Seleziona una pagina

Nel Trading sul mercato Forex la psicologia gioca un ruolo fondamentale e spesso è il motivo principale dei fallimenti delle ambizioni dei vari trades. La mancanza di una strategia e di una psicologia di trading positiva spesso mette in pericolo il trader, ed è proprio per questo che è necessario dover correre ai ripari al più presto possibile. Vediamo dunque cos’è e come funziona la Psicologia del Trading.

Avere successo sui mercati finanziari non dipende certamente soltanto dalla strategia o dal tipo di operatività che si intende utilizzare sui mercati finanziari. Ci sono tanti altri fattori che possono determinare il successo oppure l’insuccesso del proprio trading online. La propria strategia è comunque molto importante, ma è necessario prima di tutto un approccio mentale e una propensione a saper interpretare e assorbire nel migliori dei modi le evoluzioni dei mercati.

La Psicologia nel mondo del trading

La psicologia del trading è composta da una serie di fattori che devono essere assolutamente considerati per essere sicuri di poter ottenere sul lungo termine dei risultati positivi con il proprio trading online.

Prima di tutto è necessario entrare nel mercato del Forex con “i piedi per terra”. Molti pensano di registrarsi ad una piattaforma di trading online e di iniziare a macinare profitti subito già dal primo giorno, facendo i milioni in poche settimane. La gran parte delle persone, si butta nel Forex con l’idea di diventare milionario in pochissimo tempo e di rivoluzionare la propria vita senza alcuna conoscenza o preparazione.

Fare Forex significa prima di tutto essere realisti: il Forex non è certamente un bancomat dove si preme un bottone ed escono fuori i soldi e non è nemmeno un luogo dove si può rimanere abbindolati dai truffatori. Il Forex è prima di tutto lavoro, dedizione e sopratutto psicologia. Non ci si deve infatti far divorare dal desiderio di guadagnare tutto e subito, sopratutto se si è alle prime armi.

Il giusto approccio è quindi quello di guadagnare gradualmente, in quanto in una situazione del genere si potrebbe venire tentati dal desiderio di arricchirsi subito.

È importante cercare di capire subito che più aumenta il guadagno e più aumenta il rischio. Non esiste infatti un modo per guadagnare tanto rischiando poco.

Fare trading (o meglio: iniziare a fare trading) è necessario essere prima di tutto calmi e non si dovrebbe mai perdere la calma.

Gestire i guadagni

Nella psicologia del trading, uno degli aspetti di fondamentale importanza è gestire i guadagni. Si tratta di uno degli errori più comuni è non saper gestire i guadagni, ed essere troppo avidi. Questi vizietti portano sopratutto a perdere i propri soldi accumulati a causa dell’avidità.

L’avidità è importante da capire per un trader. Ma che cosa è l’avidità per un trader? Una persona è prima di tutto avida quando non chiude la posizione e vuole guadagnare sempre di più aprendo posizioni ben più rischiose, magari dopo una perdita (il cosiddetto “Revenge Trading”).

Un’altro aspetto opposto all’avidità è la paura, è necessario non essere avidi, ma non bisogna certamente essere anche pavidi. Si tratta di una condizione necessaria per iniziare subito a guadagnare, non è necessario avere paura di perdere i propri fondi. La paura di perdere i propri fondi è il nemico principale di chi vuole guadagnare ed a gestire in maniera psicologicamente corretta i propri fondi.

Per combattere la paura è prima di tutto necessario non rischiare più del previsto, in modo da avere “la coscienza a posto” anche in caso di perdita dei propri fondi.

Come gestire le perdite

Oltre a saper gestire nel migliore dei modi i propri guadagni è necessario prima di tutto mettersi bene in testa che le perdite, nel forex fanno assolutamente parte del gioco. Non bisogna infatti scandalizzarsi di aver perso durante la giornata, è assolutamente normale.

Le perdite sono una parte del gioco e negare di doverle subire sarebbe assolutamente una pazzia. Si guadagna di più quando si riesce a gestire nel migliore dei modi le perdite. Quando si perde è quindi necessario minimizzare queste perdite.

È quindi un task fondamentale saper iniziare a gestire le perdite nel migliore dei modi. È necessario quindi essere pronti ad avere piena padronanza della propria strategia di trading, rimanendo al 100% pronti e preparati a qualsiasi evenienza e sopratutto considerando tutti i possibili aspetti negativi della propria trade già dal momento dell’apertura.

Questo è l’approccio e la strategia migliore ai mercati: non dare mai niente per scontato, controllando attentamente le perdite o le possibili perdite attraverso un risk management adeguato (stop loss, RR ratio etc).

La psicologia del trading porta prima di tutto a capire anche quando è meglio non entrare oppure quando è il caso di aprire una posizione di trading.

Per una strategia di trading che sia valida è necessario prima di tutto essere coerenti con se stessi e con la propria strategia. Non è necessario cambiare la propria strategia se in quel momento sta andando male (e se i backtest affermano che è valida).

Quando entrare e uscire da una posizione

Una posizione si apre quando esistono i presupposti fondamentali e tecnici. Aprire una posizione “per noia” ha poco senso e si rischia di fare danni.

È inoltre necessario capire quando arriva il momento di uscire da una posizione di trading. Per fare ciò al meglio è prima di tutto necessario lasciare fare tutto al proprio risk management, ovvero ai livelli pre-impostati come quello dello Stop Loss e Take Profit, strumenti molto utili che chiudono la posizione una volta che verrà raggiunto il livello desiderato.

Per migliorare nel tempo, ci sarà sempre bisogno di grande studio e pratica, grazie ai software di trading demo, che consentono di mettere efficacemente alla prova la propria strategia di trading e la propria psicologia di trading.

Torna indietro all’indice Guida Forex
Vai al capitolo successivo – Forex Commissioni e Vantaggi