Drawdown nel Trading: Cos’è e Come limitarlo?

Tra le varie metriche e indicatori da tenere in considerazione quando si fa trading, c’è uno che si distingue per la sua importanza nel valutare il rischio e la robustezza di una strategia: il drawdown. In questa guida approfondita, esploreremo il concetto relativo a questo fenomeno, analizzando cosa sia, come si calcola e, soprattutto, come interpretarlo nelle vostre strategie di trading e investimento. 

Esamineremo anche come funziona e come controllarlo efficacemente utilizzando gli strumenti offerti dai Broker online come eToro, che permettono di analizzarlo in maniera efficace, ma anche sfruttare questa tendenza. Come? Grazie ai CFD che consentono di puntare anche sull’andamento al ribasso dell’asset.

I trader meno esperti, inoltre, possono imparare a gestire il drawdown affidandosi alle competenze di chi opera già da tempo nel campo del trading online. Attraverso il Copy Trading, infatti, è possibile copiare le operazioni degli altri trader e ottenere i loro stessi rendimenti in proporzione al capitale investito.

Clicca qui per registrarti su eToro

📗 Argomento: Drawdown
🗂 Categoria: Gestione del rischio
❓ Cos’è: Passaggio da un massimo ad un minimo di prezzo
📍 Dove analizzarlo: Grafici delle piattaforme di trading

Significato di Drawdown

Il significato di Drawdown nel mondo finanziario si riferisce alla massima oscillazione al ribasso di un conto, di un investimento o di un particolare asset di mercato, dal suo massimo al minimo relativo, in un determinato periodo di tempo. Non si tratta di un elemento caratteristico di un singolo mercato ma può verificarsi su ogni tipologia di asset. Dal punto di vista pratico, il dato viene espresso in percentuale rispetto all’investimento.

Come influisce il Drawdown nel trading?

Il drawdown ha un impatto significativo sul trading e può influenzare diversi aspetti dell’attività degli operatori finanziari:

  • Performance complessiva:
    • Un drawdown prolungato può compromettere la performance complessiva del trader nel lungo termine.
    • Anche se il trader è in grado di recuperare le perdite, potrebbe essere necessario un periodo significativo di tempo per farlo.
  • Capitale disponibile:
    • Un andamento al ribasso può ridurre il capitale disponibile per il trading, limitando la capacità del trader di cogliere opportunità di mercato.
    • Potrebbe essere necessario ricapitalizzare il conto di trading o ridimensionare le strategie di investimento per continuare a operare in modo efficace.
  • Strategie di trading:
    • Questo fenomeno può portare il trader a rivalutare le proprie strategie di trading e a cercare di identificare le cause delle perdite.
    • Potrebbe essere necessario apportare modifiche alle strategie esistenti o adottarne di nuove per adattarsi alle condizioni di mercato e limitare le tendenze al ribasso future.

Per quanto il drawdown sia inevitabile, la gestione efficace di questo fenomeno può essere cruciale per mantenere la stabilità finanziaria e il successo nel lungo termine nel trading.

Come limitare il rischio del Drawdown?

Appurato che il drawdown può avere delle conseguenze sulle nostre operazioni, dobbiamo anche essere consapevoli che i danni derivanti da questo fenomeno possono essere attenutati. Come? Utilizzando i broker online e gli strumenti offerti da essi.

Per questo motivo vi proponiamo alcune delle piattaforme di trading messe a disposizione dai principali Broker online: eToro e AvaTrade. Questi Broker sono sicuri e affidabili, inoltre offrono la possibilità di fare trading senza commissioni fisse, che è sempre un grande vantaggio quando si investe.

eToro

eToro è un intermediario molto affidabile, autorizzato da numerosi enti di controllo che ne garantiscono la regolarità delle operazioni. La sua piattaforma permette di analizzare i Drawdown con grande semplicità.

Questa piattaforma offre un’ottima opportunità per limitare i danni dei questo fenomeno: si tratta di utilizzare gli strumenti derivati come i CFD, che consentono di puntare al rialzo o al ribasso di un titolo. In questo modo, anche se si verifica un ribasso, si potrà comunque beneficiare di questa tendenza, grazie alla vendita allo scoperto.

Ovviamente, il tutto deve essere fatto con estrema attenzione. Se sei un principiante, però, con eToro potrai lasciarti completamente guidare dagli esperti per non commettere errori, grazie alla funzionalità del Copy Trading. Questo strumento offerto permette di scegliere alcuni dei migliori trader della piattaforma e di copiare le loro operazioni a mercato, ottenendo i loro stessi rendimenti in proporzione a quanto investito. In questo modo, si potrà essere certi di limitare i danni del drawdown proprio come farebbe un esperto.

Clicca qui per registrarti su eToro

AvaTrade

AvaTrade rappresenta un nuovo protagonista nel panorama del trading, tra i più largamente utilizzati tra chi vuole analizzare in modo completo l’andamento degli asset. Questa piattaforma, infatti, dispone di un’ottima Metatrader 5 e della famosa Trading Central. 

Come per eToro, anche qui sono disponibili migliaia di CFD, perfetti per puntare sull’andamento al ribasso di un titolo. Se vuoi imparare a sfruttare questa opportunità, questo broker offre una soluzione unica: la possibilità di leggere un eBook dedicato. Stiamo parlando di un vero e proprio corso in PDF completo e gratuito che fornisce le basi del trading anche ai principianti, e una vasta gamma di strumenti di analisi tecnica che aiutano i trader a prendere decisioni consapevoli.

Clicca qui per scaricare l'eBook di AvaTrade

Vuoi sapere in anticipo quando si verificherà un drawdown? Allora ti consigliamo di attivare segnali di trading gratuiti della piattaforma, delle notifiche in tempo reale riguardo l’andamento dei titoli (indicandoti quali sono i migliori su cui puntare). Il servizio, proprio come l’eBook, è completamente gratuito.

Clicca qui per accedere ai segnali gratuiti di AvaTrade

Qual è la formula del Drawdown?

La formula per calcolare il drawdown è la seguente:

Drawdown= [(Valore massimo−Valore minimo)/Valore massimo]×100%

Dove:

  • “Valore massimo” è il massimo valore registrato dal portafoglio o dall’asset nel periodo considerato.
  • “Valore minimo” è il minimo valore registrato dal portafoglio o dall’asset dopo il massimo, prima che si verifichi una nuova fase di crescita.

La formula restituisce il drawdown come percentuale della differenza tra il massimo e il minimo rispetto al massimo stesso.

Esempio di Drawdown

Supponiamo di avere un portafoglio di investimenti inizialmente valutato a 100.000 euro. Durante un periodo di trading, il valore del portafoglio raggiunge un massimo di 120.000 euro, ma successivamente subisce una serie di perdite e il valore del portafoglio scende a 90.000 euro prima di riprendersi.

In questo caso, il drawdown può essere calcolato come la differenza tra il picco massimo e il minimo successivo, quindi:

  • Drawdown = (Valore massimo – Valore minimo) / Valore massimo
  • Drawdown = (120.000 – 90.000) / 120.000 = 30.000 / 120.000 = 0,25

Quindi, il ribasso in questo esempio è del 25%. Questo significa che il portafoglio ha subito una perdita del 25% dal suo massimo al minimo prima di riprendersi.

Drawdown significato finanza

Drawdown relativo vs Drawdown massimo

Il drawdown relativo è espresso in percentuale rispetto al massimo capitale registrato in un periodo di tempo specifico. Mentre il drawdown massimo rappresenta il peggior scenario possibile, come nel caso di un crollo del 52% nell’S&P 500 durante la crisi dei mutui subprime (come presentato nel grafico qui sotto). 

Drawdown massimo

Generalmente, un drawdown massimo superiore al 20% è particolarmente grave, ma gli indici di borsa, essendo esposti alle crisi economiche, possono superare questa soglia. 

In generale, gli investitori utilizzano il massimo drawdown come metrica essenziale per valutare il rischio di ribasso associato a un investimento, mentre il ritorno dal massimo drawdown indica il tempo necessario per recuperare da tale situazione, entrambi fondamentali per valutare una strategia e un asset.

Formula del Massimo Drawdown

La formula per calcolare il Massimo Drawdown (MDD) è la seguente:

MDD = ((Valore massimo – Valore minimo) / Valore massimo) * 100%

Dove:

  • “Valore massimo” è il massimo valore registrato dall’asset o dal portafoglio durante il periodo considerato.
  • “Valore minimo” è il minimo valore registrato dopo il massimo, prima che si verifichi una nuova fase di crescita.

La formula restituisce il Massimo Drawdown come percentuale della differenza tra il massimo e il minimo rispetto al massimo stesso.

Qual’è un buon livello di drawdown?

Un buon livello di drawdown dipende dall’appetito personale per il rischio e dagli obiettivi di investimento. In generale, un drawdown inferiore al 20-30% è spesso considerato accettabile per molti investitori, ma questo può variare in base alla tolleranza al rischio e alla strategia di investimento adottata.

Drawdown nel Trading vs Drawdown in finanza

Il concetto di drawdown è fondamentale sia nel trading che nella finanza in generale, ma viene considerato e gestito in modi leggermente diversi nei due contesti.

Nel trading, si riferisce alla riduzione massima dal massimo valore registrato da un portafoglio di trading o da un trader individuale, misurando la perdita in percentuale rispetto al picco precedente. È una metrica cruciale per valutare il rischio associato a una strategia di trading e per comprendere la sua capacità di sopportare periodi di perdita.

Nella finanza più ampia, il drawdown può riferirsi anche alle riduzioni nel valore di un portafoglio di investimenti o di un asset, ma può essere valutato in una prospettiva più olistica, considerando anche il contesto macroeconomico e gli eventi di mercato. 

Come interpretare il drawdown nelle tue strategie?

Interpretare il drawdown nelle strategie di trading è cruciale per valutare il rischio e la robustezza della strategia stessa. Ecco alcuni punti chiave per interpretare questo fenomeno:

  • Analisi del Drawdown Storico: Esamina la tendenza storica dell’asset per capire quanto sia stata volatile nel passato. Un ribasso molto ampio potrebbe indicare una maggiore volatilità e rischio.
  • Tolleranza al Rischio Personale: Valuta la tua tolleranza al rischio e confrontala con il drawdown. Assicurati che la tendenza al ribasso sia allineata con la tua capacità e volontà di sopportare perdite significative.
  • Durata del Drawdown: Considera quanto tempo è durato il fenomeno. Un drawdown breve potrebbe essere più facilmente tollerabile rispetto a uno prolungato.
  • Analisi delle Cause: Analizza le cause del ribasso del titolo, per determinare se sono dovute a eventi di mercato eccezionali o a problemi intrinseci alla strategia. Questa analisi può aiutarti a valutare se il drawdown è stato causato da fattori temporanei o se indica una falla strutturale nella strategia.
drawdown

Conclusioni

Per concludere questa nostra guida sul Drawdown possiamo dire che in analisi tecnica è molto importante valutare il MDD di un titolo o di un asset, perché la strategia deve essere studiata anche in base a questi parametri.

Per gestire il DD in maniera ottimale bisogna:

  1. Conoscere il Drawdown massimo storico
  2. Adattare il trading a questo dato
  3. Studiare il miglior rapporto Rischio/Rendimento

Per conoscere i Drawdown dei vari titoli e asset sul mercato vi basta iscrivervi a un Broker CFD fra quelli proposti, accedere al conto Demo ed effettuare tutti i test necessari per prendere confidenza con questo dato. Oltretutto, per proteggersi dai rischi derivanti da questa tendenza, l’utilizzo degli strumenti derivati, come i CFD, oltre che all’implementazione di funzionalità all’avanguardia, può essere utile. 

Piattaforma: Proprietaria
Deposito Minimo: 100€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Conto Remunerato
  • Azioni Frazionate
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star
    Il 51% dei conti CFD al dettaglio perde denaro.
    Piattaforma: Metatrader
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • DupliTrade
  • ZuluTrade
  • Ebook in PDF Gratuito
  • REGISTRATI
    1star 1star 1star 1star 1star

    Leggi anche:

    FAQ

    Perché è importante considerare il drawdown?

    È importante considerare il drawdown nell’investimento perché fornisce una misura chiara del rischio associato a una strategia o a un portafoglio. Comprendere questo fenomeno aiuta gli investitori a valutare la capacità di una strategia di sopportare periodi di perdita e a stabilire realisticamente le aspettative di rendimento nel lungo termine.

    Qual è il significato di massimo drawdown?

    Il massimo drawdown (MDD) rappresenta la massima perdita registrata da un portafoglio di investimenti o da un asset da un picco al minimo successivo, prima che si verifichi una nuova fase di crescita. In altre parole, è la più grande riduzione percentuale dal massimo al minimo valore registrato durante un determinato periodo di tempo.

    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.