Capire il Forex, come fare per anticipare il mercato?

Indipendentemente dal fatto che tu abbia iniziato da poco a fare trading o che tu sia un professionista, capire il Forex è un aspetto importante. Anzi, possiamo anche dire che è fondamentale, soprattutto se stai cercando un modo per costruirti una rendita da zero oppure per arrotondare lo stipendio e concederti qualche sfizio in più.

capire il forex 2018 come fare

Capire il Forex nel 2018 è possibile, ma occorre prestare attenzione a vari temi che spaziano dalla macroeconomia all’analisi dei grafici

Per cominciare, ci teniamo a dirti che, a dispetto di quello che si legge sui forum finanziari e sul web, il Forex non è un gioco: anche se molti dicono che è facile utilizzarlo, in realtà non dobbiamo dimenticare che si tratta pur sempre di un altro mercato finanziario, in cui è possibile guadagnare molto, ma anche perdere cifre importanti.

Forex per principanti, partiamo dall’inizio

Per capire il Forex, cominciamo con il rispondere ad una domanda che si pongono molti traders alle prime armi (e che sicuramente ti sarai già fatto anche tu): cos’è il Forex e come funziona?

Il Forex non è altro che un mercato finanziario in cui si possono acquistare e vendere coppie di valute tradizionali.

Per esempio, a seconda di come stanno andando le quotazioni, possiamo decidere se acquistare la coppia dollaro/euro oppure venderla.

Sembrerebbe facile, ma non è così: difatti, dato che  le valute possono cambiare i rapporti di forza di molto anche in pochi minuti; soltanto una minoranza di traders investe correttamente nel Forex e lo usa per guadagnare cifre importanti.

Comprendere i grafici e le notizie è fondamentale, ma anche i migliori prendono precauzioni. Impostare uno stop loss, ad esempio, è un ottimo modo per limitare le perdite. Tutti i migliori broker lo offrono, ed un esempio è il noto AvaTrade. Questo servizio, molto facile da utilizzare, permette anche di mettersi alla prova con un conto demo -quindi senza mettere realmente mano al portafoglio- gratuito ed illimitato. Puoi registrare in pochi istanti il tuo conto demo cliccando qui.

Studiare il Forex a partire dai principali attori

Oltre ai traders indipendenti e agli investitori professionisti, il Forex vede come attori principali le banche centrali e commerciali. Comprendere il modo di agire degli investitori cosiddetti “istituzionali” è fondamentale per anticipare i movimenti di mercato.

Le banche spostano volumi estremamente elevati di capitali; hanno molte informazioni e le hanno di prima mano, dunque partono avvantaggiate rispetto ai traders privati, noti anche come retail traders o meno elegantemente come “parco buoi” dagli addetti del settore. Se vuoi massimizzare i tuoi profitti, il consiglio è quello di pensare molto come una banca e molto poco come un privato, in modo da agire sulla stessa lunghezza d’onda di chi muove cifre a otto zeri.

Ciò significa che i traders, a differenza di quello che accade in Borsa, non possono influenzare più di quel tanto l’andamento delle quotazioni.

O meglio, per dirla in parole più semplici, nel Forex c’è spazio per tutti e tutti possono guadagnare, ma bisogna operare in maniera seria e non lasciarsi guidare dalle emozioni né tanto meno utilizzando trucchetti poco ortodossi.

Anche perché, e questo è un aspetto da ricordarsi sempre, chi usa trucchi nel Forex per cercare di guadagnare di più, ottiene come unico risultato quello di perdere tutto il capitale investito. Per investire occorre coscienza delle mosse ed una piattaforma solida operare, come il già accennato AvaTrade che risulta molto buono anche per i traders alle prime armi; puoi trovare maggiori informazioni sulle condizioni di negoziazione di AvaTrade cliccando qui.

Forex: come leggere i grafici

I grafici del Forex possono essere capiti e interpretati in modo corretto soltanto attraverso l’uso dell’analisi tecnica: questa strategia, oltre a permettere al trader di decidere se investire o meno su una coppia di valute, gli consente anche di seguire l’andamento dei prezzi e di vedere le mosse fatte dagli altri investitori.

Se il grafico tende a salire, in questo caso avremo un trend rialzista: ciò significa che il prezzo di una coppia di valute, sta aumentando in modo costante perché ci sono tanti traders che in quel momento stanno comprando quella coppia in particolare.

forex per principianti capire i grafici

Forex: come leggere i grafici

Se invece il grafico, al contrario, tenderà a scendere verso il basso, vuol dire che i traders, dopo aver comprato una coppia di valute, stanno cercando di venderla per guadagnare sulla differenza. Di conseguenza, anche se non sempre c’è la certezza matematica, si registrerà un trend ribassista.

Queste sono due delle situazioni più comuni che potrebbero capitarti nel mercato Forex, ma non è finita qui, perché ce n’è una terza più incomprensibile e che spesso provoca più di un grattacapo agli aspiranti traders: la tendenza laterale (o trend laterale).

In questo caso abbiamo un grafico che non registra né crescite né decrescite di rilievo. Si tratta dell’eventualità più pericolosa che potrebbe capitarti: se il mercato si mantiene infatti sugli stessi massimi o sugli stessi minimi, vuol dire che i traders non sanno se assumersi o meno un rischio.

Il trend laterale, nel mercato Forex, di solito anticipa sempre un trend ribassista o rialzista, pertanto dovrai fare molta attenzione a quello che accade nei minuti successivi per evitare di incappare in delle perdite consistenti o, al contrario, farti scappare una preziosa opportunità di guadagno.

Oltre all’analisi tecnica, un altro aspetto da non sottovalutare, soprattutto quando devi decidere se acquistare o vendere una coppia di valute, è l’analisi fondamentale: si tratta di una strategie che viene utilizzata molto dagli investitori professionisti, ma che può essere approcciata anche dai traders meno esperti.

Sostanzialmente nell’analisi fondamentale ci si tiene informati su tutto quello che avviene a livello economico e finanziario: se per esempio le banche centrali decidono di modificare i tassi di interesse oppure il valore di una valuta diminuisce a causa dell’aumento della disoccupazione o dell’abbassamento del PIL pro capite, dovrai decidere se puntare su quella valuta, assumendoti un rischio altissimo, oppure lasciar perdere (e tenere al riparo i tuoi investimenti). Unendo analisi tecnica e analisi fondamentale potrai davvero arrivare a capire il Forex.

Forex: quali sono le piattaforme migliori?

Abbiamo già accennato ad AvaTrade, ma non devi pensare che sia l’unica piattaforma seria sul mercato. La nostra redazione, dopo averli provati e avendo analizzato attentamente le condizioni di trading offerte, ti consiglia anche:

  • eToro (clicca qui per il sito): si tratta di uno dei broker più popolari e conosciuti. Oltre a permettere ai traders di investire nel mercato Forex e sui principali assets, consente di copiare le mosse dei più bravi grazie al social trading.
  • Plus500 (clicca qui per visitare il sito): quando si parla di forex trading, non si può non parlare di Plus 500. Questo broker, oltre ad essere considerato uno dei più convenienti, permette di operare sia nel mercato forex con i CFD, sia in quello delle materie prime e in quello azionario.
  • Markets.com (clicca qui per il sito): molto apprezzato dai traders per l’ottimo servizio di assistenza, disponibile anche in italiano, permette di investire sulle principali coppie di valute nel Forex, sugli indici azionari, su quelli della Borsa e sulle materie prime.

Fondamenti

Recensioni broker