Comprare azioni Ferrari conviene? Dove e come fare! [2020]

Quando si parla di comprare azioni Ferrari, è difficile scindere la passione per il Cavallino Rampante con la convenienza (o meno) di una simile operazione di trading online.

Ecco perché abbiamo voluto dedicare a questo tema un completo approfondimento, nella convinzione che possa esserti utile per poter capire come comprare azioni Ferrari, dove farlo e con che prospettive.

In questo focus scoprirai pertanto:

  • che cos’è il marchio Ferrari;
  • come Ferrari è arrivata in Borsa;
  • quali sono i risultati recenti;
  • quali le prospettive future dell’azione Ferrari;
  • come fare trading online con le azioni Ferrari grazie alle piattaforme di trading dei migliori broker al mondo, come eToro, ForexTB e Trade.com.

Sei pronto? Ritagliati qualche minuto di tempo e leggi oltre!

Leggi anche: Come giocare in Borsa

Ferrari: la storia di un brand da primato

La storia del marchio Ferrari è probabilmente la storia di un brand che può rappresentare uno dei simboli di “famiglia” più iconici che siano mai stati realizzati in Italia.

Creata negli anni ’50 da Enzo Ferrari, infatti, la società specializzata nella produzione di auto da corsa e auto di lusso ha la propria sede a Maranello, in Emilia Romagna. Lo stesso Enzo era un pilota di auto da corsa, ed è questa esperienza personale di pilota, unita al suo impegno per il miglioramento continuo dell’ingegneria, ad aver rivoluzionato l’industria delle auto di lusso. Non è certamente un caso che oggi la città di Maranello ospita migliaia di visitatori che provano le vetture Ferrari e visitano il Museo dedicato all’importante azienda, dove poter peraltro vivere l’esperienza virtuale su uno dei simulatori.

comprare azioni ferrari

Enzo Ferrari

Come abbiamo già rammentato poche righe fa, lo stesso Enzo Ferrari, il fondatore della società, era un pilota di auto da corsa. Ispirato a praticare questo sport dopo un viaggio con il padre all’autodromo, dopo anni di esperienza in altre aziende, nel 1929 Enzo riesce finalmente a creare il suo grande sogno, la Scuderia Ferrari.

Per decenni Enzo attirò alcuni dei più grandi piloti dell’epoca, tra cui René Dreyfus, Giuseppe Campari e Tazio Nuvalari, affinché corressero per la sua squadra. Tuttavia, Enzo voleva spingersi ancora più in là con il progetto automobilistico, tanto che alla fine creò un’altra azienda, la Auto Costruzioni S.P.A. Ed è questa nuova azienda che sarebbe arrivata a creare il moderno marchio Ferrari, a contraddistinguere le sue auto ad alte prestazioni.

Leggi anche: Come investire 10 euro

Dove vengono prodotte le Ferrari?

La fabbrica Ferrari è ora aperta al pubblico ed è un vero e proprio simbolo dell’impegno del marchio per l’eccellenza e per il design.

La fabbrica originale Ferrari di Maranello, originariamente bombardata durante la seconda guerra mondiale, è stata ristrutturata e ripristinata come sede ufficiale della famosa casa automobilistica italiana. Un esempio di eccellenza… anche ambientale: la fabbrica Ferrari è infatti ben lungi dall’ignorare i problemi che i suoi prodotti finali possono generare sull’ambiente e, proprio per questo motivo, la compagnia è costantemente impegnata a investire in alberi, per compensare il livello di emissioni di carbonio dell’auto. Uno sfruttamento delle energie naturali fa il resto per poter garantire all’impianto un percorso privilegiato verso l’autosufficienza.

Insomma, nel corso dei decenni, la passione di Ferrari per i veicoli ad alte prestazioni, unita al desiderio di migliorare l’industria delle corse, ha dato vita a una vera e propria nuova forma di produzione di veicoli. Una nuova forma di cui il marchio del Cavallino Rampante è massima espressione in tutto il mondo, rendendo questo brand un sinonimo di qualità e classe.

IPO Ferrari in Borsa

Nonostante la sua lunghissima storia, Ferrari è entrata in Borsa solo nel 2015, con una IPO sensazionale alla Borsa newyorkese.

Con quella operazione la società riuscì a raccogliere 893 milioni di dollari, con i prezzi delle proprie azioni finite nella fascia alta della gamma di negoziazione, grazie a una forte domanda degli investitori.

Un’operazione che si rivelò un successo per l’allora azionista di maggioranza, la Fiat Chrysler Automobiles, che all’epoca vendette il 9% del marchio al prezzo di 52 dollari per azione, per 17,18 milioni di azioni, su stima di prezzo tra i 48 e i 52 dollari per azione. L’operazione ha permesso altresì a FC di acquisire il debito di Ferrari, con la società che ha avuto un valore enterprise di 12 miliardi di dollari.

Come già rammentato, la domanda degli investitori per le azioni Ferrari superò ampiamente il numero disponibile di azioni, confermando l’interesse dei trader per questo genere di impiego.

Leggi anche: Giocare in Borsa, simulazione

Comprare azioni Ferrari: risultati e prospettive

Ad ogni modo, quanto sopra appartiene al passato. Appartiene invece al presente il fatto che Ferrari ha pubblicato i suoi risultati annuali 2019, in cui spiccano ricavi per 3,8 miliardi di euro, in linea con le previsioni, sebbene l’utile per azione (EPS) sia risultato inferiore alle aspettative a 3,71 euro, mancando le stime del 2,6%.

Per quanto concerne le prospettive future, gli analisti ritengono per Ferrari un fatturato di 4,12 miliardi di euro, con un potenziale miglioramento del 9,5% delle vendite rispetto agli ultimi 12 mesi. L’utile per azione dovrebbe essere pari al 7,8%, a 4,02 euro. Si noti che prima della pubblicazione dell’ultimo dossier sugli utili, gli analisti avevano previsto un fatturato di 4,07 miliardi di euro e un utile per azione (EPS) di 4,11 euro per il 2020. Dunque, sembra che la pubblicazione degli ultimi dati non abbia prodotto grandi cambiamenti nelle stime dei ricavi, anche se gli analisti hanno realizzato un piccolo calo nelle loro previsioni sull’utile per azione.

comprare azioni ferrari

Target price Ferrari

Passando poi al target price sulle azioni, il prezzo obiettivo di consenso è rimasto stabile a 155 euro, con gli analisti che, a quanto pare, votano a favore del fatto che i minori guadagni previsti non dovrebbero portare a un calo del prezzo delle azioni nel prossimo futuro.

Ad ogni modo, come intuibile, si deve tenere in considerazione il fatto che il target price di consenso è la media degli obiettivi di prezzo dei singoli analisti, e quindi è interessante cercare di valorizzare la gamma delle stime sottostanti. In tal merito, nel giorno della pubblicazione dei risultati 2019  l’analista più rialzista aveva valutato la Ferrari a 206 euro per azione, mentre i prezzi più ribassisti la valutano a 73,60 euro. Si tratta di una diffusione abbastanza ampia delle stime, il che suggerisce che gli analisti stiano stimando un’ampia gamma di possibili risultati per il business della compagnia.

Un modo per contestualizzare maggiormente queste previsioni è quello di vedere come si confrontano sia con le performance passate, sia con quelle di altre aziende dello stesso settore. Ebbene, dalle ultime stime emerge chiaramente che il tasso di crescita della Ferrari dovrebbe accelerare in modo significativo, con una crescita dei ricavi del 9,5%, notevolmente più rapida rispetto alla crescita storica del 6,3% annuo degli ultimi cinque anni.

Leggi anche: FTSE Mib.

Previsioni Ferrari 2020: conviene comprare azioni Ferrari?

Ricordato quanto sopra, abbiamo voluto compiere un passo in avanti cercando di comprendere se conviene comprare azioni Ferrari alla luce delle novità degli ultimi giorni.

Per farlo abbiamo voluto comprendere cosa ne pensano gli analisti interrogati da CNN Business, e il risultato è stato piuttosto interessante.

Partendo da un prezzo attuale (15 febbraio 2020) delle azioni Ferrari pari a 175,35 dollari, emerge che dei 18 analisti che hanno formulato una previsione a 12 mesi:

  • il  target mediano di prezzo è pari a 187,67 dollari, con un buon margine di rialzo dell’8,3%;
  • la stima più alta è pari a 230,22 dollari, con margine di rialzo del 32,8%;
  • la stima più bassa è invece pari a 109 dollari, che implicherebbe un margine di decremento del 37,1%.

CNN Business ha poi domandato agli stessi analisti di effettuare una raccomandazione di acquisto o di vendita delle azioni Ferrari. Delle 19 società di investimento interessate:

  • hanno espresso una raccomandazione buy / acquisto 9 analisti;
  • è stata formulata una raccomandazione outperform per 3 analisti e una raccomandazione hold per 5 analisti;
  • infine, nessun analista ha effettuato una raccomandazione underperform, mentre la raccomandazione sell ha riguardato 2 analisti.

Sembra pertanto che la generalità degli investitori continui ad essere piuttosto rialzista per le azioni Ferrari, con dati sostanzialmente costanti negli ultimi mesi.

Comprare Azioni Ferrari

Nuove Ferrari 2020

Per gli appassionati della Ferrari, il 2019 è stato un grande anno. Non solo la società ha fatto debuttare sul mercato ben cinque nuovi modelli, ma ha anche lanciato alcuni esemplari unici.

Numeri alla mano, sembra dunque che il progetto di Ferrari per il lancio di 15 nuovi modelli in cinque anni sia a buon punto ma… attenzione a non saltare a conclusioni affrettate.

Stando a quanto è emerso negli ultimi mesi, infatti, il 2020 sarà un anno sicuramente più tranquillo del 2019 per la casa automobilistica. In un’intervista ad Autocar, ad esempio, il responsabile commerciale della Ferrari, Enrico Galliera, ha dichiarato che l’azienda si concentrerà sulla vendita dei suoi nuovi modelli nel 2020, senza che dunque si debba attendere una replica della dinamicità di nuove uscite vista nel 2019.

In particolar modo, Galliera ha dichiarato che alcuni dei nuovi modelli Ferrari sono in segmenti sui quali l’azienda desidera lavorare in ottica esplorativa, impegnandosi per informare i suoi clienti e la sua rete su come queste nuove offerte possano rientrare a pieno titolo nella gamma Ferrari.

La Ferrari sarà “focalizzata sulla creazione del successo dei modelli che sono stati introdotti nel 2019” – ha dichiarato il top manager… senza che questo debba significare che non vedremo nuove Ferrari nel 2020.

Le Ferrari del 2019

Ricordiamo che la Ferrari ha dato il via al 2019 con la F8 T a marzo, arricchita con il più potente motore V8. A maggio, la Ferrari ha introdotto la SF90 Stradale, un ibrido da 986-hp (707-kW). La Stradale ha anche introdotto il più potente motore V8 della Ferrari, il 4,0 litri turbo da 769 CV (573 kW).

A settembre la Ferrari ha presentato due cabriolet, la F8 Spider e la 812 GTS. La Ferrari ha chiuso poi l’anno con una Ferrari unica nel suo genere, con un design minimalista che richiama modelli come la Ferrari 250 GT Berlinetta Lusso e la Ferrari 250 GT 2+2.

Insomma, è stato un anno ricco di novità ma… come detto, la Ferrari ha altri 10 modelli da introdurre entro i prossimi 4 anni. Uno di questi, forse tra i più attesi, sarà il primo SUV Ferrari, chiamato Purosangue, entro la fine del 2022.

comprare azioni ferrari

Conclusioni

A margine di questo nostro approfondimento sul mondo Ferrari, speriamo di aver condiviso con te alcuni utili spunti per poter meglio considerare questo investimento.

Cogliamo questa opportunità per ricordarti che hai a disposizione diversi canali per comprare azioni Ferrari. E che, intuibilmente, e come spesso abbiamo avuto modo di ricordare in queste pagine, il più conveniente è di certo quello di comprare azioni Ferrari grazie alle più note piattaforme di trading dei migliori broker al mondo, come eToro, ForexTB e Trade.com.

Aperto un conto di trading presso uno di questi tre operatori, infatti, potrai:

  • aprire posizioni CFD long (rialziste) o short (ribassiste), a seconda che ritieni che il prezzo delle azioni Ferrari salga o scenda;
  • investire con la leva finanziaria, aumentando potenzialmente il livello dei tuoi profitti (ma attenzione: anche delle perdite!);
  • fare trading senza commissioni, considerato che i broker online hanno come fonte di remunerazione lo spread.

Conto demo

Ti consigliamo infine di premettere la fase operativa vera e propria, con una fase di trading demo.

Tutti i broker che sopra ti abbiamo segnalato, infatti, ti mettono a disposizione gratuita dei conti demo che ti serviranno per:

  • migliorare la tua conoscenza con la loro piattaforma di investimento finanziaria;
  • testare la tua strategia di trading in condizioni di mercato reale, ma prima di investire con i tuoi capitali.

Se vuoi saperne di più, ti ricordiamo che sul nostro sito abbiamo parlato approfondimento del tema con le guide a eToro, ForexTB e Trade.com.

Speriamo che questi brevi spunti sul comprare azioni Ferrari ti siano stati utili. Come sempre, ti invitiamo a parlare con il nostro staff e con i nostri lettori di ciò che pensi su questo titolo e, più in generale, sugli investimenti mediante broker CFD usando lo spazio dei commenti.

Sarà la giusta occasione per confrontarci un po’ su come migliorare le proprie strategie di investimento finanziario!

Perché comprare azioni Ferrari?

Si tratta di un simbolo del made in Italy, con ottimi risultati e prospettive positive.

Qual è la migliore piattaforma per comprare azioni Ferrari?

Probabilmente eToro che, oltre a non applicare commissioni, consente anche di copiare automaticamente le operazioni dei migliori investitori del mondo.

Le azioni Ferrari possono salire sempre?

No, nessun titolo può salire sempre.

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.