Coinbene: recensione, opinioni e migliori alternative

Hai mai sentito parlare di Coinbene? Si tratta di un noto exchange di criptovalute sul quale puoi comprare e vendere Bitcoin e altre valute digitali.

I suoi utenti possono operare infatti su un buon numero di criptovalute, muovendosi all’interno di un exchange che opera in oltre 150 paesi in tutto il mondo.

Parliamo quindi di una realtà affermata: siamo però sicuri che si tratti del metodo migliore per comprare token di Bitcoin o delle sue sorelle minori?

In questa nostra recensione di Coinbene cercheremo di capire:

  • che cos’è
  • quali sono le sue principali caratteristiche (pro e contro)
  • in che modo puoi rendere ancora più conveniente il trading di criptovalute

A tale scopo analizzeremo alcune piattaforme che a nostro avviso sono il migliore supporto che tu oggi possa avere per operare in questo mercato. Pensiamo ad esempio a strumenti come il Copy Trading di eToro, grazie al quale puoi copiare le operazioni dei migliori professionisti in criptovalute, anche se non hai alcuna competenza nel settore.

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Coinbene: cos’è

    CoinBene è oggi una delle 10 principali borse criptovalutarie del mondo per volume di trading.

    Offre servizi simili a quelli di Coinbase a cui assomiglia persino nel nome. Disponibile in più di 150 Paesi e in varie lingue, è una piattaforma leader nel settore della attività criptovalutarie. Ha sede a Singapore e offre i propri servizi a una ricca e crescente community di valute digitali, attraverso la disponibilità di più di 150 asset digitali quotati presso la propria borsa.

    Insomma, un servizio che ti permetterà di comprare e vendere criptovalute, ma che a nostro giudizio non è il miglior modo per poter cercare di ottenere il profitto mediante le valute digitali, considerato che:

    • ha dei costi, perché vengono applicate commissioni per ogni operazione di acquisto e di vendita;
    • non ti permette di fare short selling, perché potrai solo acquistare direttamente le criptovalute nella speranza che salgano di valore;
    • più volte ci sono stati dubbi sulla sua effettiva sicurezza contro i sempre più diffusi tentati attacchi hacker.

    Ma andiamo con ordine!

    CoinBene è sicuro?

    CoinBene sembra adottare un approccio piuttosto proattivo quando si tratta di sicurezza. La società ha ad esempio firmato una partnership tecnologica strategica con Komodo per riuscire a prevenire la maggior parte degli attacchi apportati al proprio sistema e migliorare di conseguenza la tutela complessiva dell’ecosistema di crittografia nei confronti della propria clientela.

    Quanto sopra si è sostanzialmente tradotto nell’implementazione di alcune parti dei servizi che Komodo ha da offrire in termini di sicurezza.

    Ricordiamo che Komodo è una piattaforma blockchain che fornisce sicurezza, scalabilità, interoperabilità e adattabilità ai propri operatori partner, e che usa una tecnologia proprietaria delayed proof of work (dPoW) che permette di sfruttare la sicurezza offerta dalla rete Bitcoin per rendere ancora più protette le transazioni condotte nel proprio ecosistema.

    CoinBene: CONI

    In tal proposito, ricordiamo che anche CoinBene dispone di un token ERC20 nativo, il CONI. Attualmente limitato a un’offerta totale di 1 miliardo di token, chi è titolare del CONI ha diritto a una partecipazione agli utili del 40%, oltre ad uno sconto pari al 50% sulle commissioni per un anno, del 20% per il secondo anno e del 10% per il terzo anno

    Inoltre un’altra caratteristica piuttosto interessante offerta da CoinBene è la presenza di un modello di quotazione self-service che permette ai progetti interessati di completare il processo di quotazione presso CoinBene in maniera molto snella.

    CoinBene

    Commissioni CoinBene: quanto costa?

    Oltre a una sicurezza sempre da “testare” e che più volte negli ultimi anni ha destato sospetti sull’effettiva tenuta dei sistemi di tutela contro gli hacker, uno dei motivi per cui Coinbene non conviene rispetto ad altri operatori sono i costi che gli investitori in criptovalute devono sostenere.

    Ricordiamo infatti che CoinBene prevede una commissione forfettaria di negoziazione dello 0,10%, che è significativamente al di sotto della media globale del settore dello 0,25%, ma pur sempre superiore allo 0% che si pagherebbe facendo trading CFD sulle criptovalute.

    Questa commissione, inoltre, non distingue tra acquirenti e venditori, quindi vuol dire che per ogni operazione eseguita dovrai corrisponderlo. Simili condizioni costituiscono un limite non da poco per chi sull’andamento delle criptovalute vuole speculare, approfittando dei movimenti di prezzo nel breve termine.

    Certo, aver dimezzato i costi rispetto alla maggior parte dei concorrenti conferisce a CoinBene un vantaggio competitivo, in quanto i bassi costi rendono la propria piattaforma più attraente per l’utente medio.

    CoinBene è facile da usare?

    Quanto sopra, però, deve essere posto in combinazione con una caratteristica che non può che modificare le buone opinioni di CoinBene.

    Su questo exchange, infatti, non potrai acquistare direttamente criptovalute utilizzando valuta fiat, quindi i nuovi investitori in criptovaluta avranno certamente più difficoltà a fare investimenti con questo operatore.

    Ciò significa che se non hai già un wallet di criptovalute, dovrai prima affidarti ad una piattaforma terza per comprarle e poi passare a comprare o vendere su CoinBene.

    Ad ogni modo, è anche vero che l’interfaccia del sito web di CoinBene è relativamente facile da usare, e dispone di opzioni in più lingue e di una buona intuitività. Il sito web è infatti stato progettato in un modo abbastanza semplice da permettere a qualsiasi utente di navigare senza perdersi all’interno delle sue funzioni, e riteniamo dunque che non ci saranno difficoltà nel fruirne completamente e congruamente.

    App CoinBene

    L’exchange è dotato anche di un’applicazione mobile, per coloro che preferiscono fare trading in mobilità. Così come il sito web “base”, anche l’app è molto facile da usare. Caratteristiche che rendono la piattaforma facile da usare in qualsiasi momento e per qualsiasi operazione, e che permettono a CoinBene di acquisire una posizione di rilievo in questo settore, con l’utilizzo di Google Authenticator e una procedura a doppia verifica.

    Dal punto di vista degli utilizzatori, l’app ha ricevuto diverse recensioni positive. A livello software, infatti, troviamo una dotazione piuttosto completa che permette di operare anche in mobilità in maniera analoga a quanto potremmo fare via desktop.

    Dobbiamo riconoscere però che il numero di recensioni è ancora oggettivamente basso per funzionare da campione attendibile. Una valutazione affidabile, infatti, deve contare su decine di migliaia di testimonianze (pensiamo che l’app di eToro ha oltre 78.000 recensioni solo su Play Store, per una media di 4,1/5), mentre per CoinBene siamo nell’ordine delle poche centinaia.

    CoinBene è una truffa?

    CoinBene non è una truffa, ma come abbiamo visto non è certo il modo più conveniente per poter fare trading sulle criptovalute.

    Inoltre, in aggiunta ai costi, alle complicazioni e alla limitata operatività che è consentita all’investitore, ci dispiace sottolineare che uno dei svantaggi dell’exchange è la sua trasparenza non proprio al top.

    Non ci sono infatti molte informazioni sul team che sta dietro l’exchange su Internet e nonostante il sito web sia piuttosto semplice, non contiene alcuna informazione riguardante le persone che supportano il progetto.

    Anche se ad oggi non ci sono stati problemi significativi per quanto riguarda la sicurezza di CoinBene, il fatto che non ci sia la richiesta e auspicata trasparenza potrebbe essere un elemento in grado di condizionare negativamente i pareri sulla piattaforma.

    Non dimentichiamo poi l’episodio che a marzo 2019 ha visto un ammanco di oltre 45 milioni di dollari in criptovalute sull’exchange. Ufficialmente il sito si era dichiarato in manutenzione, ma le spiegazioni hanno tardato ad arrivare.

    Capiamo quindi come il problema sicurezza sia sempre all’ordine del giorno sugli exchange, con gli hack che possono sottrarre importi consistenti in maniera piuttosto agevole.

    CoinBene opinioni

    A margine di quanto sopra abbiamo anticipato, dovrebbe risultare piuttosto chiaro quel che pensiamo di CoinBene e quali siano le nostre opinioni.

    Riassumiamo in questa sede di commento, e prima di comprendere come puoi fare trading su criptovalute in modo ancora più veloce e conveniente, che Coinbene è un exchange crypto – crypto cinese e con sede a Singapore, che offre commissioni ridotte soprattutto utilizzando il proprio token, il CONI, e che rientra tra i primi 10 operatori per volumi di trading.

    Ad ogni modo, non mancano i critici e i dubbiosi dinanzi a tali numeri. Se infatti è vero che il volume che l’exchange pubblica è molto alto, si stima in realtà che la maggior parte di esso sia influenzato dall’operatore stesso, che potrebbe effettuare del wash trading proprio al fine di “gonfiare” i numeri effettivi e attirare gli utenti ad una piattaforma che in realtà è meno significativa.

    Nessun KYC è inoltre richiesto per iniziare a fare trading (fino a 2 BTC è il limite di prelievo giornaliero, lo stesso di Binance), reso possibile dalla flessibilità dell’ecosistema della criptovaluta a Singapore.

    A parte questi benefici, è anche opportuno rammentare che CoinBene è stata coinvolta in diversi affari non particolarmente felici, come le accuse di molestie sessuali nei confronti del CEO (che ora è impossibile trovare online, e capire se lavora ancora presso la società), e altre notizie non particolarmente rassicuranti sulla solidità del progetto.

    In Internet si trovano tanti utenti che lamentano la presenza di un team incapace a gestire problemi tecnici, e problemi di sicurezza, legati al fatto che l’exchange, a detta di alcuni esperti, non utilizzerebbe metodi di crittografia sufficientemente adeguati.

    CoinBene

    CoinBene: migliori alternative

    Insomma, sebbene CoinBene sia una piattaforma con un significativo volume di transazioni e sia dotata di un’interfaccia intuitiva, lo scambio ha un track record non così lusinghiero e manca di adeguata trasparenza nelle sue operazioni.

    Se a quanto sopra aggiungiamo il fatto che ci sono costi notevoli da sostenere per le operazioni (pur inferiori alla media di quanto applicato dalla maggior parte delle altre piattaforme di exchange), dovresti avere sufficienti elementi per capire che conviene investire in criptovalute con i broker. Ma quali?

    eToro

    etoro

    Per tua comodità abbiamo selezionato 3 dei broker con le migliori piattaforme criptovalute per chi vuole fare trading sulle criptovalute.

    Il primo dell’elenco è uno dei nostri preferiti: eToro (clicca qui per il sito ufficiale). Ma perché?

    eToro è sicuramente uno dei leader mondiali negli investimenti in contratti per differenza sulle criptovalute, ed è dotato di una piattaforma di trading semplicissima da utilizzare. Si può infatti personalizzare il proprio operato con pochi clic, e si può scegliere alternativamente di investire con capitale reale o con un conto demo in pochissimi istanti.

    Ad ogni modo, il motivo per cui eToro è conosciuto in tutto il mondo come leader e punto di riferimento è un altro e, forse, ne hai già sentito parlare: il copytrading. Ma di che si tratta?

    In termini molto sintetici (ti consigliamo di approfondire in questa nostra recensione di eToro), il copytrading è un’opportunità concessa dal broker a tutti coloro che non vogliono prendere decisioni di trading, ma preferiscono affidarsi a quel che fanno i trader più noti e più affermati della propria piattaforma.

    Per utilizzare questo servizio (ricordiamo, gratuito), dovrai semplicemente:

    • registrarti al sito internet di eToro cliccando qui;
    • effettuare un primo deposito scegliendo il tuo strumento di trading preferito;
    • accedere alla sezione Persone;
    • individuare il trader o i trader che vuoi seguire;
    • confermare l’operazione al broker indicando il capitale che vuoi stanziare per questa operazione.

    Da quel momento in poi eToro replicherà nel tuo portafoglio tutte le operazioni compiute dal trader che hai scelto di seguire e, di conseguenza, i suoi profitti diventeranno i tuoi!

    Clicca qui per aprire un conto di trading gratis con eToro!

    XTB

    XTB

    Una seconda alternativa che ti consigliamo di utilizzare è certamente costituita da XTB (sito ufficiale).

    XTB è da tempo uno dei nostri broker preferiti, considerato che propone tutto ciò che un trader – neofita o professionista – vorrebbe probabilmente disporre all’interno di una piattaforma di investimento.

    In sintesi, XTB ti permette di:

    • fare trading con una piattaforma semplice e completa, personalizzabile e intuitiva, integrata con tanti strumenti di analisi tecnica;
    • ottenere la disponibilità di un servizio di segnali di trading gratis, che puoi richiedere cliccando qui. Ogni giorno ti verranno inviate delle indicazioni che sarai libero di adottare o meno all’interno della tua strategia di investimento finanziaria;
    • studiare con i migliori materiali didattici in circolazione e, in particolar modo, grazie a questo ebook gratis, un corso di trading online che passo dopo passo ti guiderà verso la realizzazione di una strategia vincente sui mercati finanziari.

    Naturalmente, come avviene con tutti i broker che recensiamo, anche XTB ti propone l’utilizzo di un conto demo che puoi aprire qui, e che ti permetterà – senza alcun rischio e limitazione – di provare tutti i suoi servizi… fino a quando non ti renderai conto che è proprio il broker che fa per te. Le operazioni che compirai all’interno della piattaforma verranno infatti contabilizzate con del denaro virtuale che l’operatore caricherà nel tuo account, proprio al fine di sperimentare tutta l’operatività che desideri!

    Clicca qui per aprire un conto di trading gratis con XTB!

    Trade.com

    Trade.com

    Concludiamo questa nostra carrellata con un rapido sguardo a Trade.com (sito ufficiale), un altro imperdibile broker per operare sui mercati finanziari.

    Oltre a darti la possibilità di investir su centinaia di diversi asset finanziari, Trade.com ti permette di accedere a una piattaforma di trading molto valida e completa, con la quale poter cercare di applicare pienamente la tua strategia finanziaria.

    Una ottima assistenza clienti e tanto materiale informativo aggiornato completano i principali elementi di vantaggio di questo broker che ti invitiamo a provare qui gratis.

    Clicca qui per aprire un conto di trading gratis con Trade.com!

    Conclusioni

    Speriamo che questa recensione ti sia stata utile per poter conoscere più da vicino CoinBene e le sue caratteristiche, e per poter capire che se vuoi effettivamente fare trading con le criptovalute, la migliore soluzione è quella di ricorrere a un broker CFD come quelli che sopra abbiamo avuto modo di commentare per te.

    Non stiamo dicendo che gli exchange siano il male: semplicemente è importante prestare attenzione alle caratteristiche della piattaforma con la quale si vuole interagire, dando particolare peso agli aspetti relativi a costi e sicurezza.

    In questo caso eToro, XTB e Trade.com escono nettamente avvantaggiati nel confronto, soprattutto se la tua intenzione è quella di speculare al rialzo e al ribasso sfruttando la volatilità tipica delle criptovalute.

    Se vuoi saperne di più o vuoi raccontare a noi e alla nostra community la tua esperienza, ti consigliamo di usare lo spazio qui sotto, destinato ai commenti. Buon trading!

    Cos’è CoinBene?

    CoinBene è un exchange di criptovalute che permette l’acquisto e la vendita ma non tramite valuta FIAT.

    CoinBene conviene?

    Dal punto di vista delle commissioni, troviamo un costo fisso dello 0,10% su qualsiasi operazione venga eseguita.

    CoinBene è sicuro?

    L’exchange è stato al centro delle notizie nel 2019 per aver subito un ammanco importante (oltre 40 milioni di dollari in criptovalute) in seguito a un attacco hacker.

    Quali sono le migliori alternative a CoinBene?

    eToro, XTB e Trade.com sono oggi le migliori alternative per comprare e vendere criptovalute in modo sicuro e senza commissioni.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]
    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.