Comprare azioni Aramco: prezzo, target price e migliori piattaforme

Dal momento della sua IPO che potremmo definire storica, sempre più persone si sono attivate per capire come comprare azioni Aramco.

A distanza di qualche tempo, ciò che ci interessa capire è se investire su questo titolo sia ancora oggi un’operazione conveniente.

In questa guida su come comprare azioni Aramco potrai scoprire:

  • la storia della società e la reazione dei mercati all’IPO del 2019
  • quali sono le migliori piattaforme per investire
  • quali sono le previsioni per il medio/lungo termine per il titolo

A livello pratico ti spiegheremo come fare trading su azioni Aramco, poggiando le nostre strategie operative sulle “spalle” dei broker migliori del mondo, come eToro (clicca qui per il sito ufficiale) e XTB (clicca qui per il sito ufficiale).

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 50€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: xtb
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Demo Gratuita
  • Gruppo Whatsapp
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    72,30% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star

    Comprare azioni Aramco: la società

    Saudi Aramco, con più di 85 anni di storia alle spalle, è la compagnia petrolifera statale dell’Arabia Saudita, nonché la compagnia petrolifera più grande del mondo.

    In estrema sintesi è la leva operativa che ha aiutato il regno saudita a diventare il più grande esportatore di petrolio greggio.

    Non tutti sanno che Saudi Aramco nasce nel 1933 da un accordo tra l’Arabia Saudita e la compagnia petrolifera californiana Socal. Questo accordo, come molti altri concessi a grandi compagnie petrolifere americane e britanniche all’epoca, le diede il diritto esclusivo di esplorare ed estrarre petrolio sul territorio saudita.

    Una ottima notizia, per la compagnia, che riuscì a mettere le mani su un patrimonio enorme, ancora molto capiente.

    Nel 1944 la Arabian Standard Oil Company cambiò nome in Arabian American Oil Company, o come la conosciamo oggi, con l’acronimo Aramco. All’epoca la compagnia era gestita da un consorzio di compagnie petrolifere statunitensi – tra cui i predecessori di Chevron, Texaco ed Exxon Mobil.

    Nel 1960, in conseguenza della creazione dell’OPEC, l’Arabia Saudita e diversi altri paesi produttori di petrolio iniziarono a nazionalizzare le proprie risorse naturali. Il lungo processo si concluse oltre 20 anni dopo, quando il governo saudita completò l’acquisizione delle attività di Aramco, creando – nel 1988 – la Saudi Arabian Oil Company.

    Nel 2012 Aramco lanciò un nuovo braccio commerciale, che negozia quotidianamente circa 1,5 milioni di barili di prodotti chimici e polimeri, riducendo la sua dipendenza da broker esterni. Nel 2016 il vice principe ereditario Mohammed bin Salman annunciò di prendere in considerazione la possibilità di quotare le azioni della società statale e di vendere circa il 5% di queste per costruire un grande fondo sovrano.

    comprare azioni Aramco

    Comprare azioni Aramco: migliori piattaforme di trading

    Senza indugiare oltre, prendiamo in esame le migliori piattaforme di trading online che puoi usare per comprare azioni Aramco.

    Abbiamo scelto esclusivamente piattaforme sicure e regolamentate, in grado di garantirti la massima sicurezza e la massima convenienza. Operando su di esse, infatti, potrai investire in azioni petrolifere senza commissioni grazie alla negoziazione in CFD, con la possibilità anche di approfittare della vendita allo scoperto per sfruttare la volatilità dei mercati.

    eToro

    Il primo dei due broker che ti consigliamo per comprare azioni Aramco è eToro (sito ufficiale), leader nel mercato del Copy Trading e, più in generale, una delle piattaforme di trading online preferite da tutti i nostri lettori.

    eToro ti permetterà infatti di utilizzare un software di trading online facile e intuitivo, adatto sia ai principianti che agli esperti.

    Potrai inoltre fare investimenti anche senza avere grandissime conoscenze finanziarie: con il Copy Trading avrai infatti l’opportunità di investire sui mercati finanziari semplicemente copiando alcuni dei migliori trader della sua community!

    Quello che ti consigliamo di fare come prima cosa è aprire qui un conto di trading demo con eToro: in questo modo potrai fare pratica con la piattaforma di trading del broker e con tutti i suoi servizi, senza rischi. I soldi che utilizzerai saranno infatti presi dal plafond di denaro virtuale che il broker ti metterà a disposizione!

    Se invece ti senti già pronto per fare trading con i tuoi soldi, non ti rimane altro da fare che cliccare qui sotto:

    Apri gratis un conto di trading su eToro (sito ufficiale)

    XTB

    Il secondo nome per comprare azioni Aramco è XTB (sito ufficiale), un operatore al top per tutti i trader italiani.

    XTB ti consentirà infatti di fare trading online con una piattaforma di alta  qualità, con la comodità di essere accompagnato passo dopo passo grazie ai tanti strumenti di formazione che ti saranno messi a disposizione, come il famoso corso gratis sul trading online.

    Anche XTB ti propone un conto demo o, se preferisci, puoi iniziare fin da subito a fare trading con capitale reale cliccando qui sotto:

    Apri gratis un conto di trading su XTB (sito ufficiale)

    Una volta che sarai operativo sul mercato azionario non dimenticare la possibilità di sfruttare i Segnali di Trading, perfetti per sapere sempre quali sono i momenti migliori per entrare a mercato e per aprire le tue posizioni.

    IPO Aramco

    A inizio novembre 2019 il governo ha confermato l’intenzione di quotare la compagnia petrolifera nazionale a Tadawul, la borsa saudita, per quella che è stata probabilmente la più grande offerta pubblica iniziale (IPO) di sempre, considerati i grandi numeri di questa società.

    Per esempio, oltre ad una produzione di oltre 10 miliardi di barili al giorno, spiccano profitti di 111 miliardi di dollari (quasi 100 miliardi di euro), molto di più di qualsiasi altro concorrente globale e, più in generale, oltre anche le big company redditizie nel mondo tech (Apple su tutte).

    Ad essere gigantesca è stata quindi anche la portata dell’IPO. L’offerta pubblica iniziale è uno dei principali punti del programma Vision 2030, promosso dal principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, che vorrebbe diversificare l’economica saudita, oggi fortemente dipendente dal petrolio.

    L’IPO di Saudi Aramco, come era stato previsto dagli analisti, si è svolta con particolare soddisfazione per la compagnia.

    La quota dell’IPO di Aramco destinata al retail è infatti stata prontamente coperta con ordini che hanno raggiunto i 32,57 miliardi di riyal (8,7 miliardi di dollari).

    In vista della quotazione in Borsa, il gruppo aveva in mente di collocare l’1,5% del capitale, pari a circa 3 miliardi di azioni, a un prezzo indicativo tra i 30 e i 32 riyals, con raccolta fino a 96 miliardi di riyal (oltre 25 miliardi di dollari), che avrebbero permesso di valutare la compagnia tra i 1.600 e i 1.700 miliardi di dollari.

    Insomma, gli obiettivi minimi per la quotazione sono stati ampiamente raggiunti, ponendo in essere un passo fondamentale per realizzare i piani del principe saudita.

    Comprare azioni Aramco: modello di business

    Le iniziative su Aramco, come in parte abbiamo già rammentato, sono una piccola parte di un piano molto più ampio, che il principe Mohammad bin Salman vorrebbe realizzare.

    Il progetto riguarda la costruzione di una vera e propria “terra del futuro”, una città fantascientifica chiamata Neom, costruita su un’area desertica lungo la costa nord-occidentale del regno saudita con lo scopo di attirare “le più grandi menti e i migliori talenti del mondo“, oltre a turisti internazionali e viaggiatori di segmento luxury.

    Per quanto ambizioso possa sembrare questo piano, in realtà il programma sta già andando avanti.

    Bloomberg riferisce che il regno avrebbe già assegnato a due imprese di costruzione saudite dei contratti per iniziare a costruire gli alloggi per i lavoratori. Complessivamente, il costo per portare a compimento Neom sarà di circa 500 miliardi di dollari. Aramco costituisce una leva (non l’unica) utile per poter trasformare da utopia a realtà questo piano.

    Difatti, non è stato certamente un caso se nello stesso periodo in cui è iniziata la costruzione di Neom, l’Arabia Saudita abbia finalmente dichiarato di essere finalmente pronta a vendere azioni della sua compagnia petrolifera nazionale, la Saudi Aramco, sul mercato.

    Dunque, dopo anni di speculazioni finalmente Aramco è sbarcata sul mercato, con possibilità di negoziare le sue azioni alla Borsa saudita, o Tadawul.

    Chiarito ciò, i numeri di Aramco sono quanto di più solidi si potrebbe immaginare. Il gigante dell’energia è infatti, come abbiamo già dichiarato, l’azienda più redditizia del mondo, e da sola vale più dell’intero mercato azionario saudita da 550 miliardi di dollari.

    comprare azioni aramco

    Comprare azioni Aramco conviene?

    È abbastanza semplice: Aramco, come dichiaravano gli stessi analisti su Bloomberg, è una asset class a sé stante.

    E, in effetti, ci sono molte cose che possono attirare gli investitori verso Aramco. Basti considerare i suoi dividendi: nel 2019 Aramco ha promesso un incredibile importo di 75 miliardi di dollari in dividendi in contanti. Non solo si tratta di un potenziale rendimento del 5% per azione, ma è quasi 30 volte superiore ai 2,6 miliardi di dollari che Apple ha distribuito agli investitori nel 2018.

    Per quanto riguarda la sua produzione, dalla quale evidentemente dipende buona parte delle possibilità di effettuare i propri piani per gli azionisti, è utile rammentare che Aramco ha le più grandi riserve di petrolio del mondo. Inoltre il costo per estrarre la materia prima è il più basso, pari a 2,80 dollari al barile (molto meno di qualsiasi dei suoi rivali).

    Di contro, quando si tratta di capire se conviene o no investire in Aramco, bisogna anche osservare con attenzione gli aspetti negativi, considerato che Aramco potrebbe andare incontro a serie difficoltà nel convincere gli investitori stranieri.

    Per esempio, il flottante pubblico sarà di circa il 2 per cento delle azioni, rendendo quindi il debutto pubblico di Aramco relativamente piccolo per una società così grande.

    Il resto delle azioni rimarrà naturalmente nelle mani del principe ereditario saudita, ovvero nelle mani di una monarchia assoluta. Dopo tutto, gli investitori globali non dovrebbero aspettarsi di avere alcun diritto effettivo nell’influenzare il corso societario.

    Il consiglio di amministrazione di Aramco avrà un dovere fiduciario non nei confronti degli investitori ma della famiglia saudita. Ciò non potrà che avere una serie di implicazioni molto importanti.

    Ricordiamo infatti come in passato la monarchia ha usato Aramco come salvadanaio, immergendosi nelle sue vaste casse per finanziare un gran numero di attività e di progetti. Dunque, in estrema sostanza, il denaro raccolto dall’IPO Aramco, ed eventuali IPO successive, non andrà all’azienda, ma finirà in Arabia Saudita, al re e al suo governo.

    Stando ad alcune analisi, le ipotesi di crescita di Aramco e la base per un pacchetto di dividendi così generoso come quello promesso nel 2019 si basano su un valore del greggio Brent pari o superiore a 65 dollari al barile. Tale valore è stato praticamente assente dai mercati per tutto il 2020, con una graduale ripresa a inizio 2021.

    Anche per questo motivo, nel tentativo di sostenere i prezzi prima della sua IPO, Aramco ha effettuato tagli alla produzione e alle prossime riunioni OPEC l’Arabia Saudita dovrebbe spingere per ulteriori tagli da parte degli altri membri esportatori di petrolio. La produzione potrebbe diminuire collettivamente di circa 1,2 milioni di barili al giorno.

    Comprare azioni Aramco

    Comprare azioni Aramco: previsioni 2021

    Il futuro di Aramco è sostanzialmente legato al prezzo del petrolio. Bisognerà dare uno sguardo non solamente alla produzione OPEC, quanto anche a quello che avviene in area extra OPEC e, in particolar modo, negli USA.

    comprare azioni aramco previsioni

    L’andamento del titolo Aramco nel corso del 2020 è stato inevitabilmente influenzato dalla crisi da coronavirus che ha investito la maggior parte dei mercati finanziari.

    Il 12 marzo 2020 la società ha conosciuto il proprio picco minimo, scendendo a poco più di 26 $. In soli 5 mesi però Aramco è riuscita a recuperare il terreno perso e a superare la propria quotazione iniziale, rimanendovi al di sopra per tutti i mesi successivi.

    La fase laterale che si è avviata porta oggi le azioni Aramco a galleggiare a ridosso dei 35 dollari, con una volatilità tutto sommato contenuta.

    Per il 2021, il target price a 12 mesi non prevede grandi scostamenti ma individua un trend di fondo al ribasso. Secondo le stime degli analisti, infatti, da qui a un anno il titolo Aramco farà i conti con un calo di circa il 4%, raggiungendo un valore di 34 dollari.

    Le prospettive di crescita sono in netta minoranza, allo stato attuale, ma potrebbero vedere le azioni salire fino a 39 $. Il sentiment per il breve termine comunque è neutrale, mentre sul medio periodo l’orientamento è verso il buy.

    Conclusioni

    Aramco è diventato rapidamente uno dei titoli preferiti tra coloro che si dedicano a speculare in Borsa.

    La sua elevata capitalizzazione e il fatto che si tratti di un titolo estremamente sensibile alle notizie geopolitiche lo rendono praticamente perfetto per chi è a caccia di alti rendimenti speculativi (oltre che di dividendi).

    Qual è il modo più semplice per comprare azioni Aramco?

    È semplice: consiste sicuramente nell’utilizzare i migliori broker online, come eToro (sito ufficiale) o XTB (sito ufficiale).

    Cos’è Aramco?

    Si tratta della compagnia petrolifera statale saudita.

    Comprare azioni Aramco conviene?

    La sua stabilità e il suo volume di affari la rendono una società adatta a chi cerca investimenti altamente speculativi.

    Quali sono le previsioni Aramco per il 2021?

    Il trend attuale è stabile, con movimenti poco marcati e un target price di 34 dollari.

    Quali sono le migliori piattaforme per comprare azioni Aramco?

    eToro e XTB sono la prima scelta per chi vuole investire in maniera sicura e senza commissioni.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]
    Lascia un commento

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.