Bande di Bollinger

Le bande di Bollinger sono tra gli indicatori più usati in analisi tecnica, impiegati dai trader per analizzare il mercato Forex, ma non solo.

Generalmente le bande di Bollinger sono “costruite” ricorrendo ad una media mobile a 20 giorni che viene adottata come linea centrale, una valore preso come riferimento e da cui si aggiunge e si sottrae un grado di deviazione standard, rappresentato graficamente da due linee esterne.

È sufficiente osservare il movimento dei prezzi tra le bande, per cercare di prevedere quale potrà essere la tendenza degli stessi.

Ideate da John Bollinger, offrono l’opportunità di cogliere importanti segnali di mercato e fare trading online in modo più profittevole. Le bande di Bollinger sono di facile comprensione anche per gli aspiranti trader con una scarsa conoscenza delle dinamiche di mercato.

Andiamo ad approfondire il discorso sulle banche e spieghiamo su di esse tutto quello che c’è da sapere. Ricordiamo che per sfruttare indicatori come le bande di Bollinger e fare profitti sui mercati si necessita di una buona piattaforma.

Il broker eToro offre le bande di Bollinger tra i suoi indicatori, ma anche la possibilità di negoziare senza di essi. Clicca qui per visitare il sito di eToro e la sua fantastica piattaforma per investire gratis sui mercati finanziari.

Bande di Bollinger: cosa sono e da dove vengono

Le Bande di Bollinger sono uno strumento di analisi tecnica, in particolare sono un tipo indicatore di tipo “envelope” ovvero che avvolge il prezzo nel suo andamento.

Le bande di trading e gli envelope servono allo stesso scopo, forniscono indicazioni relative ai massimi e minimi di mercato che possono essere utilizzati per creare approcci di trading rigorosi e per comprendere le tendenze in atto sul mercato.

Le bande sono di solito pensate per dare una visione del prezzo nella parte centrale, e in più come base hanno una media mobile che si muove insieme al prezzo.

Mentre le bande esterne fanno da contenitore della struttura dei prezzi senza un focus centrale chiaramente definito, ma usate come riferimento per gli alti e bassi di mercato.

John Bollinger stesso scrive che il primo esempio di bande che trovò era quello di Wilfrid Ledoux nel 1960. Egli usava curve che collegavano i massimi e minimi  mensili della media industriale Dow Jones come uno strumento a lungo termine per la misurazione dei movimenti di mercato.

Dopo Ledoux l’esatta sequenza di sviluppo del metodo delle bande non è più chiara. Nel 1960 Chester Keltner propose un sistema di trading, “The 10-Day Moving Average Rule”, che in seguito divenne una “banda di Keltner” nelle mani di tecnici di mercato di cui non conosciamo i nomi.

John Bollinger e le molte funzioni delle sue bande

Le bande di Bollinger utilizzano una misura statistica nota come deviazione standard, per stabilire dove potrebbe trovarsi una banda e se questa possa arrivare costituire determinati livelli di supporto o di resistenza.

Si tratta di un utilizzo specifico di un concetto più ampio noto come canale di volatilità. Un canale di volatilità traccia linee sopra e sotto una misura centrale del prezzo. Queste linee, note anche come buste o bande, si allargano o si contraggono a seconda di quanto volatile o non volatile sia un mercato.

Le Bande di Bollinger dunque, misurano la volatilità del mercato e forniscono molte informazioni utili, tra cui:

  • Continuazione o inversione di tendenza
  • Periodi di consolidamento del mercato
  • Periodi di imminenti e grandi breakout di volatilità
  • Possibili massimi e minimi di mercato e potenziali obiettivi di prezzo

Elementi che costituiscono le bande

Le Bande di Bollinger sono costituite da tre bande, che ruotano intorno ad una media mobile semplice centrata (SMA), con il valore predefinito di 20, per l’85% del tempo, il prezzo si mantiene entro i seguenti limiti:

  • Banda inferiore – SMA (meno due deviazioni standard)
  • Banda superiore – SMA (più due deviazioni standard)

Interpretare le bande di Bollinger

L’interpretazione più elementare delle bande di Bollinger è che i canali rappresentano supporti e resistenze. Riassumiamo tre punti chiave sulle bande di Bollinger:

  • La banda superiore mostra un livello statisticamente alto o costoso del prezzo di mercato
  • La banda inferiore mostra un livello statisticamente basso o economico del prezzo di mercato
  • La larghezza di banda di Bollinger è correlata alla volatilità del mercato
    Ciò è dovuto al fatto che la deviazione standard aumenta man mano che le fasce di prezzo si ampliano e diminuiscono in intervalli di negoziazione ristretti.

Pertanto:

  • In un mercato più volatile, le bande di Bollinger si allargano
  • In un mercato meno volatile, le bande si restringono

Le Bande di Bollinger contengono un’impostazione predefinita nel Forex come (20,2) – (e queste sono le impostazioni che verranno utilizzate nei diagrammi dei principali broker Forex).

Con l’aumento della volatilità del mercato, le bande si allargheranno rispetto alla SMA centrale. Al contrario, man mano che il prezzo di mercato diventa meno volatile, le bande esterne si restringeranno.

Quando si utilizzano le bande di trading, è l’azione del prezzo quando si avvicina ai bordi della banda che dovrebbe essere di particolare interesse per noi.

Per un trader analista tecnico, il trading vicino alle bande esterne fornisce un elemento di fiducia che ci sia resistenza (limite superiore) o supporto (limite inferiore), tuttavia, questo da solo non fornisce segnali di acquisto o vendita rilevanti; tutto ciò che determina è se i prezzi sono alti o bassi, su base relativa.

Date queste informazioni, un trader può entrare in un’operazione di acquisto o di vendita utilizzando indicatori per confermare la sua azione sul prezzo.

Le bande di trading sono linee tracciate intorno al prezzo per formare quella che viene chiamata “busta”. Ricordate, l’azione dei prezzi vicino ai bordi di tale busta è ciò che ci interessa particolarmente. La formula predefinita delle Bande di Bollinger consiste in:

  • Una media mobile di periodo N (MA)
  • Una banda superiore ai tempi K e una deviazione standard di periodo N superiore alla media mobile (MA + Kσ)
  • Una banda inferiore ai tempi K e una deviazione standard di periodo N al di sotto della media mobile (MA – Kσ)

Le Bande di Bollinger possono essere applicate praticamente a qualsiasi mercato. Per tutti i mercati e per tutti gli asset, un periodo di calcolo di 20 giorni per il calcolo delle bande di Bollinger è un buon punto di partenza, e i trader dovrebbero allontanarsi da esso solo quando le circostanze li costringono a farlo.

Allungando il numero di periodi coinvolti, è necessario aumentare il numero di deviazioni standard impiegate. A 50 periodi, due deviazioni standard e mezzo sono una buona selezione, mentre a 10 periodi; uno e mezzo svolge il lavoro abbastanza bene.

Leggi anche: Curve di Elliott

Bande di Bollinger: segnali di investimento

Per quanto riguarda l’operatività in concreto, il trader deve prestare attenzione quando il movimento del prezzo va a posizionarsi al di fuori delle bande.

  1. In caso di manovra verso l’alto, si è in una situazione definita di “ipercomprato”,
  2. viceversa se il movimento è verso il basso, ci si trova di fronte ad un fase temporale di ipervenduto.

Nella primo circostanza si rileva che il prezzo è cresciuto troppo rapidamente, mentre nella seconda il calo è stato piuttosto repentino. Tali andamenti offrono interessanti opportunità di guadagno ai trader che osservano alcune semplici regole.

Il prezzo infatti tende sempre a ritornare al centro delle bande di Bollinger, e pertanto la parte inferiore o superiore della stessa banda permette di essere assunta come livello di supporto o di resistenza.

Quindi i segnali operativi sono due. Il primo è rialzista come si vede dall’immagine sottostante:

segnale-acquisto-bande-di-bollinger

Il prezzo tocca la banda di Bollinger sottostante e come accade per i supporti il prezzo rimbalza cercando di tornare lontano dalla banda inferiore: questo si traduce in un segnale di mercato rialzista.

Come si vede poco dopo il prezzo torna a salire favorendo coloro che avevano aperto posizioni di acquisto al momento in cui il segnale si è presentato.

Abbiamo poi il segnale ribassista:

segnale-vendita-bande-di-bollinger

Qui accade il contrario di quanto visto in precedenza. Le bande di Bollinger vengono toccate nella parte superiore dalle candele giapponesi che rappresentano il prezzo.

A quel punto si comportano come una resistenza impedendo al prezzo di salire e quindi il mercato scende tornando verso livelli di equilibrio e fornendo un segnale di vendita.

Altri segnali di mercato

Altro aspetto grafico a cui attenersi è la situazione di restringimento delle bande di Bollinger, che lascia presupporre che a breve si avrà un andamento molto più volatile, elemento di cui tenere conto per cogliere nuove opportunità di guadagno.

Altra indicazione derivante dal loro utilizzo è che i prezzi frequentemente seguono lo stesso andamento: se risultano a cavallo della banda superiore, ci si trova di fronte ad una fase di forza del mercato, viceversa, se a cavallo della banda inferiore, si mette in mostra una condizione di debolezza.

Le bande di Bollinger sono uno strumento tecnico di gran peso per comprendere come operare al meglio nel trading forex, ma non solo. Sono efficaci per qualsiasi mercato finanziario.

Broker per sfruttare le Bande di Bollinger

Non tutte le piattaforme offrono gratis strumenti di analisi tecnica come le bande di Bollinger per capire come funzionano e dominare i mercati.

Ecco 3 esempi di broker gratuiti e con ottime piattaforme molto semplici da utilizzare:

eToro Social Trading e Bande di Bollinger

eToro è uno dei migliori broker del settore del trading online, ovvero degli investimenti sui mercati finanziari in rete. I suoi servizi sono davvero speciali e sono pensati per essere aperti a tutti.

La community di eToro conta milioni di persone in tutto il mondo che, negoziando sulla stessa piattaforma di trading si scambiano anche informazioni e commenti su come e dove investire.

eToro ha anche un’eccellente piattaforma per l’analisi tecnica ovvero dotata di indicatori come le Bande di Bollinger. Visita la piattaforma WebTrader di eToro iscrivendoti gratis qui. Puoi così provare le bande di Bollinger e molti altri indicatori sul conto demo.

In alternativa, se non ti piace l’idea di dover fare analisi per guadagnare, puoi anche solo copiare altri professionisti che le fanno al posto tuo.

Grazie al sistema Copy Trader di eToro, chiunque può selezionare un investitore della piattaforma di eToro e fare gli stessi identici investimenti che fa lui! Il sistema funziona e anche bene perché eToro premia in denaro questi professionisti in base al numero di followers e copiatori che hanno.

Quindi anche i migliori sono ben felici di farsi copiare da te! Il sistema funziona, è gratuito e non ha capitale minimo da investire. Bastano anche solo 100€.

Prova il Copy Trader di eToro qui e offriti fin da ora la possibilità di cominciare a fare profitti intervenendo sui mercati finanziari gratis!

Trade.com, fai profitti imparando

Credi di non aver compreso come funzionano le bande di Bollinger o altri indicatori tecnici per fare soldi sul Forex e altri mercati? Ottimo, allora la soluzione per te ce l’ha il broker Trade.com.

Questo è un intermediario legale dei mercati finanziari che ti da la possibilità di usufruire gratis di corsi di investimento in formato video o eBook (libro elettronico:

Iq Option, conto reale a 10€!

Per finire introduciamo a Iq Option, broker che offre un meraviglioso conto reale che si può aprire anche a partire da soli 10€.

La piattaforma di Iq Option è ideale per gli investitori alle prime armi perché contiene versioni semplificate e facilmente leggibili dei principali indicatori.

Ci sono molti mercati disponibili come l’azionario, il Forex e molte criptovalute. L’offerta di Iq Option è l’ideale per chi inizia da zero e con poco capitale disponibile.

Fai trading con le Bande di Bollinger su Iq Option, clicca qui e inizia gratis.

Indicatori da affiancare alle bande di Bollinger

Ecco ora un paio di esempi di indicatori che sono positivi per ottenere ottimi segnali operativi in fase di negoziazione.

Candele giapponesi

Le candele giapponesi sono indicatori grafici oggi molto adoperati dai trader. Andiamo a scoprire per linee generali che cosa sono e come funzionano.Per utilizzare la candela occorre considerare innanzitutto quattro tipologie di prezzo: Apertura, Chiusura, Minimo e Massimo.

La candela appare graficamente costituita da un “body” (o corpo) e due “shadows” (ombre).Il corpo rappresenta la distanza tra il prezzo di apertura e di chiusura, con un colore che diventa rosso se la chiusura risulta maggiore dell’apertura, o di colore verde in caso di chiusura inferiore dell’apertura.

Anche le shadows sono naturalmente molto importanti. La upper-shadow è data dalla distanza tra il massimo di seduta ed il body, mentre la lower-shadowm, viceversa, tra il minimo ed il body. In base a colore, dimensioni e presenza di shadows, il buon trader decide come operare sul mercato.

Oscillatore Stocastico

Uno degli indicatori più usati nel forex è lo Stocastico. Si tratta di un oscillatore che ha il preciso scopo di mettere in risalto le situazioni di ipervenduto ed ipercomprato.

Uno strumento che va pertanto a misurare quello che viene definito con il termine di “momentum”, che altro non è che la velocità di movimento del mercato, dato dal rapporto tra i prezzi di chiusura di una valuta ed il periodo temporale di oscillazione dei prezzi stessi in un dato intervallo.

L’oscillatore stocastico risulta formato da due linee, una continua ed una tratteggiata. La prima viene adoperata per individuare possibili momenti di entrata ed uscita dal mercato, mentre la seconda per identificare graficamente il verificarsi del segnale vero e proprio.

I valori dell’oscillatore stocastico variano in un range compreso tra 0 e 100: in situazione di ipercomprato le due linee si spingono su valori compresi tra 70 e 80, mentre in caso di ipervenduto saranno orientati su valori più bassi, generalmente tra 20 e 30.

Bande di Bollinger

Importanza della simulazione di trading online

Prima di concludere, segnaliamo che per i principianti è veramente importante utilizzare la simulazione di trading online. Grazie alla simulazione è possibile imparare a utilizzare le Bande di Bollinger (e gli altri principali indicatori) senza nessun tipo di rischio.

Qui sotto, le migliori piattaforme che offrono gratuitamente e senza deposito la simulazione del trading online:

Piattaforma: etoro
Deposito Minimo: 200€
Licenza: Cysec
  • Copy Trading
  • Adatto per principianti
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: obrinvest
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Ebook gratuito
  • Segnali di Trading
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: trade
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Specialista a disposizione
  • Metatrader 4
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    75,80% dei conti al dettaglio di CFD perdono denaro
    Piattaforma: plus500
    Deposito Minimo: 100€
    Licenza: Cysec
  • Piattaforma professionale
  • Demo gratis
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: iqoption
    Deposito Minimo: 10€
    Licenza: Cysec
  • Deposito min: 10eur
  • Conto Demo gratuito
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Piattaforma: avatrade
    Deposito Minimo: 250€
    Licenza: Cysec
  • Copy trading
  • Attivo dal 2006
  • ➥ Inizia
    1star 1star 1star 1star 1star
    Che cosa sono le bande di Bollinger?

    Le bande di Bollinger sono uno degli indicatori tecnici più usati nel trading.

    Come si costruiscono le Bande di Bollinger?

    Si traccia una media mobile a 20 giorni che viene adottata come linea centrale, e si aggiunge e si sottrae un grado di deviazione standard, rappresentato graficamente da due linee esterne.

    Perché si chiamano Bande di Bollinger?

    Perché vennero introdotte dall’esperto di trading John Bollinger.

    Si può fare trading senza conoscere le Bande di Bollinger?

    Sì, ad esempio copiando automaticamente i migliori trader grazie ad eToro.

    Il nostro punteggio
    Clicca per lasciare un voto!
    [Totale: 0 Media: 0]