Crypto Trader System: funziona o è una truffa?

Se sei qui, significa che vuoi sapere qualcosa su Crypto Trader System. Magari ne hai sentito parlare su qualche forum e vuoi scoprire se davvero garantisce i guadagni altissimi che promette. Bene: assolutamente no! Crypto Trader System non funziona e mai permetterà di raggiungere le ricchezze promesse! Oggi abbiamo deciso di aiutarti a capire perché con una guida completa, nella quale spiegheremo anche quali sono i broker giusti da considerare per il proprio trading criptovalute.

Ci soffermeremo in particolare su eToro (clicca qui per il sito ufficiale della piattaforma) e 24option (clicca qui per il sito), due piattaforme molto diverse tra loro ma accomunate da sicurezza, attenzione alle norme internazionali, trasparenza e qualità. Per scoprire di più, non ti resta che seguirci nelle prossime righe.

Cos’è Crypto Trader System

Per iniziare a capire cos’è Crypto Trader System, dobbiamo analizzare il sito ufficiale del sistema. Su questo portale, compare una dicitura sulla quale vale la pena riflettere. Cosa dice di preciso? Che Crypto Trader System è il primo sistema informale di banking.

Già davanti a questa affermazione, bisognerebbe fermarsi a pensare. I promotori del sistema in questione, infatti, affermano quasi tronfi di esercitare in maniera abusiva l’attività bancaria, il che è un reato perseguibile penalmente.

Cos’è però un sistema informale di banking? Un’attività bancaria priva di qualsiasi regolamentazione, il che è e dovrebbe essere sempre inconcepibile per chi vuole fare trading in maniera efficace e sicura. I broker di cui parleremo tra poco, infatti, rispondono a specifiche normative internazionali. Si tratta di aspetti essenziali, che garantiscono la sicurezza degli utenti finali. Attenzione: ciò non significa che quando si opera su un broker serio si guadagni per forza. Le perdite sono sempre in agguato, ma non le truffe.

Affidando il proprio denaro a broker come eToro (clicca qui per il sito ufficiale della piattaforma) e 24option (clicca qui per il sito), infatti, si ha la garanzia di regolamentazioni internazionali che tutelano fin dal primo deposito. Quando lo si effettua, infatti, i soldi vengono custoditi su conti diversi rispetto a quelli della società. In questo modo, si tutelano gli utenti in caso di problemi a carico della piattaforma.

Con Crypto Trader System non ci sono garanzie di questo tipo. Il sito del sistema, inoltre, utilizza un linguaggio che nessun broker di qualità userebbe mai. Parla infatti di guadagni immediati, senza fare alcuna menzione a quel rischio che è parte integrante del trading online, a prescindere dall’asset scelto.

Crypto Trader System è quindi una truffa? Dirlo ufficialmente non è possibile. La magistratura, infatti, non si è ancora pronunciata ufficialmente. Certo, le denunce ci sono state. Purtroppo, però, i soldi di chi ha malauguratamente pensato di poter guadagnare con questo sistema sono finiti in paradisi fiscali dove la giustizia italiana ha un margine d’azione praticamente nullo.

Come funziona Crypto Trader System

Parliamo ora di come “funziona” – le virgolette sono d’obbligo, considerando che si può parlare di funzionamento vero e proprio solo per i fondatori –  Crypto Trader System. Anche in questo caso, bisogna prendere come punto di riferimento il sito ufficiale.

Si inizia registrandosi gratuitamente al sito. Dopo questo step, bisogna depositare una cifra pari a 250 euro. Grazie ad essa, è possibile, almeno secondo quanto affermano i promotori di Crypto Trader System, entrare in contatto con un trader senior.

Il sistema in questione, che viene presentato come un approccio informale al banking, è solo uno stratagemma per far iscrivere gli utenti a broker privi di qualsiasi regolamentazione. Purtroppo chi sceglie di iscriversi a questi sistemi sa davvero poco di trading online e non ha  idea di quanto possa essere pericoloso registrarsi a un broker non regolamentato.

Come già detto, il sistema funziona solo per chi lo ha creato e promosso. Chi c’è dietro a Crypto Trader System, infatti, incassa 250 euro per ogni iscritto. I soldi, ribadiamo, spariscono molto rapidamente e diventano impossibili da recuperare.

Chi è caduto in questa trappola lo ha fatto spinto sia dall’inesperienza, sia dalle gravissime difficoltà economiche. A questo punto, chi non ha molta esperienza di trading online potrebbe pensare che operare con le criptovalute sia pericoloso. Questo non è affatto vero. Abbiamo già citato alcuni broker utili per fare trading in maniera sicura. Per dare un quadro completo, però, dobbiamo fare un piccolo passo indietro e parlare degli strumenti con cui operare, ossia i CFD.

Trading criptovalute: come farlo con sicurezza grazie ai CFD

Dato per assodato il fatto che Crypto Trader System non rappresenta una soluzione sicura per operare con le criptovalute, parliamo un attimo di CFD. Questi strumenti derivati, il cui nome completo è Contracts for Difference, esistono da circa 20 anni. Abbiamo iniziato a sentirne parlare in maniera frequente solo quando il trading online è diventato appannaggio di tutti, non solo degli esperti di finanza e speculazioni.

La loro caratteristica principale consiste nella possibilità di fare trading replicando l’andamento dell’asset senza bisogno di comprarlo. Questo è un grande vantaggio soprattutto nel caso delle criptovalute, asset notoriamente molto volatili.

Con i CFD, inoltre, è possibile fare trading anche se l’asset perde quota. Quello che conta, infatti, è azzeccare l’andamento, aprendo, a seconda della situazione, una posizione long o short. Un altro vantaggio riguarda l’economicità. L’unico onere da considerare quando si parla di CFD, infatti, è lo spread, la differenza tra bid e ask.

Quando si fa trading con questi strumenti, però, bisogna considerare anche un rovescio della medaglia. Quale di preciso? La leva finanziaria. Grazie a questo moltiplicatore è possibile aumentare anche di 40 volte il deposito iniziale, operando come se la cifra in questione fosse realmente più alta e, di conseguenza, amplificando sia i guadagni sia le perdite.

In virtù di questo aspetto, è fondamentale maneggiare con cura i meccanismi di stop loss, che indicano al broker il momento giusto per arrestare le perdite.

Dopo questa premessa iniziale, possiamo passare ai dettagli sui singoli broker. Come abbiamo ricordato, si tratta di eToro (clicca qui per il sito ufficiale della piattaforma) e 24option (clicca qui per il sito).

eToro: perché sceglierlo per fare trading criptovalute

Crypto Trader System è un sistema che millanta la possibilità di guadagnare cifre altissime con le criptovalute, il tutto grazie al trading automatico. Come già detto non è affatto vero. Le alternative sicure però esistono e una di queste è il broker eToro (clicca qui per il sito).

Disponibile online dal 2007, è stato autorizzato a operare in Italia dal 2010. Dotato di regolare licenza Cysec, risponde a tutte le normative internazionali e, per questo motivo, è considerato sicuro e affidabile.

La sua caratteristica principale è l’approccio social. Ogni singolo trader, infatti, ha la possibilità di condividere strategie e risultati con il resto della community. Chi concretizza i risultati migliori, può essere annoverato tra i guru, trader eccellenti che possono essere copiati e guadagnare. Chi copia, dal canto suo, ha la possibilità di migliorare a partire da dati molto concreti.

L’atto di copiare e replicare automaticamente le strategie dei trader, è detto CopyTrading, un meccanismo brevettato che ha reso eToro (clicca qui per il sito) un ottimo esempio di equilibrio fra il trading automatico e la capacità decisionale umana.

Non è infatti possibile “sedersi” sulla possibilità di replicare le strategie degli altri trader. Bisogna infatti saper scegliere i guru, cercando di evitare di concentrarsi su un singolo guru. Il consiglio è quello di seguirne almeno 6 o 7. In questo modo, si riesce a diversificare l’approccio e ad evitare di trovarsi in situazioni problematiche qualora i risultati di un singolo trader non dovessero risultare soddisfacenti.

eToro demo

eToro demo
eToro demo

Per capire fino in fondo come funziona il broker eToro (clicca qui per ottenere un conto di trading demo gratuito) – che consente di fare trading sul Bitcoin e sulle principali criptovalute – è il caso di aprire un conto demo. Grazie a questo strumento, si ha modo di scoprire le caratteristiche del broker senza mettere subito a rischio il proprio capitale.

Vediamo come aprirlo. Ricordiamo che si comincia accedendo al sito ufficiale. A questo punto, sarà necessario scrollare la home page fino a quando non si incontra il pulsante che presenta la scritta “Iscriviti subito”. Dopo averci cliccato su, ci si trova davanti a una schermata che consente di accreditarsi in due modi. Il primo prevede l’inserimento di mail, nome utente e password. Il secondo, invece, l’inserimento delle credenziali degli account Facebook e Google.

A questo punto, bisogna procedere con la conferma e il conto demo è creato. Grazie ad esso, è possibile non solo aprire posizioni senza bisogno di mettere a rischio il proprio capitale, ma anche visionare la sezione Persone. Consultandola, si può entrare in contatto con contenuti molto importanti, ossia le schede dei trader guru.

Ciascuna di esse è caratterizzata dalla presenza di una foto e di informazioni sulle performance del singolo trader, con specifiche sul profilo di rischio e sui mercati preferiti. Con un deposito minimo di poche centinaia di euro, è possibile passare dal conto demo a quello con denaro reale.
A questo punto, si entra davvero nel vivo delle caratteristiche del broker. Ciò significa, per esempio, andare a fondo dei criteri di scelta dei guru, prendendo in considerazione aspetti come il profilo di rischio, i mercati di interesse e i risultati.

crypto trader system
eToro, con il suo social trading e la possibilità di seguire i guru, è un’ottima alternativa a Crypto Trader System

24Option

24option (clicca qui per ottenere un conto di trading gratuito ed esclusivo) è un’altra alternativa molto interessante a Crypto Trader System. Anche in questo caso, abbiamo a che fare con broker regolamentato a livello internazionale. Tra le sue caratteristiche principali, è il caso di ricordare i segnali di trading. Cosa sono? Informazioni sia in tempo reale e sia storiche che consentono al trader di capire, grazie a specifici pattern e linee guida, quali operazioni è meglio fare in una determinata circostanza.

I segnali di trading messi a disposizione da 24option (clicca qui per ottenere un conto di trading gratuito ed esclusivo) sono gratuiti. Il broker, per fornire agli utenti la massima qualità, fa riferimento ai segnali di Trading Central, una società leader del settore che prende in esame più di 8000 asset, fornendo al trader un quadro davvero completo.

Un’altra peculiarità degna di nota quando si parla di 24Option è la possibilità di accedere a consulenze telefoniche gratuite e mirate, messe a disposizione da trader esperti con una profonda conoscenza degli aspetti pratici relativi alle operazioni sui mercati.

Il broker, inoltre, consente di iscriversi a webinar periodici dedicati sempre a questioni pratiche per ottimizzare l’approccio strategico.

Crypto Trader System recensioni

Torniamo un attimo a parlare di Crypto Trader System, concentrandoci sulle recensioni che si possono trovare online. Quelle vere, redatte cioè da chi ha effettivamente provato il sistema, sono all’insegna dell’acredine e sì, anche della disperazione.

Purtroppo, i sistemi come quello di cui stiamo parlando attraggono soprattutto persone che si trovano in gravi difficoltà economiche e che tentano il tutto e per tutto per risolvere la propria situazione. Non è affatto piacevole trovarsi in condizioni addirittura peggiori a causa dei soldi persi.

I creatori e i promotori di Crypto Trader System hanno tentato di arginare questa situazione redigendo recensioni fake che, all’occhio di chi non ha molta esperienza di trading online, possono sembrare molto allettanti. Lo schema infatti è sempre lo stesso: un fantomatico utente di Crypto Trader System parla della sua esperienza sul sito magnificando i guadagni ottenuti e mettendo in primo piano numeri notevoli, impossibili da concretizzare da un giorno all’altro e senza alcuna esperienza alle spalle.

Queste recensioni sono molto pericolose in quanto mettono in primo piano contenuti rischiosi, relativi per esempio all’abbandono del lavoro grazie ai guadagni del trading. Bisogna togliersi dalla testa queste immagini stereotipate: fare trading non significa operare dalla spiaggia tropicale con il mare davanti, le dita di una mano sulla tastiera e le altre attorno al bicchiere di una bibita fresca.

Certo, c’è chi con il trading online – sia con le criptovalute, sia con altri asset – ha fatto fortuna, ma non certo da un giorno all’altro e con mosse avventate come il licenziamento da un lavoro sicuro. Bisogna dare tempo al tempo e ricordare che, quando si parla di trading online, si inquadra un ambito dove il rischio è sempre in agguato.

Non è assolutamente possibile eliminarlo ma si può tenere sotto controllo. Un’ottima strategia al proposito è il Money Management. In cosa consiste? Nella divisione del capitale in più parti. Ciascuna di esse, deve essere destinata a una singola operazione o a un determinato asset. Idealmente, si dovrebbe puntare solo il 5% del capitale. In questo modo, si evita di trovarsi con il conto vuoto per via delle numerose operazioni poco felici.

Crypto Trader System… e non solo

Crypto Trader System è solo una goccia in un mare di truffe che, negli ultimi anni, hanno invaso internet. Il trading online è un ambito che, in pochissimo tempo, è stato interessato da una vera e propria rivoluzione.

Si è passati da un contesto in cui solo chi aveva specifiche conoscenze tecniche poteva operare sui mercati a una situazione in cui il trading online è diventato ad appannaggio di tutti. Questo ha portato tantissime persone ad accostarsi a questo ambito con l’intenzione di fare soldi in poco tempo.

Se non si ha sufficiente esperienza, è facile farsi allettare da promesse di guadagni stratosferici e immediati. Su questo hanno giocato molto gli ideatori di sistemi come Crypto Trader System, Bitcoin Code e Bitcoin Method, giusto per citare alcuni esempi (ce ne sarebbero molti di più).

Il pattern è lo stesso: il sistema promette guadagni stratosferici, quasi sempre grazie al trading automatico, e non mantiene assolutamente quanto detto. I soldi versati spariscono e diventano impossibili da recuperare in quanto versati in chissà quale paradiso fiscale tropicale.

Come difendersi? Prima di tutto evitando di iscriversi. Come ben si sa, la curiosità può essere tanta. Che male può fare dopotutto una semplice registrazione? In questi casi molto. Non si tratta infatti di una “semplice registrazione”, ma di un modo per far scattare le minacce.

Molte volte, infatti, i promotori dei sistemi contattano gli utenti che si sono limitati all’iscrizione al sito, affermando che il programma è gratuito solo per coloro che effettuano un deposito di qualche centinaio di euro.

Se proprio non si riesce a lasciare andare i dubbi, si può fare un giro veloce sul sito della Consob. La Commissione Nazionale per le società e la Borsa, autorità di controllo indipendente che autorizza i broker a operare in Italia (il possesso dell’autorizzazione deve essere specificato sulla piattaforma), ha anche un portale ufficiale dove compaiono le segnalazione dei sistemi truffaldini a cui non è consentito operare.

Conclusioni

Cosa si può imparare da questa breve analisi delle caratteristiche di Crypto Trader System? Prima di tutto che il trading con le criptovalute non è affatto uno scherzo. Certo, parliamo di una delle più grandi rivoluzioni della finanza mondiale, di un asset che ha permesso a tantissime persone di diventare ricche.

I risultati in questione, però, sono stati ottenuti con il tempo e non hanno nulla a che vedere con la vita dorata che molti “venditori di fumo” millantano!

Un altro aspetto degno di nota riguarda la visione del trading automatico. Di per sé, non è negativo, né positivo. Si tratta di uno strumento come tanti altri che deve essere approcciato con razionalità. Un ottimo modo per riuscirci consiste nel passare in rassegna i vantaggi di eToro, un broker che mixa perfettamente l’efficacia del trading automatico con la capacità decisionale umana.

Il social trading e il CopyTrading di eToro (clicca qui per il sito ufficiale della piattaforma), però, sono molto di più. Si tratta innanzitutto di due approcci molto semplici. Chi è alle prime armi con il trading online, può trovare in questo broker un’ottima risposta alle sue domande di principiante. Attenzione, perché non è detto che sia sempre così! 24option (clicca qui per il sito), infatti, è un broker di alta qualità ma più adatto a chi ha già un po’ di esperienza.

Nulla vieta di aprire un conto demo su entrambi e di capire qual è il più adatto alle proprie esigenze di trading. Tanto, al netto dei differenti livelli di conoscenza che possono avere gli utenti che li utilizzano, sono entrambi legali, gratuiti – non si pagano commissioni e l’unico onere economico è lo spread – e chiari per quanto riguarda il rischio che caratterizza il trading online.

eToro clicca qui per aprire oggi un conto di trading demo >>

24option clicca qui per aprire oggi un conto di trading demo >>