Amazon Profit

Amazon Profit ha fatto molto parlare di sé nell’ultimo periodo: la promessa di poter investire ricavando grossi profitti giornalieri ha attirato molte persone e se stai leggendo questo articolo significa che in qualche modo ne sei venuto anche tu a conoscenza.

Molto spesso dietro spot che promettono enormi guadagni in poco tempo si nasconde qualcosa di non detto, un inganno: investire online, infatti, quasi mai comporta guadagni del genere e ci vogliono veramente decenni di studio e pratica per raggiungere certi livelli.

Quindi, dinanzi a promesse altisonanti, è più che lecito far nascere un sano dubbio e cercare di investigare più a fondo nella faccenda.

Inoltre, aspetto sicuramente fondamentale per investire online su grandi aziende come Amazon è affidarsi a piattaforme già specializzate a riguardo: una di queste quella di 24option, come scopriremo nella nostra guida.

Amazon Profit: cosa promette e cosa abbiamo scoperto

Gli spot pubblicitari che girano sul web riguardo Amazon Profit promettono un guadagno di oltre 3000 euro in poche ore grazie ad investimenti realizzati tramite la piattaforma sulle azioni Amazon. Si tratta indubbiamente di una prospettiva ben studiata: non soltanto si fa riferimento ad una delle azioni più ambite degli ultimi anni, ma, cosa più importante, si fa leva sulla necessità di molte persone di avere a disposizione un po’ più di soldi per i propri bisogni e le proprie necessità.

E, infatti, non poche persone hanno dato credito ad Amazon Profit. Il risultato?

Analizzando molte delle recensioni pubblicate sul web e andando a indagare le denunce, abbiamo scoperto che nessuno degli utenti reali (bot esclusi, ovviamente, poiché anche le recensioni devono essere attentamente analizzate) ha riportato una recensione positiva, anzi, molti hanno dovuto ricorrere a denunce per truffa.

In pratica Amazon Profit prometteva profitti irreali a fronte di un investimento iniziale di qualche migliaia di euro. A fare da scudo a quella che sembra essere una truffa perfettamente congegnata vi erano i dati riguardanti i tassi di crescita e di profitto delle azioni del colosso di Seattle, la più grande società nel settore tecnologico.

Dopo il primo versamento: il funzionamento della trappola

Dopo il primo versamento, passato qualche giorno, gli utenti che andavano a controllare il proprio conto Amazon Profit, lo trovavano completamente vuoto.

Alla richiesta di spiegazioni rispondeva una centralinista molto gentile (la maggior parte degli utenti ha riconosciuto un forte accento dell’Est Europa), che spiegava vi era stato un problema tecnico, che l’investimento era al sicuro e che, anzi, se avessero desiderato raggiungere profitti maggiori e vedersi ricchi in poco tempo, si rendeva necessario un ulteriore versamento.

A questo punto, e qui viene la parte veramente triste, non pochi si sono fidati e hanno provveduto in poco tempo a realizzare un altro versamento, maggiore del primo.

A quel punto, dopo aver cercato di ottenere quanti più soldi possibili da ogni singolo utente, Amazon Profit chiudeva i battenti e non vi era modo per reperire più la simpatica centralinista o accedere alla piattaforma.

A questo punto sono iniziate a piovere le denunce, ma ormai i soldi sono stati persi.

Dietro questo meccanismo, già visto e rivisto più volte, siamo giunti a sospettare si trovi un’equipe di hacker esperti, forse della stessa provenienza della centralinista, ma non è un dato certo.

In pratica, il versamento veniva fatto su un conto offshore, in uno dei tanti paradisi fiscali in cui la magistratura, ahimè, non ha alcuna giurisdizione. Una volta che il team dietro a Amazon Profit riteneva che l’utente avesse dato tutto ciò che aveva da offrire, chiudevano il collegamento e, semplicemente, sparivano.

Questa truffa infatti funziona in maniera molti simile ad altre che abbiamo scoperto nel corso del tempo, come quelle su Bitcoin come:

Come correre ai ripari

Ci duole enormemente affermare che i soldi persi sono pressoché irrecuperabili e molto probabilmente gli hacker stessi saranno difficilmente raggiunti dalla giustizia: purtroppo il web permette, oltre a occupazioni oneste anche questo tipo di truffe.

Le denunce sono utili unicamente a segnalare la piattaforma e a farla chiudere, ma ormai il danno è fatto. L’unico modo reale per correre ai ripari è premunirsi in anticipo di informazioni sufficienti a riconoscere una piattaforma fraudolenta da una onesta.

Uno dei maggiori lati negativi di casi come Amazon Profit, oltre alla loro frequenza e al fatto che riducono sul lastrico intere famiglie desiderose di imparare a investire i loro risparmi nel trading online, è l’onta di infamia che costantemente gettano su un settore onesto e in continua crescita.

Una truffa, purtroppo, non rappresenta un caso a sé ma coinvolge tutto il settore sul quale si appoggia, motivo per cui di seguito ti illustreremo le maggiori differenze tra il vero trading online e una truffa, e come riconoscere una piattaforma onesta da una fraudolenta.

Amazon Profit non è trading online

Il trading online è una cosa totalmente diversa da Amazon Profit. Il secondo promette ma non dimostra le cifre che ti riporta: si tratta di sola facciata, un giardino dell’Eden dipinto su un cumulo di spazzatura!

Il trading online, quello serio, non promette ma ti riporta dati, numeri e informazioni, spesso collegandole ad eventi reali in modo che siano facilmente verificabili. Lo scopo di chi si occupa di trading online e di divulgarlo alle persone interessate non è quello di convincere e persuadere ma di informare.

Inoltre, per legge chi si occupa dell’informazione sul trading online è obbligato a riportarti le statistiche reali tra il numero di investimenti e quanti di questi si risolvono in profitto. Si tratta di statistiche scoraggianti, è vero, ma che riflettono la necessità di un’accurata informazione sul settore.

Amazon Profit insegna, tra le tante cose, un precetto particolare: lanciarsi a testa bassa non porta che delusioni e sventure. Prima di iniziare ad operare su qualsiasi piattaforma la cosa opportuna e necessaria è sempre informarsi sia sulla piattaforma con la quale si intende investire sia sul settore in generale.

Cos’è il vero trading online

Il vero trading online nasce circa un decennio fa: si tratta della possibilità di investire il proprio denaro grazie agli strumenti forniti da un broker, ovvero da una piattaforma di trading online.

Per fare trading online è necessario un broker certificato e onesto: nel corso degli anni, infatti, man mano che il settore cresceva di importanza, le autorità competenti hanno iniziato ad interessarsene e hanno varato regolamentazioni che rendessero il settore più accessibile a tutti e capace di dare garanzia agli investitori.

Se vi state chiedendo come scegliere un broker per iniziare a fare trading online, allora scoprire quale ente lo certifica è il primo passo: in Europa vi è l’ESMA (European Security and Markets Authority), in Italia in particolar modo è attiva la Consob.

Un altro ente importantissimo è la CySec, di Cipro, ove la maggior parte dei broker ha la propria sede legale per via di importanti sgravi fiscali.

Se il broker del quale siete venuti a conoscenza è certificato da una di queste autorità, allora potete star sicuri si tratti di una piattaforma seria che non cercherà di ingannarvi come ha fatto Amazon Profit.

Come funziona il trading online

Rispetto a Amazon Profit, in cui ti veniva chiesto unicamente di fare un versamento, il trading online è comunque un settore in cui sei tu a dover realizzare i tuoi investimenti. Non vi sono scorciatoie: anche i famosi metodi di trading automatico necessitano di una tua decisione iniziale: quanto investire, quanto sei disposto a perdere, etc.

Proprio in quanto sei tu a dover operare, sei completamente certo che la responsabilità di un successo o di una perdita saranno interamente tue e non vi saranno interferenze estranee.

In particolar modo, il trading online si concentra su due semplici operazioni fondamentali:

  • Acquistare un titolo quando il suo valore sta aumentando (in gergo andare long);
  • Vendere allo scoperto un titolo quando il suo valore, invece, è in caduta (in gergo andare short);

Si tratta di un principio molto semplice, ma necessita di conoscenze specifiche per riuscire a prevedere con la massima accuratezza il comportamento futuro del titolo sul quale si vuole investire.

Qui compare, inoltre, la seconda differenza tra il vero trading online e Amazon Profit: le informazioni sul titolo sul quale si vuole investire non sono mai completamente rosee come si vuole far credere.

Analizzando il grafico delle azioni Amazon, ad esempio, si noterà che anche esse presentano l’intervallarsi di fasi rialziste (aumento delle quotazioni) e fasi ribassiste (decrescita delle quotazioni), per cui anche su azioni che godono di una elevatissima considerazione si possono registrare perdite se si sbaglia a operare.

Come scegliere il broker migliore

Siamo adesso giunti alla parte più importante: se hai letto fin qui significa che sei in parte interessato a investire i tuoi soldi nel trading online. Il primo passo fondamentale, come abbiamo detto poco fa, è la scelta del broker che ti accompagnerà nella tua avventura e che ti aiuterà ad evitare truffe come Semantic Investiment App o altre..

In base alla nostra esperienza, sia di analisi delle opinioni degli utenti che di sperimentazione sul campo e operatività, possiamo dirti che partire con un buon broker (come ad esempio 24option) è di importanza critica: spesso la scelta del broker rappresenta quella linea sottile che separa la perdita del proprio capitale dalla registrazione dei primi e importanti profitti.

I criteri sui quali ci siamo basati per selezionare i migliori broker sono:

  • Certificazione, indubbiamente la cosa più importante è fare affidamento ad un broker che sia ufficialmente riconosciuto come affidabile;
  • Semplicità, interagire con una schermata intuitiva e semplice, che allo stesso tempo ti metta a disposizione tutti gli strumenti necessari, è indispensabile per operare serenamente e con prontezza;
  • Strumenti, si tratta di un tratto distintivo di ogni broker: ciascuna piattaforma ti fornisce una gamma di strumenti caratteristici. Affinché un broker possa esser valutato come il migliore broker è necessario che fornisca strumenti affidabili e gratuiti;
  • Materiali formativi, essenziali a muovere i primi passi nel mondo del trading online. Senza manuali, video-lezioni e e-book scaricabili gratuitamente, infatti, si rischia di muoversi alla cieca, e abbiamo già visto cosa comporta operare con ciò che non si conosce;

eToro: la nostra recensione

Non potevamo parlare dei migliori broker senza citare eToro: si tratta di una piattaforma certificata dalla CySec e totalmente affidabile, che conta migliaia e migliaia di utenti sparsi in tutto il mondo e mette a disposizione un sistema di trading innovativo.

Il Social Trading, infatti, è l’offerta grazie alla quale eToro si distingue dagli altri broker, uno strumento a disposizione degli utenti che possono copiare le operazioni dei guru del trading online, in modo da registrare profitti proporzionali all’entità dell’investimento fatto.

Grazie al Copy Trading, infatti, anche un principiante può copiare le operazioni fatte da un professionista e, allo stesso tempo, impostando la funzione di Stop Loss, impedire di condividere, oltre alla fortuna, anche gli errori.

Se il trader copiato dovesse registrare delle perdite, la funzione di Stop Loss, anche se siamo lontani dallo schermo, bloccherà immediatamente il Copy Trading impedendoci di perdere tutto il nostro capitale.

Clicca qui per provare il trading Amazon di eToro.

Trading Amazon su 24Option

Addirittura meglio del trading su eToro può essere quello su 24Option, questo è considerato il miglior broker per iniziare a fare trading online a detta di molti esperti.

Si tratta di una piattaforma anch’essa certificata dalla CySec, con alle spalle anni e anni di eccellente e riconosciuto servizio: inizialmente noto per le opzioni binarie, 24Option fu tra i primi broker a smettere di proporle non appena la ESMA le reputò inadatte ai traders principianti che, spesso, non ne comprendevano il meccanismo e rischiavano di muoversi a casaccio.

Per iscriverti a 24option gratis clicca qui.

Alla base della nostra scelta, e del primato indiscusso di 24Option nel settore del trading online, vi sono tre fondamentali considerazioni:

I segnali di trading

Si tratta di importantissimi strumenti a disposizione degli utenti. I segnali di trading sono informazioni aggiuntive che vengono comunicate agli utenti tramite mail, sms o in chat.

I segnali di trading permettono di ottenere informazioni aggiuntive su un titolo, in modo da fare valutazioni più accurate e prevederne più facilmente il comportamento. 24Option mette a disposizione segnali di trading gratuiti, elaborati da una delle migliori agenzie di analisi finanziaria, la Faunus Analytics;

Materiale formativo

24Option si distingue per uno dei manuali di trading online migliori attualmente presenti sul mercato, ed è completamente gratuito, accessibile ancor prima di realizzare il primo versamento. Oltre al prezioso manuale, il broker mette a disposizione anche e-book su fondamenti di economia e psicologia di marketing e video-lezioni particolarmente utili;

Account demo

Ovvero un simulatore di trading, completamente gratuito, da accompagnare allo studio del manuale per farsi le ossa. Si tratta di una piattaforma di simulazione che segue in tempo reale le evoluzioni del mercato e che ti permette di studiare praticamente cosa comporta fare trading online ancor prima di iniziare ad investire soldi veri;

Assistenza professionale

Un altro punto di forza di 24Option è che ti mette a disposizione h24 e in qualsiasi giorno dell’anno degli esperti di trading in madrelingua per ricevere consulenza in tempo reale. Si tratta di uno dei centralini più efficienti di tutto il settore, con uno staff di professionisti di altissimo livello;

Come funziona 24Option

Iniziare ad operare con il miglior broker presente sul mercato è estremamente semplice: tutto ciò che ti serve è uno smartphone, computer o tablet, una connessione a internet e un capitale di partenza non elevato (puoi iniziare a fare trading Amazon partendo da un versamento di 250 euro, clicca qui).

Una volta aperto il tuo account avrai a disposizione tutti i materiali per iniziare a formarti in vista del tuo futuro da trader e solo quando ti sentirai pronto potrai iniziare a investire il tuo denaro.

In conclusione: il vero trading online

In conclusione, abbiamo visto attraverso l’analisi del miglior broker attualmente in circolazione, 24Option, le differenze tra una piattaforma onesta e professionale da una, invece, fraudolenta. Se siete incappati in uno spot di Amazon Profit, provate a rivederlo ora: notate tutte le differenze?

Vi saltano subito agli occhi i particolari che fanno presagire una truffa?

Concludiamo affermando che il trading online è completamente altra cosa da Amazon Profit e che sarebbe fin troppo sbrigativo liquidare un intero settore in nome di un escamotage elaborato da una squadra di hacker per fare soldi illegalmente.

Rinnegare un settore in costante crescita e dalle mille opportunità sarebbe commettere una vera e propria ingiustizia, motivo per cui ti esortiamo a leggere e informarti il più possibile, sia sul trading online che sulle truffe, in modo da riconoscerle facilmente e non prendere tutto per oro colato: non esiste la gallina dalle uova d’oro e ogni profitto comporta lavoro, studio e dedizione. Non vi è scorciatoia a questo!

Il nostro punteggio
Clicca per lasciare un voto!
[Totale: 0 Media: 0]
Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.