Trading finanziario: cos’è e come farlo

Cos’è il trading finanziario? Se sei qui, significa che vuoi sapere qualcosa di più in merito. Iniziamo a dire che il trading finanziario altro non è che cercare di ottenere profitti sfruttando l’andamento naturale di diversi mercati. Quali sono questi mercati? L’elenco comprende davvero tante alternative. Tra queste è possibile ricordare il Forex, ossia il mercato delle valute, le criptovalute, le azioni, le materie prime. In linea di massima, quando si fa trading finanziario si può guadagnare se si è in grado di prevedere la variazione di prezzo di un determinato asset. Questo vale sia in caso di aumento di valore, sia in caso di perdita.

Come funziona il trading online?

Parliamo ora di come funziona, a livello pratico, il trading finanziario. Al giorno d’oggi, per evitare problemi dovuti alla volatilità dell’asset, è il caso di operare con i CFD. Cosa sono? Strumenti derivati che si contraddistinguono per la possibilità di replicare l’andamento di un asset, senza per forza acquistarlo, e di guadagnare dalle sue variazioni di prezzo. In poche parole, con i CFD (Contracts for Difference), è possibile trarre profitti anche quando un titolo azionario o una valuta digitale, giusto per citare un esempio molto trattato a livello mediatico, perdono terreno.

Il passo successivo alla comprensione delle peculiarità degli strumenti riguarda la ricerca dei broker migliori. Quali sono? Innanzitutto, ricordiamo che l’attenzione deve essere rivolta a piattaforme legali, dotate di licenza CySEC e regolamentate nei vari contesti nazionali. Molto importante è anche appurare la loro gratuità. Oggi come oggi, pagare commissioni per fare trading online è impensabile. La cosa poteva essere normale 7/8 anni fa, ma oggi non più. L’unico onere a carico del trader deve essere lo spread, ossia la differenza minima tra bid e ask.

Un altro aspetto da considerare riguarda la formazione. I principali broker online, consentono di prepararsi al meglio al trading finanziario con contenuti gratuiti compilati da trader che sanno il fatto proprio dal punto di vista pratico, l’aspetto più importante da considerare quando si parla di speculazione sui vari asset online.

Abbiamo già parlato dell’importanza dei CFD e, a questo punto, entriamo nel vivo dei broker più interessanti che vale la pena provare quando si fa trading finanziario.

Plus500

Quando si nomina questo broker, si inquadra un vero e proprio must per chi è alle prime armi con il trading finanziario. L’interfaccia è infatti molto immediata ed è caratterizzata dalla possibilità di scegliere tra conto demo e conto senza denaro reale. Chi non ha molta confidenza con il trading online, almeno per qualche ora, dovrebbe concentrarsi sulla seconda opzione. Plus500 (clicca qui per visitare il sito), è una piattaforma regolamentata dotato di licenza CySEC (la 250/14), permette di operare con i CFD. Può essere addirittura definito come uno dei maggiori fornitori di CFD al mondo.

eToro

Quando si tratta di capire cos’è il trading finanziario, eToro (clicca qui per il sito) è un riferimento capitale! Online dal 2007 e autorizzato a operare in Italia nel 2010, questo broker ha una peculiarità che lo rende diverso da qualsiasi altra piattaforma di trading online. Di cosa si tratta? Del social trading. Ogni iscritto al portale, ha a disposizione un profilo personale. Tramite esso, ha modo di condividere con il resto della community le proprie strategie e i risultati ottenuti. Chi raggiunge i migliori, viene seguito e il suo approccio replicato automaticamente. I trader più bravi, ossia i guru, guadagnano ogni volta che il loro profilo viene incluso in portafoglio da un altro utente. Ovviamente eToro è un broker gratuito, che consente di aprire un conto demo senza denaro reale. La piattaforma, inoltre, permette di operare in diverse lingue oltre all’italiano.

trading finanziario

eToro è un broker che consente di fare trading finanziario imparando dai migliori

Markets.com

Quando si fa trading finanziario, per avere successo, è fondamentale formarsi. Lo abbiamo già detto e lo ribadiamo parlando di Markets.com (clicca qui per il sito). Questo broker, si contraddistingue per via dell’ottima qualità dei sussidi formativi, che vanno dai webinar agli e-book e toccano tutti i temi relativi al trading finanziario. Molto importante è ricordare anche il ruolo del customer care, che è disponibile anche in italiano.

24Option

In questo caso, abbiamo a che fare con un broker sponsor di una squadra sportiva di primo piano come la Juventus. Regolamentato a livello internazionale, permette di formarsi sempre grazie a contenuti efficaci e gratuiti e consente, a chi si trova in difficoltà, di usufruire di consulenze personalizzate via telefono rilasciate da esperti in trading online. Clicca qui per aprire un conto con 24option.

Iq Option

Quando si parla di questo broker, si inquadra un’altra importante alternativa per chi fa trading finanziario. Le sue peculiarità distintive sono diverse. Ricordiamo innanzitutto la possibilità di iniziare a fare trading con una somma bassissima, pari a soli 10 euro. In secondo luogo, chiamiamo in causa la semplicità di utilizzo. Esattamente come Plus500, Iq Option offre un’esperienza di trading molto performante sia con il conto demo, sia con il conto con denaro reale.

trading finanziario

Iq Option (clicca qui per aprire un conto) è un ottimo riferimento per chi vuole fare trading finanziario piccole somme. 

Disponibile in più di 100 Paesi del modo, il broker consente anche di formarsi grazie a una sezione di video molto completa, che presenta contenuti immediati dedicati a tematiche come i grafici Forex e gli indicatori di analisi tecnica.

Conclusioni

Il trading finanziario non è più esclusivo appannaggio dei professionisti del settore. Oggi come oggi, è possibile operare anche se non si ha alle spalle un percorso altamente specialistic. Grazie ai broker online si può lavorare su diversi asset e, in alcuni casi, trarre profitti interessanti, ovviamente con il tempo.

Non bisogna infine mai dimenticare che il rischio è un aspetto ineliminabile. Per questo motivo è il caso di attuare alcuni approcci strategici, come per esempio il Money Management. Come funziona? In maniera molto semplice. Basta dividere il capitale in più parti e destinarne ciascuna a un asset o a un’operazione diversa. In questo modo, è possibile tutelarsi differenziando l’investimento.

Fondamenti

Recensioni broker