Seleziona una pagina

John Rusnak

Plus500John Rusnak è un ex trader forex presso la banca Allfirst, che poi diventò parte dell’AIB Group a Baltimora. Nel 2003, John fu condannato a 7 anni e mezzo di prigione per aver nascosto più di 690 milioni di perdite alla banca nel 2002. Il peso che ricade sulle spalle di Rusnak è quello di aver creato uno dei più grandi casi di frode bancaria.

Il trader John Rusnak fu trasferito dal carcere a una casa di accoglienza nel giugno 2008, per poi arrivare agli arresti domiciliari nel settembre 2008, e in ultima analisi, fu liberato dal confino a casa il 5 gennaio del 2009, il trader John Rusnak ha servito meno di 6 anni di prigionia. Dal suo ritorno in società, Rusnak è diventato un avvocato per gli uomini tornano a casa dal carcere e vogliono una seconda possibilità e per quelli che sono in riabilitazione da droga e alcol. Rusnak è un grande credente, crede nel cambiamento grazie a D.o.

Rusnak sarebbe potuto andare incontro fino a 30 anni di carcere. La pena originale 7½ anni faceva parte di un patteggiamento con i procuratori degli Stati Uniti. È stato liberato presto grazie all’ottenimento di punti di buona condotto e il completamento di un programma di trattamento farmacologico. Dopo il suo rilascio, ha iniziato a pagare 1.000 dollari al mese per i cinque anni della sua libertà vigilata.

Rusnak rimarrà sotto osservazione per i 691 milioni dollari ha perso, ma i pubblici ministeri hanno detto che l’importo da ripagare dipenderà da quanti soldi sarà in grado di fare dopo aver lasciato il carcere.

Cosa successe dopo il disastro di John Rusnak, il trader

A seguito dello scandalo, AIB veneette Allfirst a M&T Bank di Buffalo, New York, nel luglio 2003. AIB trattenne il 23% delle azioni di M&T. Anche se i mezzi di informazione diedero la colpa dello scandalo, le trattative per una fusione in realtà cominciarono ben prima della rivelazione delle perdite. Nell’ambiente bancario in quel momento la fusione era inevitabile. Oltre 1.100 dipendenti Allfirst hanno perso il posto di lavoro nel processo di vendita.

Ma come riuscì il trader John Rusnak a perdere 691 milioni di dollari in trades?
Il trader Rusnak nel periodo delle grosse perdite, all’inizio degli anni 90, era molto bullish sullo Yen. Credeva fermamente che lo Yen si sarebbe apprezzato tantissimo contro il dollaro. In questo scenario, un trader normalmente comprebbe un contratto a termine per ottenere gli Yen ad un prezzo migliore di quello di mercato, bilanciando le sue posizioni con una combinazione di posizioni lunghe e corte. Rusnak era così bullish sullo Yen che non bilanciò nemmeno le sue posizioni. Ironia della sorte, l’Asia e il Mercato Asiatico andarono in grossa crisi, che portò ad un pesante movimento ribassista delle valute asiatiche.

Con il conto in pesante rosso, Rusnak andò nel panico ed iniziò a camuffare il suo conto, per far vedere che in realtà quelle posizioni erano state bilanciate. Mentre la banca non era ancora al corrente di nulla, il trader Rusnak inizio a raddoppiare gli investimenti, andò all-in sullo Yen, convincendo i suoi superiori a fornirgli un account da hedge fund per “fare più profitti”. In realtà Rusnak era in rosso, in un pesante rosso.

Con il conto Prime, Rusnak cominciò ad aumentare ancora la dimensione delle trades, camuffando abilmente le perdite… Era un circolo vizioso, i soldi investiti aumentarono talmente tanto, il rosso aumentava a dismisura ma Rusnak continuava a rendere il tutto non “visualizzabile”… Fino a quando un bel giorno la banca gli chiese di rilasciare un pò di capitale, in quanto il capitale investito era troppo.Quel giorno, il castello di carte… Cadde. Il trader Rusnak aveva perso 691 milioni di dollari.

Per approfondire, puoi visitare anche:

Fondamenti

Trader famosi

Recensioni broker