Come diventare trader di Bitcoin: consigli pratici e broker migliori

Come diventare trader di Bitcoin? Sono sempre di più le persone che si fanno questa domanda. Non bisogna sorprendersi, in quanto la popolarità dell’asset in questione continua a essere molto alta. Il Bitcoin rimane infatti la criptovaluta più famosa del mondo. Questo nonostante negli ultimi anni ne siano nate tantissime altre, con caratteristiche tecniche e capitalizzazioni differenti. Con le giuste indicazioni, è possibile sfruttare i vantaggi per fare trading con profitto, affrontando nel migliore dei modi aspetti ineliminabili come la volatilità e il rischio per il capitale.

Vuoi sapere come è possibile concretizzare tutto questo? Seguici nella guida che abbiamo preparato sul tema, un prontuario che contiene consigli molto chiari e semplici, grazie ai quali potrai iniziare a fare trading di Bitcoin già da oggi.

Trading Bitcoin come funziona?

Quando si punta a capire come diventare trader di Bitcoin, è necessario prima di tutto comprendere il funzionamento del processo di base. Chi vuole fare trading di Bitcoin, ha davanti sostanzialmente due alternative. Ecco quali:

  • Acquisto della valuta attraverso gli Exchange
  • Trading con i CFD

Analizziamole una per una, iniziando dalla prima. Al giorno d’oggi, questa opzione è spesso sconsigliata. Per quale motivo? Prima di tutto, perché gli Exchange applicano commissioni. In secondo luogo, è bene ricordare che ne esistono tanti legali, come per esempio Coinbase, ma anche molti che di legale non hanno nulla. Numerosi utenti in tutto il mondo si sono trovati, da un giorno all’altro, con il conto svuotato e la realtà a cui avevano affidato i soldi irrintracciabili.

Piattaforma trading Bitcoin: perché sceglierne una con i CFD

Grazie al trading con i CFD, invece, il rischio di perdere soldi per motivi legati a truffe o fallimenti è nullo. Broker come Plus500 (clicca qui per andare sulla pagina del broker) ed eToro (clicca qui per aprire un conto demo gratuito), giusto per citarne due tra i tanti, permettono di fare trading di Bitcoin con i CFD in maniera sicura.
Sono infatti legali e sottoposti a controlli da parte di organi sia internazionali, sia locali.
Detto questo, possiamo parlare di come funziona il trading con i CFD. Iniziamo a dire che il nome completo di questi strumenti è Contracts for Difference. Cosa sono? Strumenti derivati diffusi da vent’anni circa. La loro popolarità, però, è esplosa in concomitanza con quella del trading online.

Il loro funzionamento si basa sulla possibilità di replicare l’andamento dell’asset senza doverlo acquistare. Nel caso del trading di Bitcoin, è un grandissimo vantaggio. La criptovaluta in questione, infatti, è notoriamente molto volatile. Con il CFD ci si tutela da questo aspetto e si ha la possibilità di guadagnare anche quando perde quota. L’importante, infatti, è aprire la posizione giusta tra long e short. I vantaggi dei CFD per chi vuole diventare trader di Bitcoin non finiscono qui. Da ricordare, infatti, è che sono privi di commissioni. L’unico onere da considerare nella loro gestione è infatti lo spread, ovvero la minima differenza tra bid e ask.

Esiste però un rovescio della medaglia. A cosa è dovuto? Alla leva finanziaria. Questo moltiplicatore consente di esporsi sul mercato con una somma più alta rispetto a quella del deposito iniziale. La leva finanziaria amplifica sia i guadagni, sia le perdite. Per questo motivo, quando la si utilizza per il trading, è bene avere le idee chiare sulle peculiarità dei meccanismi di stop loss.

Trading Bitcoin Italia: le basi per iniziare

Dopo l’introduzione del paragrafo precedente, possiamo aprire un altro capitolo molto importante per chi vuole capire come diventare trader di Bitcoin. Parliamo più nel dettaglio dei broker da considerare per le proprie operazioni.
Ricordiamo che, per chi opera in Italia, quelli a cui iscriversi devono essere in possesso di licenza CySEC e autorizzati dalla Consob. In mancanza di questi dettagli legali, è bene cliccare in alto a destra sulla pagina web e chiudere, per rivolgere l’attenzione ad altre alternative.

Un altro criterio da considerare riguarda la possibilità di aprire un conto demo. Grazie ad esso, si ha modo di esercitarsi e acquisire confidenza sia con le caratteristiche dell’asset, sia con le peculiarità del broker scelto. Attenzione: il conto demo è illimitato, ma è bene non considerarlo un’opzione perenne.
Dopo qualche ora, è il caso di passare al conto con denaro reale. Solo in questo modo, infatti, si riesce ad avere un’idea chiara delle caratteristiche fondamentali del trading di Bitcoin e, in primo luogo, del rischio che contraddistingue le operazioni con l’asset in questione.

Un altro passo da non trascurare quando si punta a diventare trader di Bitcoin riguarda la formazione. Come farla? Ricordiamo prima di tutto che, al giorno d’oggi, è possibile usufruirne in maniera totalmente gratuita. Questo è realtà grazie a broker online come Markets.com. La piattaforma in questione, dotata di regolare licenza CySEC, è contraddistinta dalla presenza di sussidi formativi di alta qualità. Il bello è che sono accessibili anche se si ha un conto demo!

Detto questo, possiamo entrare maggiormente nel dettaglio dei consigli dedicati agli aspiranti trader, parlando delle opinioni sui vari broker.

Trading Bitcoin opinioni: qual è il broker migliore da scegliere?

Quando si discute di come diventare trader di Bitcoin, è naturale fermarsi a pensare al broker migliore da scegliere per le proprie operazioni. Non c’è una risposta definitiva al proposito. Tutto dipende dall’approccio del singolo trader. Chi vuole un broker semplice da utilizzare ma comunque adatto a chi ha già un po’ di esperienza, può orientarsi verso Plus500 (clicca qui per andare sulla pagina del broker).
Online dal 2008 e marchio registrato, questo broker consente di fare trading di Bitcoin e di operare su numerose altre criptovalute. Sono disponibili anche asset come le azioni e le materie prime. Plus500 (clicca qui per andare sulla pagina del broker) permette di aprire un conto demo in pochi minuti, di operare in mobilità grazie all’app dedicata e di iniziare a fare trading con denaro reale grazie a un deposito iniziale minimo di soli 100 euro.

Bitcoin trading automatico: il caso di eToro

Il discorso in questione cambia per chi è alle prime armi. In questo caso, chi vuole diventare trader di Bitcoin può prendere in considerazione eToro (clicca qui per aprire un conto demo gratuito). Questo broker, che permette di fare trading di Bitcoin e di operare su altre criptovalute, ha una particolarità unica: il social trading.

Gli utenti che si iscrivono, infatti, hanno a disposizione un profilo gratuito. Tramite esso, possono condividere con il resto della community le proprie strategie e i risultati ottenuti. Gli iscritti che concretizzano le performance migliori, i cosiddetti guru, possono essere seguiti e vedere il proprio approccio strategico replicato automaticamente. Chi viene seguito guadagna mentre chi segue ha la possibilità di migliorare basandosi su risultati concrete. Questo meccanismo è detto CopyTrading.

Le opinioni su entrambi i broker sono molto positive. Non a caso, si tratta di piattaforme online da diversi anni, controllate a livello internazionale e con un ampio bacino di utenti.

Trading online: forum? Vade retro!

Un caso che merita un po’ di attenzione riguarda i forum. Su questi spazi, può capitare di incontrare delle critiche molto forti a broker come Plus500 ed eToro. Vanno prese, come si suol dire, con le pinze. Per quale motivo? Per il semplice fatto che i forum non sono fonti attendibili per chi vuole fare trading seriamente. Questi spazi, eccessivamente sopravvalutati, sono il luogo di sfogo di trader falliti, che si sono letteralmente buttati sulle operazioni pensando di poter vivere di rendita grazie al trading automatico.

Ovviamente si sono scottati e hanno sfogato la loro rabbia online soprattutto sui forum. Attenzione: non stiamo dicendo che tutto quello che si legge su questi spazi è negativo a prescindere. Vogliamo solo sottolineare che, per diventare trader di Bitcoin, i riferimenti da mettere in primo piano sono altri, ossia i broker online legali e gratuiti.

trading bitcoin opinioni

eToro è un ottimo broker per chi vuole imparare a fare trading di Bitcoin

Come fare trading con Bitcoin: conclusioni

Chiaro è che i CFD sono la soluzione migliore per chi vuole imparare come diventare trader di Bitcoin. Grazie a questi strumenti, infatti, è possibile stare tranquilli anche se la criptovaluta perde terreno. Molto importante è ricordare che, per tenere sotto controllo il rischio che comunque contraddistingue questo asset, si può ricorrere al Money Management.

Questa tattica prevede la divisione del capitale in più parti, ciascuna delle quali deve essere destinata a un singolo asset o a una specifica operazione, evitando di puntare più del 5% ogni volta.

Clicca qua per iniziare oggi con eToro gratuitamente >>