propone di risolvere il suddetto problema, aumentando sia le transazioni elaborate al secondo sia le risorse della rete. Non a caso, il team di Cardano sta costruendo una rete nota come Recursive Inter-Network Architecture (RINA), avente lo scopo di creare reti eterogenee con un livello di privacy ottimizzato e una scalabilità eccellente.

comprare cardano

Un altro aspetto su cui i progettisti di Cardano stanno lavorando molto è l’interoperabilità. Nel mondo cripto c’è un problema generale, che riguarda il fatto che, in generale, se si opera su una blockchain non è possibile capire cosa sta succedendo sulle altre. Chi ha a che fare con la blockchain di Bitcoin, per esempio, non sa cosa sta succedendo su quella di Ethereum. Cardano, anche in questo caso, si propone di venire incontro agli utenti creando un sistema caratterizzato da interoperabilità. L’obiettivo specifico è quello di permettere alle singole blockchain di comunicare tra loro e con i sistemi finanziari.

Il terzo aspetto degno di considerazione è la sostenibilità. Per capire meglio cosa si intende, ricordiamo che, quando il team di una blockchain vuole puntare allo sviluppo, ha davanti diverse opzioni. Tra queste è possibile ricordare le ICO che, purtroppo, molte volte si riducono in un nulla di fatto senza la creazione di un modello sostenibile. Cardano, o per meglio dire il team che sta gestendo il progetto, vorrebbe superare questo aspetto, dando vita a un modello sostenibile e creando tesoro. Il suddetto, verrebbe man mano riempito con la creazione di nuovi blocchi.

Secondo il modello di sistema in questione, le dimensioni della rete andrebbero ad aumentare o diminuire sulla base della domanda del momento.

Cardano, inoltre, è una criptovaluta che segue il protocollo multi layer utilizzando il linguaggio di programmazione Haskell, considerato tra i più sicuri al mondo. L’ecosistema di Cardano è davvero avanzato e, attraverso il già citato protocollo multistrato, mira a proteggere la privacy degli utenti, senza mai mettere in secondo piano le esigenze dei regolatori.

Open source e privo di brevetti, ha un rischio di hard fork praticamente nullo e si configura come la criptovaluta più completa tra quelle ideate da 10 anni ad oggi. A questo punto ti starai domandando chi sia dietro a tutto questo. Il progetto di Cardano ha alle spalle tre organizzazioni che lavorano per curarne lo sviluppo. Si tratta nello specifico di:

  • Fondazione Cardano: questa realtà già citata è regolamentata e senza fini di lucro. Rappresenta l’organizzazione che detiene la proprietà di Cardano come blockchain e del token ADA.
  • IOHK: la già citata società Input Output Hong Kong si occupa di ricerca e di sviluppo partendo dai protocolli peer to peer della blockchain, con lo scopo di creare innovazione per le aziende. La società è stata fondata da Hoskinson assieme a Jeremy Wood e gestirà lo sviluppo del progetto Cardano fino al 2020.
  • Emurgo: società giapponese che supporta le iniziative commerciali che vogliono rivoluzionare il proprio settore di riferimento grazie alla blockchain.

Per concludere l’elenco dei vantaggi e delle caratteristiche di questa criptovaluta,apriamo un attimo una parentesi su WhyCardano, white paper del progetto, e della road map. Il primo è un documento, accessibile sul sito ufficiale della valuta, che sviscera nel dettaglio la filosofia dietro al progetto, dando spazio alle principali motivazioni e trattando temi importanti come la scalabilità, l’interoperabilità e tutto quello che riguarda il sidechain.

La roadmap, come dice il termine stesso, è una mappa dettagliata del percorso di sviluppo del progetto. Ogni singola tappa porta il nome di un famoso poeta inglese. Giusto per fare due esempi, citiamo Shelley e Byron.

Il team di Cardano, contraddistinto da un alto livello di competenze accademiche, sta lavorando al software per alimentare la rete.

Wallet per Cardano: alla scoperta di Daedalus

Il progetto di Cardano (ADA) prevede anche un wallet. Il portafoglio elettronico in questione è noto con il nome di Daedalus e può essere scaricato e installato, archiviando i dati in modo sicuro. L’obiettivo del team di Cardano è quello di aggiungere numerose altre criptovalute nel corso del tempo, rendendo quindi Daedalus una sorta di portafoglio elettronico universale.

Tra le sue caratteristiche possiamo ricordare la contabilità illimitata. Il trader può avere infatti il controllo sui fondi e, sempre tramite Daedalus, gestire un ampio numero di portafogli. Da citare è anche il livello di sicurezza avanzato.

A questo punto possiamo aprire il capitolo del trading su Cardano e del broker su cui farlo, ossia eToro, una piattaforma che, come vedremo, ha rivoluzionato il trading online.

Dove comprare Cardano?

Quando si tratta di comprare Cardano, è il caso di citare il broker eToro: clicca qua per iscriverti >>. Online dal 2007, è stato autorizzato a operare in Italia dal 2010. Si tratta di una piattaforma che permette di operare con i CFD. I Contracts for Difference sono strumenti derivati che consentono di operare replicando l’andamento dell’asset, senza bisogno di acquistarlo. Si tratta di un grande vantaggio, soprattutto per chi opera con le criptovalute, asset notoriamente molto volatili.

I CFD sono caratterizzati dalla mancanza di commissioni, il che rappresenta un ulteriore aspetto positivo. L’unico onere da considerare, infatti, è lo spread, differenza tra bid e ask. I CFD sono prodotti a leva, indi permettono di esporsi sul mercato con una somma più alta rispetto a quella del deposito.
Ciò significa che vengono amplificati i guadagni, ma anche le perdite. Per questo motivo, è il caso di familiarizzare con attenzione con le caratteristiche dello stop loss, un punto di riferimento che indica al broker il momento giusto per arrestare le perdite.

Il vantaggio forse più importante dei CFD riguarda la possibilità di guadagnare anche se l’asset perde quota. L’utente, infatti, deve solo azzeccarne l’andamento, aprendo la posizione giusta tra long e short.

Le peculiarità di eToro non finiscono certo qui! Parliamo infatti di un broker che si contraddistingue per il suo approccio social. Ogni singolo utente di eToro, infatti, ha a disposizione un profilo gratuito. Grazie ad esso, è possibile condividere con il resto della community risultati e strategie. Chi ha ottenuto il meglio da questo punto di vista, può essere incluso tra i trader guru. I guru sono investitori particolarmente valenti, che possono essere seguiti e guadagnare.

Clicca qui per andare sul sito ufficiale di eToro  >>

Chi li segue automaticamente concretizza il CopyTrading, un meccanismo brevettato che rende eToro un broker unico al mondo, ideale per chi è alle prime armi nel trading online. Il CopyTrading è una forma di trading automatico, da associare a un’attenzione continua alla scelta dei guru. Nessun sistema di trading automatico, infatti, funziona senza la capacità discrezionale umana.

Nel caso di eToro, chi vuole fare trading su Cardano deve considerare l’importanza di non affezionarsi eccessivamente all’approccio di un singolo guru. Bisogna infatti mettersi nell’ottica di seguirne una decina. In questo modo, in caso di problemi, non ci si fa trovare impreparati.

Come esercitarsi in merito? Anche in questo caso, vale la regola del conto demo, una soluzione utile per impratichirsi senza bisogno di rischiare il capitale. Il conto demo di eToro si può aprire in pochi minuti. Vediamo passo passo cosa bisogna fare.

eToro demo: ecco come aprirlo

Per comprare Cardano con sicurezza, è utile esercitarsi con il conto demo, uno strumento che permette di operare senza mettere a rischio il capitale. Per aprirlo, bisogna prima di tutto accedere alla home del sito di eToro. Scrollandola, si procede poi a cliccare sul pulsante che presenta la scritta “Iscriviti subito”.

Una volta superato questo step, ci si trova davanti a una pagina che permette di accreditarsi tramite mail, password o nome utente, ma anche inserendo le credenziali dell’account Facebook o Google. Superate tutti questi fasi, bisogna confermare il tutto e iniziare a familiarizzare con l’ambiente di trading demo di eToro. Si ha a che fare una schermata come quella che puoi vedere qui sotto che, tra i preferiti, include anche l’asset Cardano (ADA).

comprare cardano

In fondo a sinistra, puoi notare la dicitura “Persone”. Cliccandoci su, si accede alla sezione di eToro dedicata ai guru. I trader da seguire tramite il CopyTrading sono catalogati in schede. Le suddette, presentano fotografia dell’investitore, informazioni sulla sua storia, consigli a chi vuole iniziare a fare trading. Come già detto, i guru possono essere selezionati sulla base di diversi criteri.

Tra questi è possibile ricordare i mercati di interesse – nel caso di Cardano si parla delle criptovalute – il profilo di rischio, i mesi più profittevoli, il Paese di provenienza. Esistono anche dei criteri di ricerca avanzati, come per esempio il numero di copiatori. Un consiglio utile al proposito è di non fermarsi in sede di scelta sugli alti numeri, ma di controllare, per esempio, che il guru risponda in maniera rapida e chiara alle domande dei suoi follower.

La sezione “Persone”, come già ricordato, può essere visionata anche tramite il conto demo. Dopo un paio d’ore di utilizzo, però, è il caso di passare al conto con denaro reale. Solo in questo modo, infatti, è possibile comprendere le vere caratteristiche del trading online, caratterizzato da un livello di rischio ineliminabile.

Per aprire il conto demo, è necessario effettuare un deposito di almeno 200 euro. Ci sono diverse modalità utili al proposito, che vanno dal bonifico alla carta di credito/debito. Le somme in questione vengono custodite su conti diversi da quelli principali del broker. In questo modo, è possibile tutelare gli utenti in caso di problemi a carico della società dietro al broker eToro.

Fare trading di Cardano con eToro è estremamente semplice, sicuro e soprattutto gratuito: per iscriversi basta cliccare qui e inserire pochissimi dati.

Comprare Cardano cripto conviene?

Interrogarsi sui vantaggi di comprare Cardano è naturale. Le criptovalute, infatti, sono asset molto popolari. C’è da dire che, in ogni caso, con i CFD si risolve il problema della volatilità. Risulta comunque utile fare il punto della situazione sul progetto, che promette molto bene. Si tratta infatti di una criptovaluta che ha alle spalle un poderoso sapere accademico. A livello di completezza, ribadiamo, non ha rivali. Bisogna però considerare anche altri aspetti, come per esempio il semplice fatto che la piattaforma si trova ancora in uno stato incompleto.

Ora come ora, infatti, manca ancora tutta la parte relativa agli smart contracts, mutuati da Ethereum e notoriamente utili in diversi ambiti, dalla gestione dei sistemi elettorali al crowdfunding. Cosa sono di preciso? Programmi che vengono eseguiti esattamente come sono stati messi a punto dagli sviluppatori, senza la possibilità di intrusioni esterne.

Un altro aspetto critico di Cardano riguarda le dimensioni per ora contenute della community che, giusto per fare un esempio, ha 10.000 abbonati su Reddit, un quinto rispetto ai numeri di Ripple.

Non resta che attendere lo sviluppo degli smart contracts e ricordare che, quando si parla di criptovalute, non c’è nulla di certo. Negli ultimi anni ci sono stati diversi scossoni e, al giorno d’oggi, non si sa ancora come verranno accolti e gestiti gli smart contracts. Se la loro implementazione dovesse andare a buon fine, si prospetta una crescita esponenziale del valore della criptovaluta. Ovviamente potrebbe succedere anche il contrario, motivo per cui è il caso di tenere alta l’attenzione su eToro, un broker che consente di operare con i CFD e di speculare sulle variazioni di valore della criptovaluta Cardano.

Concludiamo facendo presente che, per ottimizzare l’approccio e tutelare il capitale, è molto utile la strategia del Money Management. Come funziona? Semplicemente dividendo il capitale in più parti, ciascuna delle quali deve essere destinata a una singola operazione o a un solo asset. In questo modo, ossia puntando non più del 5% ogni volta, si tutela il capitale dalle eventuali operazioni poco felici.

Inizia oggi ad investire all’interno del Cardanoper iscriversi basta cliccare qui e inserire pochissimi dati.